Segnala qui problemi, cose che non vanno o quello che vorresti fosse realizzato. Le faremo leggere all’amministrazione

sos_mazara

E’ possibile segnalare e parlare con l’amministrazione. Segnalate ed inviate le vostre foto di disservizi, problemi, richieste o pericoli. Immediatamente verranno recapitate all’amministrazione, i casi più urgenti verranno inviati anche a mezzo lettera e protocollati.

Le segnalazioni possono essere fatte a mezzo : mail

info@mazaraonline.it     tel. 338 6965160   fax 178 226 3888     lettera :  Mazaraonline, via Calatafimi 5,  91026 – Mazara del Vallo 

 

            

Abbattimento delle barriere architettoniche 30 gennaio 2010

Al lungomare Mazzini gli scivoli per disabili che su un lato scendono sulle strisce pedonali dall’altra parte della strada sono assenti. Quindi chi attraversa su carrozzina la strada si trova impossibilitato a risalire sul marciapiede.

barriere_architettoniche_02

 

 

 

 

 

 

 

Emergenza Eternit

Le prime segnalazioni risalgono al 3 settembre 2009

Per il momento siamo a conoscenza di scariche nella via Marsala, vicino ai cassonetti  (adesso ricoperti dall’erba), via del Mare vicino ai cassonetti prima del passaggio a livello e c.da Serroni viale Mazaranzano.
Grazie alla segnalazione dei lettori aggiungiamo traversa via del Mare (stradina dopo via del Sole) e via Mafalda di Savoia

via Marsala

via Marsala

via del Mare

via del Mare

Viale Maranzano

Viale Maranzano

via Mafalda di Savoia 

via Mafalda di Savoia

trav. via del Mare

trav. via del Mare

 

 

 

 

181 Comments on "Segnala qui problemi, cose che non vanno o quello che vorresti fosse realizzato. Le faremo leggere all’amministrazione"

  1. Al sig.sindaco di mazara del vallo ,voglio dire che i cittadini siamo tutti gli stessi ,ma vedo che in via monte cervino ci sono due qualità. cittadini di siera A e serie B, la via monte cervino confinante con la via tevere e via abetone e lo scarto non so perche ,e l’unico pezzo di strada ancora senza rete fogniara ed e una vergogna.e stata la prima strada della zona che e stata fatta per più di 10anni ed e l’unica ancora senza.Siamo stanchi di essere presi in giro quardatevi in faccia e riflettete ,vi auguro buon anno

  2. Al capo del partito dei “futuristi, al responsabile della salute pubblica della città di Mazara del vallo, al presidente del distretto turistico dei Borghi marinari, al Sindaco dei “randagini” e di uno dei 57 comuni siciliani a vocazione turistica e della futura Capitale del  Mediterraneo.-         Caro Nicola,…scusatemi ma ero distratto…Gentile Signor Sindaco Nicola Cristaldi. Ancora una volta mi rivolgo a lei nella speranza che dopo quasi 4 anni mi prenda in seria considerazione. Signor Sindaco le ho postato alcune decine di suggerimenti che miravano a migliorare la disastrosa situazione della nostra cara e amata Mazara. Io lo so, che qualche mio commento ha irritato la sua suscettibilità, ma lei sa benissimo che io sono un “sessantottino birichino” con annessi e connessi. Adesso veniamo al dunque. Considerato che il suo operato insieme a quello dei suoi referenti turistici in fatto di Turismo è stato di una incompetenza assoluta, le chiedo: Rilegga le mie suppliche e attenzioni seriamente i miei suggerimenti, poiché, l’importanza di una valida idea non sta nella persona che la suggerisce ma nella sua capacità di successo e fattibilità.- Nicola, in questo momento la nostra città non ha bisogno di chiatta, spiaggia in città o esposizione di opere d’arte orfane del suo curatore ! ! !…mettiti gli “stivali a coscia” e comincia a pensare seriamente: ai “senza voce” per i quali è necessario prevedere una speciale attenzione, alle donne e alle famiglie con la fame alla porta, ai bambini, ai senza reddito, ai disabili, alle nuove povertà…se poi sei anche interessato a come creare il lavoro per poter finanziare tutte queste belle iniziative…ne possiamo parlare, poiché, conosco qualcuno disposto a darmelo in prestito!!!.- Firmato Pino Triglia@… Buona pasqua a tutti.

  3. E’ MAI POSSIBILE CHE IL PORTO NUOVO DAL TRAMONTO FINO ALL’ALBA E’ PRIVO DI ILLUMINAZIONE E POI DI GIORNO I PALI DELLA LUCE SONO ACCESI ? NON E’ UN GRANDE E INUTILE SPRECO DI ENERGIA QUESTO? MA SU QUALE FUSO ORARIO SONO SINCRONIZZATI ?

  4. Al Comandante della Capitaneria di Porto
    Mazara del Vallo -TP

    Oggetto:
    procedura per il ripristino funzionale del Porto-Canale di Mazara
    del Vallo.

    Con riferimento alle Sue funzioni e relative responsabilità sul
    Porto-Canale
    in oggetto, di Sua pertinenza con custodia congiunta
    all’Ammonistrazione
    Comunale di Mazara del Vallo, non si capisce il
    suo mancato intervento a tutto
    oggi, mirato ad avviare la procedura
    rimandata da trenta anni, mirata al
    ripristino del Porto-Canale in
    oggetto. La persistenza di tale stato di cose
    dovute ad inadempienze
    generali, conduce inevitalbilmente a dire: a che serve
    la Sua presenza e
    del suo staff militare nel momento in cui Codesta
    Capitaneria di tutto si
    occupa, tranne che di recuperare lo strumento di
    lavoro in oggetto
    insicuro e non fruibile da oltre trenta anni. Nessuno lo
    obbliga a
    svolgere un lavoro così importante con le responsabilità del caso.
    In
    mancanza di un suo provvidenziale intervento, abbia l’accortezza di

    dimettersi o farsi trasferire altrove, magari a fare un altro lavoro.
    Distinti
    saluti.
    Mazara del Vallo, 19.03.2013

  5. nino fiorentino | 6 marzo 2013 at 08:35 |

    L’ufficio tributi del comune di Mazara riceve il pubblico solo il martedì ed il giovedì dalle 9 alle 13. Già non va bene in linea di principio che uno sportello comunale non sia aperto tutti i giorni. A maggior ragione non lo é per questo Ufficio su cui grava un’enorme mole di contenzioso che vede spesso soccombere il Comune, e che potrebbe ridursi, con risparmio generale, ove il cittadino fosse facilitato a trattare il proprio caso con il funzionario competente. Quindi altro che due mattine la settimana, l’ufficio dovrebbe restare aperto anche di pomeriggio!

  6. Corrado Sansone | 1 marzo 2013 at 17:21 |

    @Nino Fiorentino
    Ma il Com.te della chiatta guadagnerà quanto un capitano di Love Boat?

  7. nino fiorentino | 1 marzo 2013 at 11:09 |

    Forse hanno scoperto che ci vuole l’equipaggio?

  8. vorrei sapere come mai la tanto sbanderiata chiatta ancora non e’ in srvizio.il nostro sindaco durante le regionali diceva che erano questione burocratiche,che da li a poco sarebbe messa in servizio.io penso invece che questa opera almeno per il momento non verra’ messa in servizio.cosi durante la tanto spending rewiew il nostro sindaco butta soldi,aumenta irpef e quota imu,lui gira in auto blu,quando il sindaco di parma che e’ impiegato in banca va in bicicletta al palazzo comunale e lui gira in auto blu.

  9. Ho l’impressione che ormai al sindaco non vuol chiedere più niente nessuno. Sarà vero?

  10. non sapevo dove postare….LA LOMBARDIA  IN TESTA?MARONI  PRESIDENTE?E che siamo su Milano on line?

  11. Aurelio Lucio Cucchiara | 31 gennaio 2013 at 03:19 |

    Al sig. Sindaco Nicola Cristaldi, giunta e consiglieri. Come pensate di organizzarvi per i mesi secondo me d’oro per tutta la città  che va da Maggio a Settembre, per i settori Turismo e’ Servizi? Quello che dovremmo sforzarci tutti i mazaresi, residenti e non nella cultura e’ formazione in questi due Settori importantissimi per l’economia specialmente città  di mare. La storia della città e’ a nostro favore noi siamo la  Sicilia la Trinacria. Ognuno per quello che puo’ e’ in diritto dovere di fare la sua parte. La domanda e’ lecita rispondere e’ cortesia, saluti Aurelio Lucio Cucchiara.

