Vita, il Consiglio riduce l’Imu sulla seconda casa

VITA. Il consiglio comunale di Vita ha ridotto l’aliquota Imu per quanto riguarda la seconda casa. La Giunta municipale aveva portato in aula una delibera che fissava allo 0,76 per cento l’aliquota per la seconda abitazione. In consiglio, però, la proposta dell’amministrazione non ha trovato consensi e, anche in considerazione che i consiglieri che sostengono la Giunta ormai sono tre (ma soltanto due presenti al momento del voto), contro gli otto di opposizione (anche se divisi in due differenti gruppi, tre “dissidenti” dell’ex maggioranza e cinque dell’opposizione uscita dalle urne), il consiglio comunale ha deciso di rideterminare l’aliquota, fissandola allo 0,50%. «In questo modo — afferma Nicola Sanci del gruppo “Insieme per Vita”, uno dei due di opposizione —, abbiamo consentito ai cittadini di risparmiare, in totale, circa sessantamila euro». Sempre nel corso dell’ultima seduta d’aula, inoltre, i consiglieri erano chiamati anche ad affrontare la delibera riguardante l’approvazione della Tia, la tariffa di igiene ambientale, così come varata dalla Giunta il 19 ottobre, ossia con un aumento rispetto all’anno scorso. Il Consiglio, invece, l’ha bocciata per cui, adesso, nella stesura del Bilancio di previsione l’amministrazione dovrà fare in modo di reperire in altri capitoli le somme originariamente previste con l’Imu e la Tia. «Come opposizione abbiamo anche fornito delle indicazioni all’amministrazione sui punti del Bilancio dove recuperare i fondi — conclude Sanci —. Riteniamo, infatti, che attuando una politica di tagli alle spese si potranno riequilibrare facilmente i conti.

[fonte GdS – Atr]

Be the first to comment on "Vita, il Consiglio riduce l’Imu sulla seconda casa"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*