Senza più ortiche

Ridere è il linguaggio dell’anima.

Pablo Neruda

Si è perso il senso dell’humour.

La satira (anagrammandone la parola troviamo un altro termine che ne racchiude il significato: “risata”), fin dai tempi del latino Orazio, è stata il sale della vita, attraverso la quale si poteva, tramite un sorriso (suscitare la risata è il fine della satira), sollecitare momenti di seria riflessione.

La satira è controinformazione, parodia, caricatura e, da sempre, mette in risalto vizi e difetti degli uomini, ridicolizza ambienti, concezioni e modi di vivere.

La campagna elettorale è entrata nel vivo e circola molto nervosismo fra i candidati.

Credevamo che, di questi tempi tristi e bui, fosse importante riuscire a “strappare” un sorriso non solo ai cittadini ma, anche, al personale politico della Città; a quanto pare così non è.

Dopo tanti anni, questa sarà l’ultima ortica.

Auguriamo a tutti i candidati “di ogni ordine e grado” una serena e “seriosa” campagna elettorale e che vinca, per la Città ed i suoi abitanti, il migliore e capace.

Ci saranno tempo ed occasioni per sorridere.

Forse.

[Giacomo Cuttone]

16 Commenti

  • Alberto Gancitano scrive il 18 marzo 2014, 7:18

    Sig.Cuttone persino Socrate era oggetto di satira “Le nuvole” di Senofonte .La Satira fa’ parte della cultura del nostro Paese.Molti intellettuali di varie Nazioni lo ammettono e c’invidiano. I più grandi pensatori erano i primi a prendersi in giro.Crede che il livello culturale di questa comunità (cominciando da quello mio) può capire le sue parole? Cordiali Saluti.

  • nino fiorentino scrive il 18 marzo 2014, 7:57

    Prof. Cuttone, che cos’è successo?

  • giovanna russo scrive il 18 marzo 2014, 9:43

    Non capisco, forse mi sono persa qualcosa.
    Non capisco comunque questa decisione di autocensurarsi.
    Personalmente non credo che chi fa satira si debba porre il problema di strappare un sorriso al personale politico, quanto quello di far ridere (o sorridere) i cittadini, perchè – per ridere – bisogna elaborare i contenuti, mettendo così in moto il cervello. La risata è sempre il prodotto di un ragionamento. Non capisco quindi perchè si voglia togliere questa opportunità ai cittadini per il nervosismo di qualche candidato

  • J.S. scrive il 18 marzo 2014, 19:33

    Se questo Signor Cuttone che io non conosco personalmente e del quale ho tanto apprezzato penna e coraggio si arrende, allora le speranze di verità e libertà rischiano di essere ancora di più mortificate e allontanate. Questo suo ultimo scritto suona forte di sconfitta. Il nemico che deve avere avuto buone armi e avere fatto un lungo assedio alla fine ha prevalso. Non ha però perso solo Giacomo Cuttone, hanno perso tutti i mazaresi.

    Voglio che arrivi a Cuttone la stretta di mano di un mazarese che odia la barbarie e fa la guerra solo a parole.

    Da parte mia a Giacomo Cuttone va grande stima e ammirazione.

    J.S.

  • mariella bianco scrive il 18 marzo 2014, 20:20

    Nella città del satiro avere problemi di satira è un controsenso.
    Forse il problema è che viviamo una situazione generale che versa tra il tragico e il ridicolo e come tale c’è poco da ridere.

  • marialuisapresti scrive il 18 marzo 2014, 21:31

    Questo non mi piace per niente!

  • Alberto Gancitano scrive il 19 marzo 2014, 7:37

    Prof.Cuttone visto che molti la pensano come me Lei ha vinto il primo premio della ” Chiatta di Legno “D’oro.Per sapere a chi verra’ assegnato il  secondo premio La chiatta di legno” D’argento ” ed il terzo premio la chiatta di legno ” di bronzo  deve attendere le primarie. ” Tanto tuono che piovve” – Santippe che butto una brocca di acqua a Socrate intendo a dialogare con una persona.Scritto da Platone .Socrate non scrisse nulla.Lungimirante aveva capito che un libro lo avrebbero scritto cani e porci.Cordiali Saluti.

  • Bice Provenzano scrive il 19 marzo 2014, 8:43

    @Fiorentino. La risposta ce la deve il Direttore, non credo il prof.Cuttone, che in fondo con questo articolo ci ha già risposto.
    Pochi giorni fa ho letto un arguto “giardino delle ortiche” e volendolo condividere con amici, non l’ho più trovato sul sito, per cui presumo RIMOSSO dalla redazione.
    Il candidato sindaco, “protagonista” (non voglio usare la parola “oggetto”, per carità!) dell’articolo, quello “condannato a governare questa città”, avrà ravvisato nelle parole del prof.Cuttone il “delitto di lesa maestà”.
    Direttore, è una grave perdita per Mol non ospitare i commenti del prof.Cuttone!

  • http://arconormanno.blogspot.it/ scrive il 19 marzo 2014, 12:06

    Giacomo, ti capisco. Anch’io tra breve metterò la penna nel cassetto.

  • giovanna russo scrive il 19 marzo 2014, 16:59

    sembra che J.S. ne sappia più di noi, parlando di NEMICO CHE DEVE AVERE AVUTO BUONE ARMI E FATTO UN LUNGO ASSEDIO………è solo retorica oppure questo NEMICO esiste?
    e se si tratta – da quanto sembra di potersi desumere – di un candidato sindaco, i cittadini non hanno forse diritto di sapere quale tra i numerosi candidati sindaco …soffre di allergia alle ortiche?