  12. Nell’apprezzare questo servizio per la città, Vi Comunico che la maggior parte degli stalli, riservati agli invalidi che hanno difficoltà a deambulare, sono sempre occupati da auto che non ne hanno diritto!
    Quei familiari che ancora credono di dovere assistere i propri anziani invalidi cosa devono fare trovando il posteggio occupato?
    Dovrebbero caricarseli sulle spalle per raggiungere la propria auto a qualche centinaio di metri di distanza?
    Confidando in una maggiore e migliore sorveglianza da parte dei tutori dell’ordine ed in particolare della Polizia Municipale ringrazio e porgo distinti saluti.

  13. seconda comunicazione da fare all’amministrazione e’ quella che mi stà al cuore:nel periodo estivo nella zona tonnarella all’inizio dove vediamo tutti i lavori di pulitura delle alghe che vengono buttate sempre a montagna nello stesso posto, spero che questa estate si trovi una situazione piu’ bella anche per chi guarda, per i turisti per noi stessi. Io abito di fronte e molte volte la puzza e le zanzare non si sopportano.Spero anche che grazie alla sopraelevata ci sara’ una pulizia definitiva,ci sia un parcheggio, buona fortuna a tutti i mazaresi.

  14. volevo comunicare che oggi 9 gennaio 2013 sono passato dalla via casa santa la strada cjhe va al cimitero comunale e ho verificato che e’ abbisognevole un sopralluogo forse urgente per l’asfalto rovinato in vari punti, consiglierei che l’asfalto dovrebbe essere fattgo per tutta la strada.sono sicuro che l’amministrazione comunale sa quello che deve fare.saluti vincenzo licari.

  15. 0ggi 28/12/12  parcheggiando in una via di Mazara in maniera del tutto regolare mi sono accorto dopo un pò che dal balcone sopra la macchina una cascata d’acqua sporca l’ha presa in pieno .La prima cosa che ho fatto e stata quella di suonare a quella casa invitando la signora in questione a smettere. dopo ho telefonato ad i vigili urbani pregandoli di intervenire , come risposta ho ricevuto un più che soddisfacente non posso mandare nessuno perchè non c’è nessuno disponibile per circa due ore.Passate le due ore ritelefono e mi si dice la stessa cosa, ed in più di fare una denuncia per farmi pagare il lavaggio.ora vorrei dire al nostro signor sindaco lo sa che se fra i suoi concittadini ci sono molti porci è anche colpa dell’amministrazione comunale perchè dovrebbe perseguire questi comportamenti vergognosi.signor sindaco si svegli e faccia per davvero il sindaco di Mazara e non solo di una piccola parte della città.

  16. E’ mai possibile che si esce la sera a passeggiare per il centro storico e si deve assistere a litigi o meglio dire ( Lotte a cielo aperto ) molto animate tra ragazzi e ormai molto diffuse da un anno a questa parte ? Dove sono i controlli per il Centro Storico ? C’e troppa delinquenza e bisogna intervenire . Ci vorrebbe l’ introduzione dei Buttafuori in ogni Pub di Via Garibaldi , almeno per i weekend , proprio come fanno in altri paesi piu’ civili del nostro .
    MUOVIAMOCI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI !

  17. Gli abitanti della via ankara (trav,della via bessarione) e zone limitofe ricordano ai politici mazaresi che non basta metanizzare solo la via bessarione lasciando fuori rete tutte le vie traverse. Al danno si aggiunge la beffa che per riscaldarci  ci tocca comprare il gas da ditte private a costi decisamente superiori a quelli che sono i costi della rete cittadina.Mi domando  ci sono politici che abitano in queste zone  nel periodo invernale?PENSO PROPRIO DI NO!!!!!!!!! ALTRIMENTI   QUALCHE DEVIAZIONE ALLA RETE  SI SAREBBE GIA FATTA .CAPISCO CHE I NOSTRI POLITICI APPREZZANO QUESTE ZONE  SOLO NEI PERIODI ESTIVI DOVE PIU CHE GAS SI HA BISOGNO DI GHIACCIO E BIBITE FRESCHE.   

  18. Ricordo ai SIGNORI amministratori che Via Mongitore è al buio da diveri anni.
    Poniamo che io ipagassi le tasse come un cittadino “illuminato” e in più nella bollettadell’Enel pagassi un contributo per l’illuminazione pubblica; si tratterebbe di furto continuato?

  19. @Ignazio Barbera
    Cavolo!!
    Mi ero accorto dell’aborto posto in C.Umberto.
    Per un attimo mi era balenata l’idea che fosse qualcosa che ricordasse Consagra ma poi ho scartato subito il cattivo pensiero.
    Ed invece….
    Sarà ma per me è e rimane una cagata pazzesca!!!!

  20. ignaziobarbera | 3 dicembre 2012 at 15:44 |

    Ditemi che quello che sto vedendo in corso Umberto é vero.
    Allucinante, grigia. uguale ad un ponteggio per rifare l’affacciata di una casa.
    Installata a chiudere, in un posto sbagliato, a mo di muro di Berlino.
    Ma siamo impazziti? E’ questo il modo per mettere in risalto i nostri artisti?
    Mi dicono che è un bozzetto di Consagra(che a me piace).
    Ci saremmo accontentati del bozzetto, ma non di una copia ingrandita e realizzata di nascosto e poi imposta senza consultare il parere dei cittadini.
    Ma poi queste cose costano, chi approva queste spese? Io sono ignorante.
    Qualcuno me lo può spiegare, grazie.

  21. Sarà inutile lo sforzo di una “Triglia” che va in controcorrente alla ricerca di una mensa?
    Egregio Assessore Vito Billardello. Dato che la mensa scolastica zoppica vistosamente, perché non pensiamo nel frattempo di mandare “Tutti a scuola di cibo, allievi e insegnanti”?…ritengo un’iniziativa di questo genere tutt’altro che trascurabile, dato che tra i giovani della nostra città(e non solo) si riscontrano problemi di obesità o sovrappeso superiori al 30% e una non pratica sportiva che si aggira attorno al 40%. Educarli a una sana alimentazione potrebbe essere in questo momento un elemento d’aiuto nel più ampio percorso culturale, e nello stesso tempo anche un elemento atto a difendere la loro salute. La tonicità fisica e mentale, il rispetto del proprio corpo, il piacere del gusto ed il gusto di piacere sono un contributo alla prevenzione di mode dannose e trasgressive che non vado ad elencare.- P.S.: Dottor Billardello, non sottovaluti la mia sarcastica proposta. Il futuro dell’umanità è subordinato agli avanzi, agli scarti, alle briciole e agli sprechi.- Cordialità Pino Triglia.

  22. nino fiorentino | 22 novembre 2012 at 08:41 |

    @Ignazio Barbera: condivido l’approccio, non i dettagli. Dobbiamo renderci conto che, se qualcuno é disposto prendere l’aereo per venire qui da noi, lo fa attratto dalle eccellenze. Ora, cosa c’é di eccellente, dalle nostre parti? Sicuramente Selinunte, il più vasto complesso greco-dorico del mondo, da sempre sottovalutato, ma che fa senz’altro sistema con la valle dei templi e con Siracusa, città visitata da quasi mezzo milione di turisti l’anno. Seguono, in Sicilia, Agrigento, o meglio. Akragas, con la metà, quindi Selinunte, con la metà della metà. Perché ? Semplice: perché gli itinerari turistici, in Sicilia, sono gestiti ancora con mentalità provinciale. In tutti i sensi. Selinunte, invece, deve fare sistema con le altre località della Magna Grecia. E noi, grazie al Satiro, con la vicina Selinunte. E’ questo il ‘giro grosso’. Finiamola di continuare a guardare all’elegante (?) Marsala, od a Trapani. Chi capita lì lo fa per caso, o solo per visitare Erice ( che non é Trapani ) e Mothia ( che non é Marsala: il Satiro, invece, é esposto proprio nel centro della città ), o per un soggiorno alle Egadi, ma costoro, da lì muoveranno ( se si muoveranno!) per Segesta e, se va bene, direttamente per Selinunte, bypassandoci. Basta dare un’occhaita ai programmi dei tour operator per rendersene conto. Altro che ‘quadrilatero’ Trapani,Marsala,Mazara, Castelvetrano. Abbiamo soltanto da perderci. Ed a Castelvetrano, oggi comune capo-fila del distretto turistico selinuntino, l’hanno capito da un pezzo.

