6 Comments on "Alla luce del recente comunicato stampa dell’Asp di Trapani, si invita la cittadinanza a continuare a firmare la petizione sulla emergenza sanitaria mazarese."

  1. da parte mia non ho nessuna difficoltà a riconoscere l’impegno in questa vicenda di ogni ente pubblico, privato, comitato, ogni associazione, ogni gruppo o singola persona che ha speso e spende tempo, fatica ed impegno per provare a migliorare la situazione attuale che reputo inadeguata…chiunque, ripeto, chiunque ha avuto ed ha un ruolo, o lo puo’ avere a qualunque titolo è pregato di fare la sua parte….non mi frega chi fa sta cosa…mi importa solo ed unicamente che usciamo da sto pantano inaccettabile…….. per chi vuole sottoscrivere la petizione e non puo’ farlo perchè fuori sede è stata attivata una sottoscrizione online della petizione……affinchè vada a buon fine, oltra a cliccarci, occorre anche confermare il tutto rispondendo alla mail che si riceve nella propria casella di posta elettronica………… questo il link http://www.petizionepubblica.it/PeticaoVer.aspx?pi=P2012N32242

  2. nino fiorentino | 22 novembre 2012 at 12:46 |

    A me pare, invece, che il M5S arrivi in ritardo rispetto a quel che hanno già fatto i comitati cittadini, formatisi per l’occasione.

  3. Non sono in discussioni le Leggi…in discussione c’e’ il fallimento di un crono-programma che doveva tenere come prioritario ed ineludibile il diritto alla salute con standard e procedure realmente efficienti ed efficaci.

  4. non mi vergogno di essere mazarese, mi vergogno di essere sicilianoburocrstizzato, mi sembra inopportuno e deontologicamente non vorretto cercare colpe che sono esclusivamente delle leggi vigenti, che purtroppo bisogna rispettare anche se non condivisibili.

  5. Durante il comizio di Beppe Grillo dello scorso ottobre,ad alcune persone che mi domandavano perche’ sostenere il M5S,risposi con un paragone : Noi siciliani abbiamo una bellissima casa che e’ la Sicilia,purtroppo l’esterno e’ molto mal messo,crepe,muffe,umdita’ ed altro che rischiano di danneggiare anche l’interno;allora chiamiamo i muratori i quali con accetta e martello pneumatico -M5S- toglieranno tutto l’intonaco marcio,per portare a cantuni vivo la facciata,e successivamente metteranno in posa un nuovo prospeto tale da rendere a ns.casa belssima anche al’esterno. Ecco:I politicanti soliti noti dei partiti dichiarano a squarciagola che il M5S fa solo populismo e demagogia.Mi sembra che ad oggi nessuno dei suddetti,per quanto attiene la problematica della sanita’ mazarese ha messo in atto una iniziativa del genere.Quelli del M5S,infatti, agiscono concretamente,gli altri soltanto chiacchere al vento.Allora ben vengano i cd populisti e demagoghi.
    pietro ajello

  6. Mi vergogno di essere Mazarese.
    In tempi non sospetti, commentai che l’ospedale di Mazara, una volta chiuso non sarebbe più aperto. Nel 1968 il Prof. Giuseppe D’Ancona, in seguito al sisma DEL GENNAIO 68, non aspettò collaudi o certificazioni varie, per mettere in funzione l’Ospedale Abele Aiello che per tanti anni continuò ad essere il fiore all’occhiello di tutta la Valle del Belice. Ora si dice ch l’area d’emergenza di Via Livorno è pronta, ma si aspettano le certificazioni dell’Ufficio Tecnico Comunale per auorizzare l’apertura.(almeno così ho letto in un precedente comunicato dell’ASP). Ma che cosa deve certificare l’ufficio tecnico? Non basta una certificazione del Direttore dei lavori, che attesti che i lavori sono stati eseguiti a perfetta regola d’arte o no? Non basta che gli impiantisti rilascino certificati di conformità degli impianti eseguiti? Non basta capire che l’opera in questione serve a tutti e che la salute va tutelata anche per gli impiegati ed i politici? e allora che cosa si aspetta? ed il Sindaco non è il massimo organo della sanità locale? o che dobbiamo scomodare Beppe Grillo per risolvere i problemi della sanità mazarese o il movimento dei forconi? Continuando di questo passo, io opterei per la seconda soluzione. Le parole non servono più.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*