S. Vito Lo Capo: al via 13° Cous Cous Fest con chef da 9 paesi. Il programma definitivo

squadra italianaSAN VITO LO CAPO. Chef provenienti da nove paesi, cinque giorni di degustazioni, concerti, laboratori gastronomici e incontri culturali. Torna a San Vito Lo Capo l’appuntamento con un festival unico nel suo genere, una festa di popoli, tradizioni e culture, il Cous Cous Fest. Domani prende il via la 13\esima edizione del festival internazionale dell’integrazione culturale, in programma fino a domenica. L’evento, organizzato dal Comune di San Vito Lo Capo in collaborazione con l’agenzia Feedback e i main sponsor Banco di Sicilia Unicredit Group ed Electrolux Professional, celebra un confronto tra paesi dell’area euro-mediterranea e non solo, prendendo spunto dal cous cous all’insegna dello slogan ”What a colorful world”. Negli ultimi 7 anni, anche grazie al Cous Cous Fest, a San Vito Lo Capo si sono quadruplicati i flussi turistici. ”E’ la conferma della bonta’ del nostro lavoro – spiega Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo – della bellezza del territorio, dell’organizzazione sempre migliore delle spiagge e dei servizi, oltre che degli eventi che hanno portato il nome della nostra cittadina in giro per il mondo.” Domani si comincia alle 12 con l’apertura del cous cous village, il villaggio gastronomico dove sara’ possibile degustare, fino a mezzanotte, 35 ricette di cous cous diverse: dal taboule’ libanese al cous cous con latte di cocco, dalla variante del Senegal a quella della Costa d’Avorio, fino a quello preparato con semola biologica, acquistando un ticket di 10 euro che da’ diritto anche ad un bicchiere di vino siciliano e ad un dolce a scelta nell’area Dolce Sicilia. Tra le novita’ di quest’anno l’apertura di un altro punto di degustazione, la Casa del cous cous del Maghreb e del cous cous biologico e le ricette senza glutine, a base di semola di mais, per i celiaci. Alle 17 apre i battenti l’expo village, un coloratissimo mercato di circa 50 stand che, fino a mezzanotte, propone prodotti dell’artigianato, dell’agroalimentare e manufatti tipici dei paesi in gara e siciliani in particolare. Quest’anno l’expo village ospita anche due pittori, Adibe Zazou del Marocco e Wajih Gharbi della Tunisia che, ogni giorno, interpreteranno il Cous Cous Fest con la propria arte. Tra le novita’ di quest’anno anche l’apertura al pubblico di Al Waha, ogni giorno dalle 12 alle 16 e dalle 18,30 alle 24, un villaggio berbero di mille metri quadrati, allestito sulla spiaggia di San Vito, dove i visitatori possono degustare il cous cous seduti in pouf colorati e divanetti etnici, in un’atmosfera arabeggiante. Di contorno musica, percussioni, narghile’, la cerimonia del tè e spettacoli di danza del ventre. Tra gli ospiti dell’evento la giornalista di Linea Blu, Donatella Bianchi che domani condurra’ la cerimonia di apertura, alle 21.30 in piazza Santuario, e la giornalista del Gambero Rosso Laura Ravaioli, esperta di food che guiderà tutti i laboratori gastronomici, ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Domani si comincia alle 18 in via del cous cous, sul lungomare, con l’eruzione di cous cous al nero di seppia e ricci, a cura dello chef Giuseppe Abate del ristorante ”Profumi di cous cous” di San Vito Lo Capo. Torna a San Vito Lo Capo Edoardo Raspelli, critico gastronomico e conduttore della trasmissione Melaverde, al timone della giuria tecnica, composta da giornalisti, esperti di enogastronomia e chef, che valuterà i cous cous della gara gastronomica. La sera, in piazza Santuario, il programma di musica e spettacoli interamente gratuito del Cous Cous Live Show. Domani si comincia alle 22,30 con l’esibizione dei Sud Sound System, creativita’ ed energia all’insegna del reggae e dei ritmi giamaicani. La band salentina portera’ l’allegria nella piazza di San Vito Lo Capo tra l’hip hop, il soul e calypso. Tra gli ospiti attesi, Daniele Silvestri e Carmen Consoli.

Visualizza il programma definitivo in pdf

[Angela Abbate]

Be the first to comment on "S. Vito Lo Capo: al via 13° Cous Cous Fest con chef da 9 paesi. Il programma definitivo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*