  23. ignazio barbera | 21 novembre 2012 at 20:21 |

    L’Efebo di Selinunte si trova a Shanghai esposto in occasione della mostra organizzata dalla Triennale, che chiuderà il 31 gennaio 2013: ma è stata firmata una proroga fino al 28 febbraio
    Il Giovinetto di Mozia è stato al British Museum per le Olimpiadi di Londra, per rappresentare una scoperta archeologica di grandissimo richiamo, doveva restarvi per tutto il periodo; poi a Giochi conclusi, avrebbe dovuto fare ritorno nel Museo della Fondazione Whitaker. Il «Giovinetto in tunica», invece, non farà ritorno in Sicilia perchè, viaggerà per l’America dove è atteso al Paul Getty Museum di Malibù, considerato una sorta di risarcimento che la Regione ha dovuto tributare al museo privato californiano in cambio della restituzione della Venere di Morgantina.
    il Satiro Danzante a Tokyo invece, è già stato ambasciatore della cultura italiana, è stato pure a Londra per rappresentare Mazara del Vallo e tutta la Sicilia e domani dove sarà?
    Per sviluppare il nostro territorio c’è bisogno di creare sinergie.
    Il quadrilatero Trapani, Marsala, Mazara, Castelvetrano, si deve chiudere non solo con le autostrade.
    Mettiamo insieme questi nostri tesori, teniamoceli stretti e finalmente “facciamoli incontrare” in un grande avvenimento internazionale nel 2013, nel 2014, nel 2016…. e poi sempre!
    L’evento si potrà chiamare a buon diritto “ROMA, GRECIA, CARTAGINE” o qualcos’altro.
    Potremo così mostrare la magica Erice, le mitiche isole Egadi, teatro delle guerre puniche, la misteriosa “Fenice” l’isola di Mozia, la elegante Marsala ricca di storia, la Mazara araba-normanna, Castelvetrano con la “Magna” Selinunte e anche Gibellina, museo contemporaneo a cielo aperto .
    Il tutto per far conoscere il nostro territorio e i suoi eccellenti prodotti.
    Gli Americani, i Russi, gli Inglesi, i Francesi vengano loro a fare il carico di cultura, di sole, di profumi e di civiltà.

  24. Tutto il mondo è un palcoscenico ecco perché noi a Mazara abbiamo un “Teatro”. da “il mercante di venezia” Piniam Triglispeare.

  25. A proposito di Belice ambiente
    Egregio direttore
    mi fa piacere comunicarLe che in data odierna ho ricevuto formale comunicato dell’annullamento dell”avviso di pagamento della belice ambiente dello scorso agosto in accoglimento della mia istanza per intervenuta prescrizione.
    Le sarei grato se volesse pubblicare questa mia anche per informare gli altri cittadini che la scorsa estate hanno partecipato a quell’intenso dibattito.
    Cordiali saluti.
    Luigi Patti

  26. sono dante grazie direttore per il suo immenso interessamento per quando riguarda la via catullo via ovidio e dintorni.puttroppo ho potuto constatare che una certa signora invece di incoraggiare la gente a scrivere si prenda le difese di terzi.io dico ancora una volta che non ci sono cittadini di sere a e b.grazie ancora e’ con quest’ultima annotazione spero di non distubarla piu.ancora grazie.

  27. l’acqua continua a mancare ed ogni giorno ci vuole un ‘autobotte. costa sempre 70 euro.se i desideri dei condomini si avverassero ai responsabili non penso che basterebbero un camion di portafortuna

  28. nella via stazzoni non arriva l’acqua da una settimana , ogni autobotte costa 70 euro quando deve durare questo disservizio. una mia curiosità dove abita il sindaco, gli assessori i dirigenti comunali l’acqua manca mai?

  29. @MOL
    Bravissimo il nostro Direttò e pensate che non fa parte dei RIS!!!

  30. mazaraonline.it | 9 novembre 2012 at 18:57 |

    @ Messina Milco

    Scusa ma sono morti o piuttosto dormono? Due cani che muoiono così vicini mi sembra strano…

  31. Questa e Mazara del vallo i cani muoino per strada e il canile rimane sempre chiuso non ci sono ne parole e pensieri da esprimere ma solo vergogna per un’amministrazione assente in tutti i senzi 

  32. la ringrazio vivamente.essendo lei una persona intellingente capira in che stato questo quartiere viviamo.non e’ possibile che vi sono cittadini di serie a e serie b.anche perche’ tutto quello che c’e’ da pagare l’ho paghiamo normalmente come tutti gli altri.nel ringraziarla vivamente le porgo una buona giornata.con la speranza che si fa qualcosa per questa comunita.distinti saluti.lo so che non dipende da lei ma quantomeno che deve fare faccia.forse?

  33. mazaraonline.it | 8 novembre 2012 at 19:25 |

    @ Dante

    Non si preoccupi l’articolo su quanto scrive verrà fatto… domani facciamo una foto e lo pubblichiamo

  34. caro direttore ,speravo che lei pubblicasse quello articolo del 6 novembre alle ore 16.30,in merito alla via ovidio via catullo in che stato viviamo.sono dispiciauto in quando ancora non ho visto niente.topi e cani randaggi abbondano,strada senza asfalto e al buio piu’ pesto.speravo che lei publicasse cosi da rendere piu’ sensibile l’opinione pubblica,in qunda il sindaco se ne frega altamente perche’ al sign.sindaco l’unica cosa che gli interessa e’ sperperare e mantenere auto ble e i suoi privilegi.il giorno in cui succedera  di notte qualcosa di spiacevole il sign.si rendera’ conto cosa succedera’.siamo sensa luce senza servizi e’ lui va in televisione a raccontare frottole.spero che lei almeno pubblica quell’articolo con una bella fotografia.grazie ancora saluti.

  35. e’ uno scandalo vergognoso,vedere come e’ ridotta la via catullo,via ovidio e dintorni.sign.sindaco venga la sera in via catullo e dintorni.si rendera’ conto in che stato vive questo lato della citta’.senza illuminizazione di sera.senza fognature.tutto questo tratto dalla via ovidio alla via catullo al buio.e’se non fosse che accendono la sera la luce  i propietari saremmo come nel bronx.lei sign.sindaco fa solo chiacchere.qua c’e’ gente che paga imu,paga la spazzatura,paghe le tasse,paga l’irpef che lei ha aumentate,mentre qui noi viviamo peggio che nel terzo mondo.mentre lei cammina in auto blu e autista.poi alle prossime elezioni lei promette mentre noi siamo invasi di topi e cani randaggi che la notte in mancanza di luce e tutto il resto non si puo camminare.vergogna.la citta deve sapere.speriamo che lei direttore questa lettere la pubblica.grazie. faccia una foto della via ovidio e via catullo cosi la gente capira’ meglio.ancora grazie e’ speriamo le coscenze si smuovano.in quste stato di cose siamo in preda alla paura ad uscire di notte.faccio un appello alle forze dell’ordine polozia e caribiniere a vedere come siamo ridotti.ancora grazie e speriamo che questo sign.sindaco si passa la mano sulla coscienza.

  36. Non ci sono ne prati,ne aree verdi,ne strade alberate,niente! questo stiamo lasciando ai nostri figli,mentre le altre citta’ civili sono al passo coi tempi,i nostri politici e noi cittadini non facciamo nulla,e neanche ci siamo mai domandato perche’ la l gente che viene di fuori dice ma dove sono gli alberi?riflettete anziche’ sporcare e consumare 

  37. Ignazio Barbera | 26 ottobre 2012 at 21:44 |

    Questa sera sono rimasto per un attimo interdetto e senza parole davanti alla ingenua domanda di mio figlio di sei anni. La cosa si svolse cosi:
    Sono intento a lavarmi i denti quando sento la sua voce che mi chiama dal salotto, intuisco che viene verso di me chiamando : – papà! … papà! Dal modo con cui mi chiama capisco che mi vuole porre uno dei suoi interrogativi, (a questa età è normale).
    Ancora con in bocca lo spazzolino mi predispongo con gioia ad accogliere la sua richiesta. Mi raggiunge mi guarda negli occhi e chiede, con una ingenuità che mi mette ko:
    – Papà, ma a Mazara ci sono i prati?
    Mi sono sforzato di ricordare dove a Mazara ci fosse un prato pubblico ma non ho trovato risposta. Ora a mente fredda mi sovviene che in mezzo a Piazza Matteotti c’è un prato casaria, e poi?
    Scrivo perché fremo per il senso di colpa e per la rabbia. Ma cosa stiamo lasciando ai nostri figli? Cosa abbiamo costruito? Dove sono i prati per i bambini mazaresi?!