  • mazaraonline.it scrive il 20 marzo 2014, 1:21

    @ chiarimenti…. Credo che non ci sia molto da spiegare, come immaginerete le ortiche dell’amico Giacomo Cuttone hanno sempre dato molto prurito a chi li ha ricevute, ora in prossimità della primavera “amministrativa” probabilmente hanno causato qualche allergia. Visto che con l’apertura dei comizi e la par condicio, comunque, questa rubrica non avrebbe potuto più trattare di politica, abbiamo preferito bloccarla temporaneamente. Sono certo che riprenderà con l’arrivo dell’estate quando tutte le allergie cesseranno.

  • giovanna russo scrive il 20 marzo 2014, 18:14

    il discorso sulla par condicio del direttore non convince, mi sembra che contenga parecchie inesattezze (e uso un eufemismo): sulla libertà di stampa non c’è par condicio che tenga o Le risulta che durante la campagna elettorale i giornali smettano di pubblicare la pagina politica?
     Prendo atto – anche leggendo il commento di arconormanno – che c’è una gran voglia di autocensura, forse per quieto vivere, per evitare querele, perchè sia mai che oggi scrivo male di quello che domani diventa sindaco……qualunque sia il motivo, tuttavia credo che tale decisione non possa che rattristare perchè è una precisa rinuncia ad esercitare il diritto spesso da Lei rivendicato di fare libera informazione.
    A che serve un quotidiano (di carta o online che sia) che vuole proporsi anche come luogo ove i cittadini possono incontrarsi e confrontarsi? quando è veramente necessario INFORMARE ci tappiamo la bocca! 
    sono molto perplessa e delusa

  • mazaraonline.it scrive il 20 marzo 2014, 22:37

    @Giovanna Russo …. Ma come siamo bravi a parlare di libertà di stampa e libera informazione !
    Su quanto da me scritto non c’è nessuna inesattezza, farebbe bene a leggere attentamente quello che ho scritto. Io non ho parlato di politica, stiamo parlando di una rubrica di satira molto spesso politica e questa, in periodo di par condicio, non è permessa.
    Quindi tutte le sue esternazioni riguardo la libertà d’informare non ha nessun nesso, qui nessuno si tappa la bocca, la mia è stata una scelta che mi toglie l’incombenza che se pubblico un articolo satirico sul candidato 1 e non voglio essere denunciato, sono costretto a pubblicare articoli simili per i candidati 2,3,4,5,6 etc…
    Questo lo lascia perplessa e la delude. Ok me ne farò una ragione !

    Mi spieghi Lei, invece perchè, per pubblicare i suoi commenti fa uso di una mail inesistente e probabilmente di un nome falso?
    Dalle nostre parti si dice ” è bello toccare il fuoco con le mani degli altri…” (in italiano ed evito quello in dialetto !)

    Riguardo il non scrivere su un probabile sindaco non mi tocca minimamente, chi conosce la mia storia sa che non ho guardato mai in faccia nessuno, probabilmente “appattarisi” fa parte della sua cultura, ma è un suo problema non mio.

  • giovanna russo scrive il 21 marzo 2014, 10:02

    Direttore, dalla sua risposta comprendo di aver forse usato espressioni forti che tuttavia non volevano certo offendere lei, ma solo esprimere l’amarezza per la vicenda.
    Io sono solo un’oscura (e affezionata) lettrice del suo giornale per cui ogni indagine sulla verità o falsità del mio nome è irrilevante e le assicuro che non ho nessun appattamento (spero sia giusto perchè onestamente non conosco il termine che lei ha usato) o altri interessi pubblici. 
    Voglio tuttavia chiudere qui il discorso e quindi evito di rispondere puntualmente al suo messaggio (il NERVOSISMO potrebbe diventare contagioso…) per evitare – come spesso succede – che la polemica tra due interlocutori distolga dall’oggetto della discussione. Penso, e rivendico il diritto di continuare a pensarlo, che quanto scrive il curatore della rubrica in questione, unito poi al commento di Bice Provenzano e a quello di arconormanno,  sia oltremodo inquietante e grave. Tutto qui. Per quanto mi riguarda continuerò a leggerla, sperando di trovare anche il Giardino delle Ortiche, senza dover aspettare l’estate

  • ivan marino scrive il 21 marzo 2014, 19:03

    Prof. Cuttone non ti chiedo il perche’ della tua decisione ma posso immaginare. Certamente per i molti che da tanto ti leggono con  l’interesse che meriti e con lo spirito che i tuoi scritti richiedono non e’ un bella notizia, Io credo che la tua decisione vada rispettata e non provo nemmeno a chiederti di ritornare su i tuoi passi . Spero di rileggere presto  i tuoi commenti in un  giardino di SAGUARI che sono piu’ pungenti delle ortiche. In attesa  ti rinnovo la mia solidarieta’.

  • nino fiorentino scrive il 22 maggio 2014, 8:45

    Prof. Cuttone, coraggio…ancora pochi giorni!

Scrivi un commento - I commenti che non riportano Nome e Cognome, Mail e Numero Telefonico non saranno approvati.

Gravatar, la tua foto o una piccola immagine da inserire accanto al tuo nome. Ottieni la tua gravatar gratis cliccando qui!

Aggiungi una immagine

tags nel sito: Assicurazione auto e moto, salute e assicurazione medica, perdita di peso, anti-invecchiamento, cancro, la crescita dei capelli, ingrossamento del seno, odontoiatria, ortodonzia, mesotelioma,farmaci finanziamenti, mutui, prestiti, Trading Online, Forex, Immobili, Informatica, PC, avvocati, notai, commercialisti, Incontri Online, Fotografia, Hosting web, creazione siti web, Giochi cellulari

Associazione culturale MEDIBA P.iva 02290990817

Copyright © 2014 mazaraonline. All rights reserved.