Favignana.Buono il bilancio della Bit. Il Comune è pronto per l’ITB di Berlino… e altre notizie

FAVIGNANA. E’ buono il bilancio del Comune di Favignana di rientro dalla Bit di Milano, dove, allo stand di 12 metri quadrati allestito per l’occasione, sono stati presenti il sindaco, Lucio Antinoro, l’assessore al Turismo, Vito Campo e i consiglieri comunali Vito Vaccaro e Nino Maiorana. L’obiettivo primario – che è stato confortato dal buon numero di visite ricevuto – era quello di promuovere il territorio per destagionalizzare il turismo mostrando le offerte che le isole Egadi possono garantire. <Abbiamo decisamente fatto la nostra parte – dice Antinoro – in un contesto in cui si notava l’assenza sia della Regione che della Provincia e in cui la Bit è apparsa quest’anno in tono minore>. Intanto il Comune si prepara a partecipare, per il secondo anno, all’International Tourism Borse (ITB) 2013 di Berlino, ossia la maggiore fiera e mercato d’affari dell’Industria del Turismo, che si svolgerà dal 5 al 9 marzo prossimi, e lo farà assieme all’ENIT, Agenzia Nazionale Italiana del Turismo.

L’Amministrazione comunale sarà rappresentata ancora dall’Assessore al Turismo, Vito Campo.

Interessante alla Bit appena trascorsa la visita di Patrizio Roversi di “Turisti per Caso”, per la presentazione del documentario sulle Egadi che andrà in onda su Rete 4 nella trasmissione della domenica mattina “Slow Tour”. Ai “Turisti per Caso” Patrizio e Susy, è stata donata una copia del libro “Marettimo di qua e di là dal Mare”, mentre presentavano il giro del mondo che faranno la prossima estate per ripercorrere il viaggio di Magellano e Pigafetta. Per l’isola di Marettimo è stata anche presentata e distribuita la nuova cartina con i percorsi trekking e i nomi della costa, con la partecipazione di quasi tutte le attività dell’isola.

La presenza delle Egadi è stata particolarmente presa in esame anche all’interno del padiglione 6 dedicato alla subacquea “Eudi Show 2013”, dove è stato presentata il programma dello Stage di Fotografia subacquea che si svolgerà sull’isola di Marettimo dal 21 al 28 settembre 2013.

 

Conclusa la due giorni di studio scientifico del “tartarone” a Marettimo e Favignana promossa dall’AMP. Antinoro: “Primo passo per una nuova classificazione dell’attrezzo e per una riconsiderazione dei divieti esistenti”

Nei giorni 13 e 14 febbraio 2013 a Marettimo e a Favignana si è svolta l’osservazione scientifica del “tartarone” utilizzato dai pescatori delle Isole Egadi, alla presenza dei ricercatori designati dal Ministero delle politiche Agricole a seguito di una richiesta avanzata dall’Area marina protetta a sostegno della piccola pesca dell’arcipelago.

I ricercatori presenti, afferenti al Consorzio UNIMAR, all’ISMAR-CNR di Ancona e al CNR di Mazara, hanno incontrato i pescatori di Marettimo e Favignana, studiato e misurato l’attrezzo a terra e si son quindi imbarcati sui pescherecci per esaminare il funzionamento dell’attrezzo durante alcune pescate sperimentali. Il pescato è stato quindi esaminato e campionato, senza autorizzarne la commercializzazione. Tutte le attività sono state supervisionate e supportate dalla Capitaneria di Porto di Trapani, che ha inviato sul posto una motovedetta. I pescatori hanno attivamente partecipato all’iniziativa, intrattenendosi a lungo con i ricercatori per spiegare tutte le caratteristiche del tartarone.

“Questo primo studio conoscitivo sul tartarone – spiega il Direttore dell’AMP Stefano Donati, che ha organizzato e seguito direttamente tutte le attività insieme all’Assessore alla pesca Giuseppe Campo – ci consentirà intanto di riclassificare l’attrezzo, oggi vietato dal Regolamento Comunitario per la pesca nel Mediterraneo, che lo assimila, a nostro avviso erroneamente, ad una rete da traino.”