  38. Premetto che non ho niente contro i fruttivendoli,Sono indignato che nella nostra città non si può camminare sui marciapiedi perchè occupati dai commercianti di frutta.Ogni qual volta che trovi un commerciante di frutta e verdure, sei costretto a scendere dal marciapiede e rischiare di avere un incidente con auto,moto,bici,c he correttamente camminano nello spazio stradale.Ma certamente non bisogna sottovalutare la sicurezza sanitaria che di certo non viene osservata, mettendo gli alimenti che vengono esposti a scarichi di ogni tipo (benzina,gasolio,gas vari).Prego la nostra amministrazione di intervenire visto che abbiamo i vigili urbani.Grazie

  39. Ignazio Barbera | 24 ottobre 2012 at 21:18 |

    «Un popolo di poeti di artisti di eroi / di santi di pensatori di scienziati / di navigatori di trasmigratori»

  40. poco tempo fà è stata ultimata la metanizzazione della via bessarione.Va benissimo!(era ora).Ma mi domando : e tutte le traverse e dintorni?.forse gli abitanti delle traverse alla via bessarione sono cittadini di serie B?.forse non pagano le tasse al pari degli abitanti della via bessarione?. 0923

  41. Da oltre vent’anni, non è mancata l’occasione di segnalare agli organi competenti del settore del Comune di Mazara, che il primo tratto della Via Antonio Segni venendo dalla Via Val di Mazara, alle prime piogge si trasforma in un fiume, per deficienza della fognatura. Bastano pochi soldi per risolvere il problema, ma dicono sempre che al Comune, in questo caso Settore Lavori Pubblici non ci sono soldi. Sarà vero? Io mi asterrò dal segnalare ulteriormente tale problema ai responsabili, dico solo che a partire dalle imminenti elezioni, non andrò più a votare e credo lo stesso faranno le persone che vivono lo stesso problema. Non votando , non avrò più diritto a lamentarmi perchè non avrò alcun rappresentante a cui rivolgermi, tanto se voto il mio referente non mi ascolta e quindi che ci voto a fare? Mi auguro che molti la pensano come me.

  42. Vito Buscarino | 13 ottobre 2012 at 22:56 |

    Ho visto il sindaco insieme a Pecorella che facevono politica in via E. Sansone oro io da cittadino gli domando? perche non va nella via che va dalla scuola G, Grassa in via Marsala la sera a far poltica? Da circa un’anno che è al buio vai sindaco cosi forse ti verrà l’illuminazione a te e consigliere provinciale.Eletto dai cittadini.

  43. La sera traversare il lungomare hopps e quasi un suicidio,senza luce,almeno fate delle strisce pedonali luminose,prima che succede il guaio. 

  44. e’ bello leggere che i cittadini mazaresi o almeno una parte vorrebbero una mazara piu’ civile e bella,peccato che chi governa ha altre cose a cui pensare(almeno questo sembra)MAZARA DEL VALLO non e’ una metropoli quindi ci vorrebbero solo alcuni ritocchi per iniziare a renderla piu’ vivibile.Manca il verde,mancano alberi,aree verdi per svagarsi, ma che ci vuole,dico io,una citta’ verde e’ sempre piu’ vivibile,siamo ricoperti dal cemento e nessuno se ne accorge,i turisti si pero’.

  45. nino fiorentino | 1 ottobre 2012 at 10:41 |

    Evidentemente il sig. Barbera non è tra quelli che debbono alzarsi la mattina alle 6 e mezza per prendere il treno per andare a studiare o lavorare a Trapani od a Marsala.

  46. Molti diranno: ma questo è strano, ma da dove arriva.!?.
    1) Io però vedo,.. lungo il fiume Mazaro all’altezza dello stadio comunale, anzi senza perifrasi, al posto dello stadio comunale la seconda villa comunale, perchè il fiume ha due sponde e forse la seconda il “trasmazzaro” è più popolata della prima.

    Cioè a dire un grande parco verde che degrada dolcemente verso il fiume da dove si possono ammirare le canoe in regata e dove i bambini possono correre felici, magari accompagnati dai loro nonnini. E dove se ne vanno gli appassionati di calcio? Beh , un po’ più in periferia, d’altronde i bambini ed i vecchi non hanno la patente, loro si.

    2) Vedo inoltre, ma questo “non lo vedo” solo io, la più larga arteria cittadina al posto dello sgangherato treno, che eliminerebbe traffico, risorse, farebbe felici migliaia di famiglie e renderebbe Mazara una bellissima città.

    3) Vedo ancora, che l’amministrazione potrebbe abbattere il “palazzaccio” rendendo la nostra piazza ancora più spaziosa, imponente e capace di ospitare spettacoli e manifestazioni di ogni genere. Questa la considero l’occasione storica.

    4) Per quanto riguarda la Torretta Capo-Granitola Ahimè! Forse avrei potuto vedere, qualcosa di bello selvaggio e naturale ma la colata di cemento che è stata versata sulla intera costa temo, me lo impedirà ormai per sempre.

    Ignazio.

  47. mariella bianco | 25 settembre 2012 at 22:58 |

    In questi giorni il mondo ha assistito alle dure proteste del mondo islamico a seguito del noto film prodotto negli Stati Uniti e che è stato causa anche di numerosi morti anche nella vicina Tunisia.

    In una situazione di questa importanza mi chiedo perché questa Amministrazione che ha candidato Mazara a “Capitale del Mediterraneo”, “Città della Pace”, che ha stipendio un Esperto nei rapporti con l’Islam ecc.., non abbia preso la benché minima posizione sull’argomento. Forse è stata la cosa migliore, ma adesso che la tempesta si è placata ci piacerebbe capire il significato di questo silenzio.

  48. ignazio barbera | 22 settembre 2012 at 21:41 |

    Torretta-Capo Granitola
    SOLDI BUTTATI AL VENTO.
    A che serve quel kilometrico marciapiedi !!!?
    La strada segue sempre le stesse curve!
    La carreggiata è più stretta e il pericolo è aumentato grandemente.

  49. scusate una domanda ma perche’ a mazara non ci sono segnaletiche orizzontali nelle strade?o se ci sono poche e sbiadite,perche’?e cosi’ difficile farle?grazie

  50. per il sindaco di mazara. Vorrei sapere se le è mai capitato vedere acqua che scorre dai balconi od anche dai portoni di mazara.a me capita spesso e dappertutto.Mi chiedo chi deve provvedere a far cessare questa usanza prettamente mazarese. forse a Lei non da fastidio ma le posso assicurare che nei paesi civili con amministratori altrettanto civili non permettono di buttare neanche un bicchiere d’acqua pena multe salatissime. sperando che dia le giuste direttive a chi di dovere per rendere mazara migliore.distinti saluti

  51. giuseppe ofano | 14 settembre 2012 at 17:30 |

    sono un cittadino di mazara.pago normalmente le tasse imu spazzatura,casa regolarmente
    sanata,con opere di urbanizzazione pagate,licenza edilzia rilascitami dal comune.tutto questo 
    giustamente,mi ha dato dei costi eccssivi.abitanto nella via ovidio,una traversa della via castelvetrano,e’ mai possibile che non c’e’ luce fuori(da terzo mondo),non ci sono fognature,la 
    strada di asfalto nemmeno l’ombra.in un paese civile e’ con una buona ammistrazione,tutto questo non dovrebbe succedere.eppure mi sembra di vivere in un paese all’interno del mali.con tutto il rispetto.l’appello che faccio al sindaco e’ all’amministrazione comunale di farsi
    un giro e’ rendersi conto in che stato viviamo.durante l’elezione nel parlare tutto si fa,il dopo e’ una tragedia grega.certo che con queste lettera il sindaco fara tutto,ma quando meno smuove,
    un po la vergogna che c’e a mazara del vallo.eppure per fare questa strada non ci vulo molto.
    non si capisce come mai quella dopo e’stata fatta.noi tutta la via l’abbiamo donato al comune firmatario anche l’ex propietario nicola lisma.ma tutto questo ancora non e’ servito a niente.adesso con l’elezione alle porte tutti apromettere il dopo sappiamo tutto come va a fine.

  52. Caro direttore volevo  comunicare che’il lungo mare hopps, dal lato terra e totalmente buio,E darei un consiglio ai nostro sindaco di mettere un distributore di torce tascabili per i turisti,magari gratis.Grazie. 

  53. nino fiorentino | 8 agosto 2012 at 10:42 |

    @leonardo giacalone: ci sono anche mazaresi e mazaresi; comunque la chiatta si trova ancora presso il cantiere navale, all’interno del Mazaro, zona via Tevere.

  54. @ F.Incandela , @ N.Fiorentino
    Il randagismo di cui parlate, a mio parere e’ la minor spesa .
    Il vero problema piuttosto e’ la valanga di rifiuti che i Mazaresi lasciano in spiaggia , senza scrupoli , senza un minimo di sensibilita’ . Questo e’ il buon esempio che i genitori danno ai propri figli : Abbandonare rifiuti ovunque !
    Per quanto mi riguarda , io personalmente rispetto piu’ i cani che le persone , inoltre ci sono persone e persone , di alto e di basso ceto sociale , ed il Mazarese cosi’ comportandosi appartiene alla seconda categoria . ……………….. Semplicemente VERGOGNOSO.

