15 Comments on "Mazara del Vallo. Esiste il triangolo delle Bermuda."

  1. locà agostino | 2 dicembre 2012 at 11:55 |

    Io in genere quando mi reco in Italia con la mia auto non ho mai avuto problemi, basta rispettare la segnaletica ed il buosenso ed è tutto O.K., ma quando ritorno nel batusbaland nel regno di cristaldocrazia, devo reimparare a vivere da incivile, parcheggiando contromano, qui le zone di parcheggio sono solo in un lato ( è incivile ma è così), lasciando la macchina ” alla butta l’ancora e parcheggia”, e fottendomene degli altri tanto sono il RAS del quartiere, qui la gente se deve fare le compere cercherà sempre di parcheggiare l’auto davanti al negozio, si sà i pacchetti dei regali son sempre pesanti.  la nostra città e bellissima e sarebbe stupenda se la classe politica decidesse di darle un pò di saver foir con qualche regola ben precisa ma uguale per TUTTI.

  2. antonia dilibertidibbi | 30 novembre 2012 at 12:57 |

    però Cristaldi è stato coerente. La zona con il traffico limitato non si tocca e tutto il resto della città quello che vuole fare lo può fare. quello che interessa al sindaco è il salotto vicino i suoi uffici, vicino al suo bar preferito, vicino le quartare. Il resto dei cittadini( quelli che non hanno l’autoblu e la sirena blu)si arrangino alla meglio, la periferia il trasmazaro via c astelvetrano via vittorio veneto via salemi autogestione……

  3. mariella bianco | 30 novembre 2012 at 12:43 |

    @Ivan Marino, la risposta è giusta e il riferimento a Scoglio è divertente peccato che non sia solo un problema di traffico, ma anche di sicurezza stradale e per negligenza di chi dovrebbe occuparsene, ogni tanto qualcuno lascia la pelle in situazioni che si potrebbero evitare.

  4. Per quanto non ami il calcio  credo che uno dei piu’ grandi intellettuali siciliani sia stato il  compianto Prof. Scoglio  liparoto  illustre   deceduto davanti le telecamere mentre discettava di pelota…Lui quando una cosa non aveva senso  o   risultava essere frutto di improvvisazione  e dilettantismo diceva che era  ” AD MINCHIAM”…..Ecco caro ATItone  questo e’ il principio guida dei flussi della viabilità  mazarese.

  5. concordo pienamente con Ivan Marino sulle aree pedonali, ma senza entrare nel merito sarei curioso di sapere chi decide e quali principi di flussi vengono utilizzati nelle scelte di viabilità. O vengono fatte in modo intuitivo?.

  6. Camminate a piedi….fa bene alla salute, all’ambiente e alla “sacchetta”!!

  7. mariella bianco | 29 novembre 2012 at 19:09 |

    In realtà l’aver reso complicato o impossibile certi spostamenti è una sottile strategia dell’Amministrazione per disincentivare l’uso dell’auto privata. Forse.

    Pier Angel, quello che dici è molto interessante. Dimostra che quando il SIndaco chiedeva l’abolizione della ferrovia e del passaggio a livello di via Salemi, per risolvere i problemi di traffico e raggiungere facilmente l’ospedale, lo faceva in modo pretestuoso. Vrebbe dovuto prima regolamentare la circolazione e la sosta lungo tutta la strada!
    Comunque il tema è molto complesso, presto verrà bandito il Piano Urbano della Mobilità e speriamo che sia la volta buona per discutere su questi temi in modo civile e propositivo.

  8. car sharing!!!!!!! cosa???? è un sito che parla della città di Mazara , non di New York o Londra. una volta una signora benestante, moglie di un rigattiere mi dice che per lei è una vergogna attraversare il ponte, come donna. siamo a sti livelli. e poi al mazarese vuoi togliere la passiata a lungomare? tutti in coda!!!!!!!! farsi 1 km a piedi che grave problema è? ma insomma dal trasmazzaro o da via castelvetrano per andare in piazza è proprio necessario prendere l’auto. non abito a mazara, ma ogni volta che ritorno certe abitudini sonoproprio dure a morire. poi deve sentire mio padre che mi dice ” eh, tu parli picchi si fora , lu sa comu s’arraggiuna a mazara!!!!!”…e ditemelo voi comu s’arraggiuna!

  9. Divertente, complimenti! Mazara è una cittadina piccola nell’area del centro storico e della prima periferia, sarebbe sufficiente andare a piedi o meglio in bici per gran parte della cittadina escluse le zone periferiche che potrebbero essere coperte da servizi di trasporto pubblico e forme di car sharing. Ma il mazarese medio è troppo pigro e mediocre per cambiare la propria vita di cittadinanza e quella dei suoi simili, preferisce andare in automobile imbottigliato nel traffico soprattutto il sabato e la domenica e durante le ore di punta. Contento lui! Io di solito quando sono a mazara mi sposto a piedi, in bici, raramente in auto e solo di sera per timore delle aggressioni dei randagi. Il tema della mobilità è legato a quello della qualità della vita e la provincia di Trapani e Mazara sotto questo e altri punti di vista continuano ad essere negli ultimi 100 posti di tutte le classifiche sul tema. Le colpe del mancato miglioramento sono certamente imputabili alle classi chiamiamole dirigenti, anche se a Mazara questo termine è improprio, ma anche alle responsabilità di una grande fetta della popolazione completamente indifferente e impermeabile al cambiamento e al senso civico.

  10. mi raccomando il gomito fuori dal finestrino ed il cellulare all’orecchio, Sig. Stecchino…

  11. Ieri ero in via salemi con la mia macchina,e’ veramente assurdo,si deve fare lo slalom gigante,le macchine sono o in dopia fila o parcheggiate dentro la carreggiata,e sopratutto da notare che c’e’ un divieto di sosta quanto UNA CASA,ma in fondo chi se ne frega ci possiamo arrangiare come sempre buon natale

  12. In effetti ha ragione il fantomatico Jonny Stecchino. Ipotizziamo un incidente in piazza stazione, qualcuno sa calcolare la via più breve per il Pronto Soccorso?
    A proposito, il Pronto Soccorso esiste ancora?

  13. In realtà, basterebbe rendere a doppio senso il tratto di Corso Vittorio Veneto tra Piazza Matteotti e Via Agostino di Marzo.

    Comunque, non c’è bisogno di arrivare alla rotonda: basta girare in Via Valeria, e poi andare per la Via Toniolo. La sostanza non cambia però :)

  14. e sti ca…..!!!!!!

  15. Solo un mazarese puo’ pensare di prendere l’auto per fare 100 metri…In un paese normale l’area pedonale sarebbe piu’ estesa e consentita solo ai residenti  paganti abbonamento .

Leave a comment

Your email address will not be published.


*