Consiglio comunale: bocciato dall’opposizione il Bilancio di Previsione 2011

consiglio_comunale_05MAZARA DEL VALLO. Ieri sera seduta di prosecuzione del consiglio comunale con all’ordine del giorno il bilancio di previsione 2011 che deve essere approvato immancabilmente entro il 30 giugno pena l’arrivo di un commissario.

Su questo bilancio pesava come un macigno il voto negativo e la conseguente bocciatura da parte dei tre revisori di conti. Infatti i tre professionisti che costituiscono il collegio revisori, Carlo Adamo, Antonio Valenza ed Antonino Gaudioso, avevano bocciato, a maggioranza (il rag. Gaudioso aveva votato favorevolmente), l’importante strumento finanziario a causa di una rilevata incongruenza nei rapporti economici fra il Comune e la società d’ambito Belice Ambiente Spa. Secondo il parere conclusivo, obbligatorio ma non vincolante, del Collegio: «Nel bilancio di previsione 2011, i crediti che la partecipata vanta nei confronti del Comune non sono riportati tra i debiti dell’Ente. Nello specifico, del credito di 1.177.275 euro, vantato dalla Belice Ambiente Spa nei confronti del Comune, non vi è rispondenza nel Bilancio comunale».

Nella sua relazione introduttiva, l’assessore alle Finanze Giuseppe Siragusa aveva riaffermato che il bilancio era perfettamente legittimo e regolare :«Dispiace constatare che il parere dei revisori dei conti, – aveva dichiarato l’assessore Siragusa – anche se a maggioranza, non è stato positivo a causa delle refluenze dei bilanci che l’ ATO ha sul nostro comune, Bilanci e gestione dell’ ATO che è sotto osservazione da parte della Magistratura, come tutti voi ben sapete. Motivo questo e non solo che rafforzano la nostra convinzione che il parere espresso dalla Dirigente Affari Finanziari, sia corretto, del resto, probabilmente, per qualcuno ancora oggi, è viva la convinzione che quello che paga il comune, non sono soldi dei cittadini ma della collettività, ma cosa è la collettività se non la sommatoria delle individualità?
Per questo motivo non si possono riconoscere debiti che non siano certi ed esigibili, nel caso di specie circa € 1.200.000.»

Per mettere una pezza a questo problema la Giunta presieduta dal sindaco Cristaldi, aveva deliberato, nei giorni scorsi,  un atto che congelava una somma pari al debito contestato all’Ato Belice Ambiente :«A tal proposito, – aveva dichiarato l’assessore Siragusa – per rassicurare il Consiglio, la Giunta Comunale, con proprio atto ha congelato, nel caso si dovesse avere esito negativo del contenzioso in atto, una somma pari al presunto credito esposto nel Bilancio dell’ ATO.»

Alle dichiarazioni dell’assessore Siragusa ha fatto seguito una lunga discussione che ha coinvolto più volte anche i revisori dei conti ed il dirigente agli Affari Finanzari, presenti in aula. Sono stati approvati anche diversi emendamenti proposti dall’opposizione, che come è noto hanno la maggioranza in consiglio. Ma alla fine per 16 voti contro e 12 a favore il bilancio di previsione 2011 è stato bocciato causando immancabilmente numerose polemiche che si protrarranno anche nei prossimi giorni.

A questo punto, se non accadrà nulla di nuovo, dopo il 30 giugno sarà nominato un commissario regionale che chiederà al consiglio di approvare entro 30gg.  il bilancio pena la decadenza di tutti i consiglieri comunali.

[Nino Asaro]

3 Comments on "Consiglio comunale: bocciato dall’opposizione il Bilancio di Previsione 2011"

  1. Alessandro Garziano | 17 giugno 2011 at 00:33 |

    POLITICI ITALIANI CHE PARAPAQUEQUE, PARAPAQUEQUE’.

  2. pino triglia | 15 giugno 2011 at 18:24 |

    Questa è una tiritera che lì per lì può sembrare interessante, ma che entro il 30 giugno si rivelerà un fuoco di paglia di scarsissimo valore politico, poiché le parti contraenti(tranne qualche piccolissima eccezione) sono fatti della stessa pasta.- Firmato Pino Triglia.

  3. ENZO MONACO | 15 giugno 2011 at 16:28 |

    Il Consiglio comunale è composto da gruppi; i gruppi hanno un capogruppo ed un cordinatore; sono convinto che non esiste una sintonia tra i vari gruppi di opposizione viceversa avrebbero presentato diversi emendamenti, approvando per ultimo un bilancio “a misura di opposizione”; il problema era, resta e sarà : MA QUESTI GRUPPI HANNO LA CAPACITà DI APPROVARE UN BILANCIO PROPRIO, AZZERANDO LE INIZIATIVE DELL’A MMINISTRAZIONE E SVOLGENDO IL PROPRIO RUOLO DI CONTROLLOIN MODO PROPOSITIVO ??

Leave a comment

Your email address will not be published.


*