  55. i cani randagi però spadroneggiano nelle spiagge e moltissimi mazaresi hanno la brutta abitudine di fare il bagno ai loro cani in mezzo ai bagnanti….

  56. Qualcuno saprebbe dirmi Donde Estas la cosi’ tanto annunciata ” CHIATTA” ?

  57. nino fiorentino | 6 agosto 2012 at 17:12 |

    Portare cani in spiaggia è vietato da sempre, salvo quelli per ciechi ed, adesso, quelli da salvataggio. Prima lo stabilivano le ordinanze delle Capitanerie di Porto, affisse dappertutto, ora il Decreto assessoriale n° 476/2007, da quando le competenze sul demanio sono passate alla Regione. Però è vero che altrove i comuni rivieraschi pubblicano il divieto con tabelle grafiche, ove la sagoma del cane è sbarrata da una fascia rossa diagonale. In ogni caso, caro sig. Ingargiola, voglia prendere nota che, anche con questa pecca ( la mancata segnalazione, non l’ ‘accettazione’ di un divieto regionale, che è un atto dovuto ) Mazara, il suo luogo natale, rimane una città e non, come la definisce Lei, un ‘paese’.

  58. sono in vacanza nel mio paese di nascita, oggi 05/08/12 mi trovavo nel litorale tonnarella , quando venivo avvicinato da due operatori della guardia costiera che mi portavano a conoscenza di una disposizione regionale del 2007 che vieta l’accesso degli animali in spiaggia libera e attrezzata, siccome non vedo nessuno divieto affisso nelle varie segnalazioni da voi apposte è possibile conoscere il decreto in cui viene vietato ciò? Inoltre qualsiasi divieto di opinione pubblica dovrebbe essere segnalato nelle aree designate non superiore a 300 metri di distanza uno dall’altro. In qualità di ospite in questo paese non ho a chi lasciare il mio animale,da domani dovrò passare le mie vacanze in giro per il paese senza poter andare in spiaggia.Mi auguro solo che la S.V  non abbia accettato le direttive date dalle regione Sicilia , sicuro di un vostro riscontro alla presente distinti saluti.

  59. Non sempre tutto procede bene.La Via Monte Rosa, traversa della via monte bianco e della via Valdemone è da più di vent’anni che non è asfaltata.Cosa bisogna fare o a chi bisogna rivolgersi, visto che abbiamo segnalato più volte all’assessore dei lavori pubblici senza mai ottenere rislultati.Anni fa ci hanno chiesto di cedere la strada con una domanda scritta, al comune di mazara,altrimenti non avremmo ottenuto niente(visto che il comune non era proprietario).A me sembra una grande bufala…..Nonostante tutto abbiamo fatto come ci hanno chiesto.Risultati ZERO.Nella malignità vorrei pensare che qualche amministratore anni fa, sulla carta abbia asfaltato questa via……è possibile?Pippo zambuto

  60. Caro direttore, nel mese di luglio mi sono lamentato della mancanza di acqua nella via monte bianco, debbo segnalare che dopo pochi giorni l’erogazione dell’acqua, viene fatta il martedi ed il giovedi.Vorrei ringraziare l’amministrazione comunale ed il Ns. Sindaco per l’intervento.L’acqua arriva puntuale nei giorni stabiliti e qualche volta anche la mattina del mercoledì e del sabato.Grazie del Vs.interessamento.Pippo zambuto

  61. Mesi fa leggevo una iniziativa del nostro Sindaco On Cristaldi, di metanizzare mazara.Ho fatto una raccolta di richieste ,allegando il documentodi identità, degli abitanti della via Monte bianco e consegnati al protocollo del comune.Non dico che dovevano darmi comunicazione personale ma sentire o leggere qualche notizia sulla metanizzazione di mazara.A che punto siamo per realizzare questo servizio molto richiesto dai mazaresi? Pippo zambuto

  62. qualcuno può dirmi a chi devo rivolgermi per far prelevare della spazzatura,(scarti di pesce, ed altro materiale umido)  depositato in vicolo vipera da almeno 4-5 giorni)  con i topi che fanno i padroni?.Grazie per la risposta. 

  63. Si narra che il Consiglio Comunale di Mazara non abbia approvato il bilancio.
    Se le cose stanno così, a spese anche mie dovrebbe arrivare il Commissario ad acta.

  64. Domenico Accardi | 1 agosto 2012 at 14:06 |

    Buon pomeriggio, volevo fare una segnalazione riguardante l’incrocio di via val Demone con la statale 115, dove sul lato destro vicino al semafero , le autovetture e i camion proveniente dall’autostrada non visualizzano il semafero a causa di una pianta e un’albero troppo sporganti alla strada .
    Sicuri di un vostro riscontro porgo cordiali saluti e buone vacanze

  65. @BALDASSARE GIACALONE
    Ho potuto constatare di persona il lodevole intervento degli operatori, purtroppo hanno iniziato i lavori alle ore 12.45-circa, proprio quando tutti i bagnanti andavano via dal mare e volevano utilizzare la fontanella, la scena era quasi comica, il manovale rimuoveva l’acqua con un cazzuola mentre a turno la gente continuava a ribagnare perchè si lavava i piedi. Una tempistica perfetta…

  66. volevo recarmi a Granitola. Dopo il ponte in ferro  ho trovato un divieto e una indicazione provvisoria che indicava  tale località. Ho percorso alcuni chilometri, e mi sono trovato in un viottolo di strada sterrata. Non ho trovato alcuna  altra indicazione  con  informazioni per arrivare a Granitola.E’ possibile????

  67. Oggi anziche’ segnalare un problema , vorrei piuttosto esprimere il mio gesto di stima nei confronti di chi ha provveduto oggi alla pulizia del centro abitato quali , strade ,erbetta dai marciapiedi …….. Congratulazioni davvero , avete fatto il vostro dovere ,( in fondo noi siamo un paese civile e secondi a nessuno no ? ) .
    Certamente dubito di vedere il cittadino Mazarese pulirsi almeno il proprio davanzale dai rifiuti che compaiono ogni giorno per le strade , in balia del vento o come per dire alla deriva per settimane o mesi senza che nessuno se ne preoccupi come se fosse normale svegliarsi la mattina , aprire la finestra di casa e vedere immondizia ovunque .<<>> ! Ebbene oggi il mio elogio va a coloro che hanno effettuato questi lavori di pulizia e al mandante , nonche’ mi auguro che tali lavori abbiano una maggior frequenza nel bene e nel rispetto dell’ambiente.

  68. Mazara – Tonnarella – Domenica 15 Luglio 2012

    Da tanto che se ne parla , ma ormai la spiaggia di Tonnarella per mano dei cosi’ tanto raffinati cittadini mazaresi e non solo , e’ nel degrado piu’ totale .

    STIMO tanto la persona che oggi avendo collocato un poster su un palo della luce ha fatto un gesto che vale piu’ di 1000 commenti .

  69. Alla cortese attenzione 
    Dell’on/le NICOLA CRISTALDI
    Sindaco del Comune di
    Mazara del Vallo 

    Mi corre l’obbligo d’informare la sua persona che si è verificato un danno, precisamente ad una fontanella situata nelle vicinanze dell’ex rotonda lungomare San Vito nei pressi di Bocca Arena. Infatti, il terreno giacente la fontana si è scollegato dalla base, creando una voragine intorno alla stessa. Procurando una notevole difficoltà agli avventori di qualsiasi età anagrafica che vanno ad utilizzare la fontanella. I bagnanti che si recano in quel tratto di spiaggia, cercano un po’ di refrigerio e desiderano distendersi alcune ore sotto il sole e vivere il gusto del mare in perfetta sintonia e armonia con la natura, senza crearsi disguidi e problemi di nessun genere. A parte il disaggio, c’è il potenziale pericolo che qualcuno si faccia male veramente, poiché la voragine ha assunto una dimensione notevole, con il rischio che un bambino possa essere ingoiato dalla stessa, procurando un danno non indifferente alle casse del comune, La preghiamo di voler intervenire inviando una squadra di pronto intervento, per evitare a tal fini inconvenienti non graditi. Mi permetto, nel frattempo, di porre alla sua squisitissima persona la nota di cui si ammenda. La mattina sarebbe gradito che gli operatori ecologici facciano il loro dignitoso lavoro nell’ora in cui non c’è un gran numero d’affluenza dei bagnanti, evitando reciproco disagio da parte degli operatori e dall’altra degli avventori.   Certo che quanto comunicato trova una cortese riscontro, fiducioso nel suo tempestivo intervento, le porgo un sincero e fiducioso ossequio, le auguro una serena e tranquilla estate.