“Ringraziamo Ministero, Regione, Enti di ricerca e Capitaneria per la generosa collaborazione – dichiara il presidente dell’AMP e Sindaco di Favignana, Lucio Antinoro -. Oggi è partito dalle Egadi un percorso per rimettere in discussione le norme vigenti in Sicilia in materia di piccola pesca. Puntiamo ad un Piano di gestione locale o a deroghe per la pesca speciale: la pesca con il tartarone delle Egadi è un’attività svolta da pochi pescatori, solo per piccoli periodi dell’anno, e cattura solo pesci adulti, con un consumo delle risorse ittiche del tutto marginale”. “Al contrario – conclude Antinoro –, non è marginale il peso di questa attività per la fragile economia delle marinerie egadine, che sono oggi seriamente a rischio estinzione.”


Bando di Concorso per l’erogazione di contributi integrativi per l’accesso alle abitazioni in locazione

L’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Favignana, guidato dal vice sindaco Giuseppe Pagoto, ha emanato un Bando di Concorso per l’erogazione di contributi integrativi a valere sulle risorse assegnate al Fondo nazionale di sostegno per l’accesso alle abitazioni in locazione di cui all’art. 11 della legge 9 dicembre 1998 n. 431 “Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili adibiti ad uso abitativo” – Contributo per i canoni corrisposti nell’anno 2011, la cui scadenza è il 6 aprile 2013.

Al bando possono partecipare i cittadini titolari di contratti di affitto interessati ad un contributo integrativo per il pagamento dei canoni di locazione dovuti ai proprietari degli immobili adibiti ad uso abitativo.

Le domande dovranno essere presentate al Comune di Favignana – Ufficio Assistenza – Piano terra – nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13, secondo le modalità e i termini contenuti nel Bando di Concorso.

DESTINATARI E REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

Sono ammessi all’erogazione dei contributi i soggetti che alla data della presentazione della domanda sono in possesso di: cittadinanza italiana (l’accesso al contributo per i cittadini extracomunitari è subordinato al possesso, nell’anno 2011, del certificato storico di residenza da almeno 10 anni sul territorio nazionale o di cinque anni nella Regione Siciliana così come previsto dal comma 13 dell’art. 11 della legge 6 agosto 2008 n° 133), residenza nel Comune di Favignana, e che il contratto di locazione dell’alloggio coincida con la residenza del nucleo familiare, titolarità di un contratto di locazione ad uso abitativo primario per un alloggio avente caratteri tipologici comparabili a quelli dell’edilizia residenziale pubblica, sito nel comune di Favignana. Non bisogna essere assegnatari di un alloggio di edilizia residenziale pubblica; non usufruire di altre agevolazioni analoghe e il reddito annuo complessivo del nucleo familiare non deve essere superiore alla somma di due pensioni minime INPS (per l’anno 2011 detto limite assomma € 12.153,18), rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione non risulti inferiore al 14% – Fascia “A”.

Le domande di partecipazione devono essere presentate su moduli predisposti dal Comune di Favignana, presso l’Ufficio Assistenza (Piano terra), nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13, entro 60 giorni dalla data del bando e cioè 08 APRILE 2013 primo giorno feriale successivo alla scadenza e dovranno contenere:

a) dati anagrafici del richiedente;

b) il possesso dei requisiti;

c) l’ammontare del canone di affitto e gli estremi relativi al contratto di locazione ad uso abitativo ai sensi dell’ordinamento vigente per un alloggio nel Comune di Favignana;

d) l’indicazione che l’alloggio per cui si richiede il contributo ha i caratteri tipologici comparabili a quelli dell’edilizia residenziale pubblica;

f) l’indirizzo o la tempestiva comunicazione della variazione di indirizzo, se diverso dalla residenza, al quale inviare tutte le comunicazioni riguardanti l’interessato.

Alla domanda dovrà essere allegata:

• Copia della dichiarazione dei redditi riferita ai redditi prodotti nell’anno 2011; contratto di locazione regolarmente registrato presso l’Ufficio del Registro di Trapani, valido per l’anno 2011 come documentato da tassa di registrazione; Versamento imposta annuale contratto d’affitto 2011; Certificato di stato di famiglia o autocertificazione; Fotocopia documento di riconoscimento in corso di validità.

Nel caso di domande superiori alle risorse disponibili, verranno concessi contributi ridotti in misura proporzionale.

L’elenco dei beneficiari, con l’esatta quantificazione del contributo da erogare ad ogni singolo soggetto, sarà reso pubblico mediante affissione all’albo pretorio del Comune, per la durata di giorni 15.

 

Jana Cardinale

Be the first to comment on "Favignana.Buono il bilancio della Bit. Il Comune è pronto per l’ITB di Berlino… e altre notizie"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*