Mazara. «Non corrisponde al vero che personale della Ato Belice Ambiente possa transitare nell’amministrazione comunale di Mazara»

MAZARA DEL VALLO. Qualche settimana fa, Il coordinatore regionale della Diccap Confsal Donato Giglio, aveva scritto della possibilità che personale della Ato Belice Ambiente ormai in liquidazione sarebbe potuto transitare, in posizione di comando o mobilità, nell’amministrazione comunale di Mazara.

Nei giorni scorsi questa notizia a ricevuto la secca smentita da parte del sindaco che ha confermato che la notizia non corrisponde al vero.

«E’ nella volontà di questa amministrazione comunale., infatti, di prevedere la possibilità per una programmazione di riqualificazione e di stabilizzazione del personale precario che da tanto tempo partecipa allaprestazione dei servizi alla cittadinanza mazarese.» ha precisato il sindaco a completamento della smentita.

Dal canto suo Donato Giglio, oggi, ringrazia della risposta e prende atto di quando affermato dal sindaco non risparmiandosi una chiosa :«Alla luce delle sue affermazioni, non appare superfluo sottolineare, che personale che non ha nessun tipo di rapporto di lavoro, con L’ente Comune non può utilizzare i mezzi le apparecchiature e le attrezzature comunali . Infine in ordine alla segnalata volontà, di codesta amministrazione, di programmare la stabilizzazione del personale precario, mi scuso a priori ma mi scappa da ridere, non era forse la volontà più volte ribadita fin dalla precedente campagna elettorale? E ora vorrebbe realizzare tale programmazione a Consiliatura finita? o e solo un modo per iniziare la nuova campagna elettorale cercando ancora una volta di illudere i lavoratori?»

redazione

3 Commenti

  • Alberto Gancitano scrive il 28 febbraio 2014, 7:26

    La guerra tra i poveri. Alle spalle degli ex lavoratori socialmente utili ci hanno vissuto e vivono da più di vent’anni . Ora si comincia con la telenovela dei dipendenti Dell’ A.T.O .Il finale e’ stato già visto.Verranno assunti dalle A.C. , questione di v… Scusate di tempo.

  • PINUZZU scrive il 28 febbraio 2014, 9:56

    mi auguro di cuore che la notizia sia infondata, perchè sarebbe davvero una enorme presa per i fondelli ai mazaresi. basta con l’assistenzialismo. se fallisce una azienda mi dispiace per i lavoratori, se hanno competenze sapranno ricollocarsi, se non le hanno peggio per loro!

  • andrea buffa scrive il 1 marzo 2014, 8:45

    ma se il servizio raccolta rifiuti continuerà ad esserci, perchè i lavoratori delle ATO non vengono assunti per legge dagli appaltatori o dagli organismi che gestiranno il servizio a livello intercomunale? cosa ci azzeccano i comuni e gli enti locali? Perchè dobbiamo dirci la verità: questi lavoratori sono stati assunti e sono diventati a tempo indeterminato perchè a fare le assunzioni erano le ATO. Cosa erano le ATO? delle società private o che agivano come private ma fagocitate da ogni Comune socio con milioni di Euro. Nell’incertezza se potevano assumere, con quali modalità, con quale evidenza pubblica, sia la politica( da notare la p minuscola) sia i sindacati(con la esse minuscola) hanno pensato bene di riempire il carrozzone ATO di altro personale. Dopo quasi dieci anni i Comuni, le Provincie continuano a dovere rispettare il divieto di assumere per non aumentare le spese, mentre dovrebbero imbarcare questi altri lavoratori, già fortunati perchè sono stati assunti in una società che opera nel pubblico scavalcando tutti i precari ex articolisti degli stessi Enti Territoriali ( 24 mila persone con relative famiglie). Non è giusto, non è serio e forse non è neanche consentito dalle leggi sulla spending rewiew, a sentire il Commissario dello Stato con sede a Palermo.

Scrivi un commento - I commenti che non riportano Nome e Cognome, Mail e Numero Telefonico non saranno approvati.

Gravatar, la tua foto o una piccola immagine da inserire accanto al tuo nome. Ottieni la tua gravatar gratis cliccando qui!

Aggiungi una immagine

tags nel sito: Assicurazione auto e moto, salute e assicurazione medica, perdita di peso, anti-invecchiamento, cancro, la crescita dei capelli, ingrossamento del seno, odontoiatria, ortodonzia, mesotelioma,farmaci finanziamenti, mutui, prestiti, Trading Online, Forex, Immobili, Informatica, PC, avvocati, notai, commercialisti, Incontri Online, Fotografia, Hosting web, creazione siti web, Giochi cellulari

Associazione culturale MEDIBA P.iva 02290990817

Copyright © 2014 mazaraonline. All rights reserved.