    A.D. 15/07/2012
                                                        GIACALONE BALDASSARE

  70. In riferimento alla litoranea Mazara-Torretta per il quale ci sono lavori in corso , mi domando come mai non si e’ riusciti a creare la dove era possibile delle mini terrazze che si affacciano al mare o magari ampliare un po la strada per una sosta di emergenza . Gia la strada e’ stretta e pericolosa di per se , inoltre senza illuminazione e nonostante tutto abbiamo reso la strada ancora piu’ stretta . Se il problema e’ di tipo economico , di certo con qualcosina in piu’ si poteva realizzare un tratto di strada piu’ interessante . Comunque non mi voglio sbilanciare in quanto i lavori sono ancora in corso , quindi valuteremo alla fine dei lavori .

  71. più che commentare vorrei segnalare una situazione che se si intervine subito può ancora essere risolta; la litoranea Mazara del Vallo – Torretta Granitola è attualmente soggetta a dei lavori di sistemazione; in quella litoranea (ai bordi del vecchio tracciato) insistono diverse “”Casamatte”” perfettamente integre che a mio parere vanno salvaguardate; parecchie sembrano essere fuori dal nuovo tracciato e penso non creeranno alcun fastidio ai lavori in corso, alcune no ed in particolar modo una sembra sia proprio sul nuovo tracciato. suggerisco di modificare leggermente (un paio di metri) il tracciato in quel punto ammorbidendo la curva ove insiste propio la struttura militare e salvare il cimelio storico. spero nel buon senso di chi leggerà la presente. cordialità

  72. Sarebbe opportuno che in una città civile, come Mazara è, si dotasse di un canile municipale.Mi sono sempre chiesto perché DEVE sopravvivere il canile di CALTANISSETTA. Un po di tempo fa ho sentito vociferare che il canile di CALTANISSETTA  DEVE  perchééééééééé………….DEVE. Considerato i tempi trascorsi e visto che la gara è andata deserta il sospetto nasce spontaneo anche perché non ho mai visto o sentito o letto una relazione su codesto canile. Qualche anno fa sono stato testimone di un intervento su un cane,poverino era paralizzato “grazie” ad una “persona” che lo ha preso a bastonate, lasciamo stare come lo hanno caricato viste le condizione del cane, ho chiesto al vigile urbano, che si accompagnava , una foto perché dotati di polaroid  e con un sorriso sarcastico mi ha detto che non era possibile. Se fossi stato dotato di telefonino  ho di una macchina fotografica avrei avuto sicuramente delle immagini…………………………..!!!!! Parecchie cose mi fanno venire il sacrosanto dubbio che non vi è nessuna volontà per far funzionare il canile a Mazara. QUANTO PAGHIAMO PER IL CANILE  DI CALTANISSETTA?

  73. Al presidente del distretto turistico dei Borghi marinari e al Sindaco di uno dei 57 comuni siciliani a vocazione turistica e della futura Capitale del Mediterraneo.
    Caro Nicola. Ho notato con tristezza che i miei suggerimenti (a costo zero) postati su MOL non li hai mai presi in considerazione, Peccato!!!
    Adesso però è arrivato il momento in cui bisogna dire le cose come stanno…tu, per 17.000 elettori(me incluso) sei stato come quel regalo di Natale, che aspetti con ansia il momento di scartarlo, ma poi dentro trovi qualcosa che non rispecchia le attese…e allora che facciamo? lo Formattiamo o Rottamiamo?…se pensi ad un formattare per reinstallare gli stessi programmi e i soliti nomi, non serve a niente…se invece pensi al formattare nel senso che non è tutto da buttare, allora ti consiglio di non occuparti personalmente di turismo, cerca di evitare l’argomento della multiculturalita’ e multietnicita’, che non sono il tuo forte….Nicola, è assolutamente necessario cambiare paradigma se vuoi dare una nuova prospettiva o un futuro diverso alla tua città.
    Per cominciare ecco alcuni consigli, che sono una consulenza a titolo gratuito: Istituisci un Osservatorio sul degrado; Migliora la conoscenza della gestione dei rifiuti e il riciclaggio in modo da contribuire alla creazione di posti di lavoro; Cerca di fare leva sulle caratteristiche peculiari della nostra città; Fai della trasparenza uno dei tuoi punti di forza, senza tanti proclami; Inizia subito con l’edilizia pubblica attraverso la manutenzione di tutti gli immobili comunali, sfruttando l’ipotesi di un leasing in costruendo; Pensa alla Pescaturismo come un’attività integrativa alla pesca artigiana; Favorisci il “Tonnarellismo” anche con il Turismo della salute, attraverso i bagni di sole come cura per risolvere problemi di: reumatismo, osteoporosi, artrosi, depressione, ansia….- N.B.: Questi primi consigli sono a costo zero. Firmato Pino Triglia.

  74. nino fiorentino: infatti la penso nello stesso identico modo, tanto è vero che prima di telefonare all’AST (dove mi hanno risposto al terzo numero che ho provato perchè i primi due squillavano a vuoto) il mio parente aveva fatto avanti e indietro per due giorni con la stessa identica esperienza del foglio appeso al palo e senza che nessuno riuscisse a dargli adeguate informazioni. Quindi mi rendo conto come sia ancora peggio per un turista che arriva in aeroporto e gli sembra di essere atterrato nel deserto del Sahara…A me l’anno scorso accadde di tornare da Palermo in pullmann e dover dare un passaggio in hotel a due anziani coniugi belgi che carichi di valigie e purterano scesi dal pulmann e ignari aspettavano invano un autobus che passasse da li per portarli in albergo…Ne abbiamo di strada da fare, tanta davvero…e non solo in senso metaforico!

  75. nino fiorentino | 26 giugno 2012 at 13:47 |

    @catia catania: ho riletto attentamente il commento di ivan marino riscontrandovi sì una certa acidità, ma diretta non tanto nei suoi confronti, quanto nei confronti di chi non riesce a capire, pur investito, magari, di una delega al turismo, che mentre il siciliano che si reca altrove, una volta sceso dall’aereo, non ha alcuna difficoltà a trovare già in aeroporto tutte le informazioni possibili per i collegamenti a terra, chi scende a Birgi, e deve recarsi a Mazara ( perchè per Marsala, Trapani e Palermo le cose vanno un pò diversamente ) non ha modo di sapere come. E se, magari, per un mazarese può essere più facile informarsi ( ma neanche tanto: avete mai avuto a che fare con l’AST? io sì..) per chi arriva da tutt’altra parte, e non trova un bel cartello con gli orari, le destinazioni, e magari i prezzi in corrispondenza della porta d’uscita, non saprà a che santo votarsi. Il fatto è che che siamo amministrati da una classe politica che è ancora ferma al concetto che il mezzo di collegamento istituzionale tra aeroporto e città è ‘lu frati, lu cucinu,lu parenti chi tti veni a pigghia cu la machina’…poi ci lamentiamo se crolla il flusso turistico a Mazara, città dove spesso il turista capita per caso, me se ne innamora.. ma noi facciamo niente per far sì che ci passi magari per caso, lo scoraggiamo. In una società dove apparire è sempre più importante torna utile anche il nome della città su una tabella in un aeroporto. Ma com’è che non si capisce? L’altro giorno su periodico turistico siciliano ( si chiama amunì ) era scritto che per raggiungere Mozia occorre imboccare l’A/29 direzionale Marsala-Palermo. Non esiste un’autostrada Marsala-Palermo, ma i nostri vicini fanno finta che ci sia. Scriverò a quel giornale, come ho sempre scritto a tutti quelli che parlavano di autostrada Palermo-Trapani ( non esiste un’autostrada Palermo-Trapani ), ma perché chi di dovere non si sforza di far girare di più il nome di Mazara? Non voglio difendere nessuno, signora catia, ma penso che sul punto la pensiamo allo stesso identico modo tutti e 3. Anzi non solo tutti e 3..

  76. Esattamente un anno fà, il Sindaco mi aveva promesso che a partire dal 01 Agosto 2011 avrebbe provveduto a far cambiare le direzioni di marcia di Via Roma e di Via Madonna del Paradiso. Mentre Lui e la sua Giunta continuano a perdere tempo noi continuiamo a rimanere dietro ai passaggi a livello anche quando non dobbiamo attraversarli, infatti, ogni volta che chiude il passaggio a livello piazza Madonna del Paradiso si intasa bloccando tutti anche coloro che devono prendere via Ferrovia per andare in Via Salemi o in Via Castelvetrano, così pure chi da Via Salemi deve andare verso Via Marsala rimane bloccato in Via Calatafimi.Per non parlare che anche quando i passaggi a livello sono aperti le macchine che da Via Roma vanno in direzione Marsala bloccano quelli che dal senso contrario vanno verso il centro. Possibile che non si comprende che basterebbe invertire i sensi di marcia citati che risolveremmo al 50% i problemi di questi cittadini d’oltre confine? E’ Veramente così difficile d’attuare?

