Accesso alle risorse e salvaguardia del patrimonio ittico a seguito dei nuovi scenari nel Mediterraneo

tumbiolo-giovanni-05MAZARA DEL VALLO. “Il superamento del contenzioso con i Paesi rivieraschi mediterranei, ed in particolare con Libia, Tunisia ed Egitto, passa attraverso il dialogo e, grazie alla rete di relazioni costruite dall’Osservatorio Mediterraneo della Pesca, potrà incidere efficacemente nelle scelte dei Governi interessati ad un processo di cooperazione scientifica e produttiva del bacino del Mediterraneo”. A dichiararlo è stato il Presidente del Distretto Produttivo della Pesca-Cosvap, dr. Giovanni Tumbiolo, nel corso della riunione plenaria dell’Osservatorio Mediterraneo della Pesca, presieduta dal coordinatore On. Ing. Giuseppe Pernice e moderata dall’Ambasciatore Umberto Vattani, Presidente di Sviluppo Italia-Sicilia, tenutasi a Catania nell’ambito del Forum Interistituzionale del Mediterraneo promosso dalla Regione Siciliana. L’Osservatorio Mediterraneo della Pesca, organismo del Distretto siciliano, rappresenta un modello di rete operativa che si interfaccia con le altre reti settoriali del bacino, al fine di proporre una strategia comune integrata del Mediterraneo. L’Osservatorio redige il “Rapporto Annuale 2011 della Pesca ed Acquacoltura ”, con un approfondimento sul tema del dialogo fra i Paesi rivieraschi in merito alle questioni legate all’accesso alle acque territoriali ed allo sfruttamento razionale del patrimonio ittico del Mediterraneo.

[comunicato stampa]

3 Comments on "Accesso alle risorse e salvaguardia del patrimonio ittico a seguito dei nuovi scenari nel Mediterraneo"

  1. Mi viene da ridere a pensare che gli autori della politica fallimentare del comparto pesca mazarese, oggi si propongono come rappresentanti di una strategia comune integrata del Mediterraneo,…..si forse per andare a rovinare il resto del bacino mediterraneo

  2. MA DI QUALE SALVAGUARDIA STA PARLANDO????? Sul lungomare San Vito da settembre ad oggi quasi ogni giorno e anche la sera ci sono i Palermitani che stanno radendo a suolo la costa saccheggiando ricci di mare, e indisturbati rovinano la nostra fauna , e qui si parla di salvaguardia del patrimonio ittico?????????????

  3. C’era una volta un pifferaio……

Leave a comment

Your email address will not be published.


*