    Mi auguro che questa email possa raggiungere il Nostro Sindaco, dal quale mi aspetto una risposta concreta.

  77. Ivan Marino: nessun canale impossibile da invdividuare , ho semplicemente telefonato all’Ast perchè mi serviva sapere se il servizio c’era ancora per un mio familiare che sabato scorso doveva partire e mi hanno risposto che era assicurato fino al 23 giugno. La mia era una risposta a nino fiorentino che pensava fosse già stato tolto, non aveva nessun’altra finalità e francamente non capisco il motivo dell’acidità del suo commento. Ovvio che mettendomi nei panni del turista mi viene da flagellarmi, per questa e per tutte le altre cose che non vanno nella nostra cosidetta “città a vocazione turistica”, ma mi pare che sono considerazioni di cui non ho mai fatto mistero…

  78. nino fiorentino | 26 giugno 2012 at 08:52 |

    Quel che segnala ivan marino è l’ennesima riprova che come a servizi pubblici qui siamo nel 3° mondo, anzi nel 4°.. e lo dico con cognizione di causa perchè conosco il livello delle autolinee e relativi servizi dell’ex 2° mondo, ex Jugoslavia tanto per intenderci.. ma quel che riporta catia catania è allarmante. ripeto: stiamo perdendo l’autobus da e per Birgi in piena stagione estiva? Ma siamo impazziti? Ed il Sindaco che fa? Si può sapere?

  79. Capisco che Lei si è informata di persona personalmente ….con qualcuno…..vorrei proprio sapere con chi…ma si metta nei panni del turista……!!!!! LA sua informazione che arriva da canali impossibili da individuare a chiunque venga da altrove …non esistono perchè non sono alla portata di tutti…Se non c’e un orario ufficiale accessibile a tutti vuol dire che il servizio non e’ assicurato. Potrebbe, un avvocato zelante,  riscontrare il reato penale di interruzione di servizio pubblico??? Sono queste cose che chi si proclama opposizione dovrebbe denunciare..altro che pomposi comunicati sui massimi sistemi della politica…..

  80. M i sono informata personalmente e fino a sabato scorso il servizio era assicurato. Questa settimana avrebbero dovuto decidere se continuarlo o meno. Certo che interromperlo proprio in estate è una gran bella beffa!

  81. No L’autobus c’e’ sono gli orari che si tramandano da bocca in bocca …senza alcuna certezza….Un signore che ha un’ attività commerciale nella piazzetta mi ha detto…” se aspetti prima o poi passa……..passari ava..”  Io ero tentato di andare al comune e chiedere al Sindaco..in nome della vocazione turistica della città e dell’ IMU, che mi prestasse l’auto blu con lampeggiante e scrupoloso autista….

  82. nino fiorentino | 25 giugno 2012 at 11:58 |

    Abbiamo perso pure il bus Mazara-Birgi???? Noooo!!!!!!

  83. …Andare a cercare gli orari AST del Bus per Trapani Birgi e trovare un foglio bianco affisso su un palo..Per tutto il resto c’e  Mastercard..per pagare profumatamente un servizio privato……

  84. Perche i lavori per la pulizia della spiaggia iniziano sempre con ritardo ? E perche’ poi questi lavori non vengono completati? Ve lo dico io perche’………… ……………………perche’ siamo a MAZARA DEL VALLO ! Una delle nostre cose belle e’ proprio la Spiaggia di Tonnarella e non si fa niente per valorizzarla . Mi vanto di dire che abbiamo uno splendido mare e una spiaggia che andrebbe piu’ salvaguardata . Vogliamo far conoscere questa spiaggia al Turista? Bene , iniziamo per prima noi cittadini a mantenerla pulita , perche’ vi ricordo cari signori e signore , che la pulizia non e’ da considerarsi solo quella dentro le vostre case ma ANCHE fuori le vostre case . Cosa ci vuole per creare un bel muretto ? Abbiamo un muretto della Spiaggia se cosi’ posso definirlo , che e’ piu vecchio delle pietre di STONEHENGE . E’ vergognoso !
    Mi auguro che con il tempo Mazara riesca ad emergere da questa palude .Ma bisogna che ci sia anche il contributo del cittadino .

  85. Forse non ci avete fatto caso, ma ogni anno che passa la spiaggia libera a disposizione dei bagnanti, diventa sempre di meno.Infatti, a parte che ogni anno spuntano sempre nuovi lidi, quelli che già c’erano chiedono ogni anno l’ampliamento degli stessi con il placito benestare di tutti gli enti preposti a dare tale permesso. Il litorale libero a disposizione della collettività diventa sempre più piccolo, e nessuno fa niente per combattere questo sconcio.

  86. Al Sign. Sindaco e a tutta la squadra che lo circonda ,
    Fatemelo dire , ma avete fatto detto secondo la terminologia marinaresca : ACQUA DI PUPPA !
    E’ evidente che questo paese non vuole progredire .Forse non ha i mezzi o forse non ci sono le teste giuste .Il mio disappunto non e’ rivolto esclusivamente all’ Amministrazione Comunale , ma anche al cittadino Mazarese che con la sua ignoranza e poco senso civico , contribuiscono a sprofondare Mazara sempre piu’ verso gli abissi .Chi ha vissuto fuori citta’ , specie all’estero come me , si puo’ rendere conto di quanto migliore e’ lo stile vita altrove e di quanto effettivamente Mazara deve fare per raggiungere solo 1% di quei livelli. Un paragone come dire : DALLE STALLE ALLE STELLE ………………….. In fondo pensandoci bene ,metaforicamente parlando ,Mazara e’ una grande stalla considerando tutti sti caproni che ci vivono. Signori , invito tutti a cambiare mentalita’ e ad avere piu’ rispetto per il prossimo e per l’ambiente in particolare .E’ vero che le strade ed ogni angolo della citta’ e’ sporco , ma prima di criticare chi svolge il servizio di pulizia urbano(di cui tra l’altro i miei occhi vedono poca operativita’), bisogna che ognuno di noi abbia la cortezza di avere piu’ rispetto per l’ambiente perche’ i primi a sporcare siamo proprio noi e do ragione quando qualche amico di fuori mi dice che siamo come gli Arabi. Al turista che viene a MAZARA DEL VALLO , gli basta un quarto d’ora per capire di quanto sporca sia la citta’ e di sicuro cari amici , quel turista non verra’ piu’ e nemmeno ne potra’ parlare bene . Questo e’ un dato di fatto , e questo non ci valorizza. Tra le altre cose che non tollero e’ il fatto di non avere un servizio di trasporti per come si deve ,le strade fanno letteralmente schifo ,le autorita’ locali anziche’ fare il loro dovere stanno a bere caffe’ nei bar come se non avessero niente da fare …..si tutto sotto controllo !Mi da un gran fastidio vedere queste donne in divisa , le ausiliari del traffico , che passeggiano in gruppo per C.so Umberto con la sigaretta in mano a vedere le vetrine . BELLA VITA SI DURASSI ! ANDATE A LAVORARE COME SI DEVE , punite le inflazioni , fate verbali dove occore, mettete ordine , ma ricordatevi che Mazara non e’ solo C.so Umberto , Potrei stare ore a scrivere ma non ho il tempo e non mi va , vorrei elogiare il Sign.Triglia per i suoi commenti di cui condivido in pieno ma anche tutti gli altri che commentano storie e fatti quotidiani importanti e che purtroppo non vedendo risposta da parte del Comune aime’ sembrano parole gettate al vento.Si ha un po deluso il Sindaco ma ribadisco che gran parte dell’aiuto possiamo darlo noi cittadini se solo cambiassimo un po’ la mentalita orientandola piu’ verso una cultura del senso civico alla pari degli altri , inoltre invito i Signori che stanno sempre in giacca e cravatta e magari con il sigaro in mano , a lavorare con impegno ed onesta’ e a non solo guardare i propri interessi ma anche quelli del cittadino e della Citta’.

  87. Non so come dirla ma….
    Cosa sta aspettando Mazara, cosa aspetta questa Amministrazione Comunale,
    a patrocinare una personale di pittura e la creazione e PUBBLICAZIONE del catalogo
    all’artista mazarese, nostro concittadino SALVINO CATANIA?
    Non Vi sembra una cosa bella e dovuta?
    Saluti.

  88. Per la redazione più precisamente per Antonino Cusumano
    Ho letto l’articolo relativo la mercato ittico all’ingrosso la storia dell’astatore vito Asaro.
    ho qualche dubbio: conosco un astatore ancora in attività dei due rimasti che si chiama appunto Vito Asaro (è vero che a mazara son tanti) non mi risulta che abbia 77 anni (parecchi meno) e il soprannome è Jaffa,  forse stiamo parlando di due persone diverse…… o forse no.
    cordiali saluti Luigi

  89. Tutta la classe politica a mazara ha fallito,non è notizia Lo so,tutti i giovani o quasi i giovani sono a Milano,bologna,Piacenza etc..in città regna l anarchia(gente che sporca,che parcheggiato dove le pare,esempio VIA salemi e via vittoria Veneto di fronte ai negozi o bar),non c è verde pubblico,un parco verde dove rilassarsi e portare il proprio cane,marciapiedi vecchi,strade senza segnaletica orizzontale,strade sporche,spiaggia sporca,opere incompiute,mancano i dettagli come alberi o monumenti che rendono una città attraente,non ci resta che scappare,Io Ho provato a dare il mio contributo ma non cc è niente da fare Ho deciso i miei figli non vivranno le mie frustazioni,abbandono la città,grazie politici vi stimo 

  90. Dal 20 giugno l’aliscafo che prima faceva la tratta Mazara – Pantelleria farà la tratta TRAPANI – Pantelleria , COSA NE PENSA l’ON: SCILLA ?
    Cosa ha fatto il Signor Sindaco e l’amministrazione tutta per mantenere il collegamento Mazara – Pantelleria ?
    A Pantelleria bisogna arrivarci PER FORZA SOLO DA TRAPANI che è pure più distante con costi maggiori?
    La tratta Mazara -. Lampedusa è stata annullata per coprire i maggiori costi che comporta Trapani Pantelleria?

  91. Mi auguro almeno venga realizzata la pista ciclabile, che consentirebbe una bella passeggiata per tutto il litorale, faciliterebbe l´accesso alle calette e, soprattutto, dimostrerebbe che almeno stavolta la nostra cittá si mette al passo con i tempi, senza i soliti 40 anni di ritardo!

  92. studio Architettura fuori città e ritorno, quando possibile, a casa.
    non ho potuto fare a meno di notare i lavori strutturali del lungomare che porta verso Torretta.
    siete coscienti di avere distrutto in maniera irreparabile un paesaggio?
    di avere prevaricato l’identità di un luogo, chi lo abita, chi potrebbe fruirlo?
    o pensate che uno sfogo di cemento impenetrabile sia la soluzione migliore alla mitigazione spontanea che avviene tra un abitante e un ambiente naturale o, peggio ancora, una “riqualificazione”?
    se l’obiettivo era quello di dotare il lungomare di un impianto di illuminazione adeguato, un percorso pedonale, una pista ciclabile, esistono strategie ugualmente semplici, meno aggressive e probabilmente meno costose. potrei elencarle.
    quando si opera in questi ambiti e a questi livelli bisogna avere molto chiari i concetti di identità e permanenza. o pensate che un intervento, seppur disordinato, sia la migliore risposta all’urgenza?
    mi chiedo, è stato indetto un concorso? una tavola rotonda con associazioni culturali, ambientaliste? sono stati adeguatamente informati i cittadini sui dettagli del progetto?
    è possibile che 10 km di costa meravigliosa siano risolti con un muro?  
    non basta aver ridotto ai minimi termini gli spazi pubblici, verdi e non, di una città che ha perso il senso della comunità e del dialogo, della poesia? 
    si è stanchi della rassegnazione che si allaccia, attorno al collo e per le mani ogni mattina, dopo il caffè. lasciateci il mare e un pò di terra con il dovuto rispetto: ci appartiene.

  93. antonietta p. | 9 maggio 2012 at 18:11 |

    salve
    vorrei mettere un attimo in evidenza come si continua a sperperare i soldi di noi cittadini a mio avviso…naturalmente!!
    è vero stanno ristrutturando, se così si può dire, il lungomare che porta a torretta, hanno detto che non c’erano i soldi per poter fare una pista ciclabile, ma stanno facendo un muretto, che a mio avviso, oltre ad essere pericoloso, costoso non migliorerà la bellezza di quella strada, quando era sufficente una staccionata in legno o altro materiale, che avrebbe permesso la visibilità della costa, una strada più larga ed una pista ciclabile.
    Siamo in un periodo dove se è possibile si cerca di evitare l’utilizzo del cemento in favore di materiali naturali e armoniosi, si cerca di tutelare il più possibile le bellezze della natura, ma a Mazara NO…forse mi sbaglio ed è solo una mia impressione…

  94. E’ un porto franco…non vi e’ dubbio!tutto sfugge al controllo degli organi diversamente preposti!tutto langue paurosamente!non si percepisce alcun segno di risveglio di questa citta’ ed i “vasi”,,seppur colorati ,non riescono ad animare alcunche’ attorno a sè..La citta’ è nelle mani del caso! A tutto questo si aggiunge la totale assenza di sicurezza e di forze di polizia che controllino il territorio soprattutto nelle prime ore del sabato sera quando piccole bande organizzate di ragazzi di varia nazionalita’ terrorizzano ragazzini vogliosi solo di passeggiareSindaco sei al corrente di tutto questo?

  95. Buongiorno, abbiamo fatto risplendere questa stupenda città abbellendola con vasi e piastrelle in ceramica, ma perchè non mettiamo delle belle panchine e dei vasi anche in Piazza Plebiscito che ancora mancano???

  96. @mazaraonline………… Caro direttore sono felice di apprendere che nei prossimi giorni gli alberi del lunogomare saranno liberati. Vabbene che a inizio autunno bisognava proteggerli dalle mareggiate ma, per quanto riguarda il vento molto forte, ti ricordo che nella nostra città il vento non manca mai, soprattutto quello di scirocco che arriverà nei mesi prossimi giorni. Siamo in primavera inoltrata e ormai gli alberi sono attecchiti e si sono rinforzati. Quindi è arrivato il tempo di lasciare fare alla natuta. Rimango del parere che si tratta di negligenza. Mi sono informato con un esperto in Agraria e la pensa esattamente come me. Bisogna liberarli al più presto prima che muiano a causa della formazione di muffe all’interno dell’involucro. Basta avvicinarsi per vedere in che stato sono. – Cmq. grazie per la risposta.

  97. nino fiorentino | 24 aprile 2012 at 11:54 |

    @baldo giacalone. semplice: perché l’hai già scritto tu..cmq, la vedo come il direttore..

  98. mazaraonline.it | 24 aprile 2012 at 10:15 |

    @ Baldo Giacalone .,…………… Gli alberi del lungomare sono stati protetti dalle mareggiate ad inizio autunno e saranno liberati nei prossimi giorni perché in questo periodo il vento può essere molto forte.

  99. @nino fiorentino. Hai proprio ragione, qui bisogna parlare solo dei problemi della città. Ma allora mi spieghi perchè non hai scritto una sola riga all’APPELLO che ho fatto il 19 aprile a riguardo degli alberi del Lunogamare San Vito che stanno soffocando e marcendo dentro un sacco di plastica? – Nessuno sembra essere interessato a liberare queste bellissime piante. Se continua così addio alberi. Se siamo in tanti a sollevare il problema forse riusciamo a salvare un grande patrimonio naturalistico.

  100. gianni bruno | 23 aprile 2012 at 17:02 |

    Se vi capita di aver bisogno di una farmacia, se vi capita la domenica pomeriggio e se capita di turno la farmacia di via San Giuseppe, fate come ho fatto io, girare e girare e girare, oppure lasciate la macchina in doppia fila e chi si è visto sì è visto.

  101. nino fiorentino | 23 aprile 2012 at 10:08 |

    @baldo giacalone. Veramente qui si dovrebbe parlare dei problemi della città. Tuttavia non credo bisogni scomodare né San Vito né sant’Ignazio per risolvere quelli della nazione. Basta convincere gli italiani a non sostenere più nelle urne Berlusconi. Sì perché é lui che impedisce a Monti di istituire quella patrimoniale necessaria per reperire i fondio per rilanciare l’economia. In questo modo Monti continua ad essere costretto a tartassare il ceto-medio basso ( aumento delle accise, dell’IVA e tassazione delle prime case ) con effetti depressivi sull’economia, tralasciano coloro che hanno tanti di quei soldi che non sanno nemmeno come spenderli..

  102. Santu Vitu di Mazzara cu lu vrazzu nà ripara – Lampi e trona itivinni arrassu chista e la casa di Santu Ignaziu. – Così recitavano le nostre nonne, quando nel cielo di Mazara si scatenavano forti temporali. Oggi è il caso di recitare questa orazione tutti i giorni per liberarci dalla POLITICA e dai suoi LADRONI. Ma aggiungerei di più: Dìu ci nni scansi e liberi. Si perchè solo Lui, l’Onnipotente, ci può liberare dal male del secolo (corruzione a tutti i livelli e ladrocinii). Povero Prof. MONTI, illuso di poter passare come il salvatore della nostra cara e amata ITALIA. Non riuscirà mai a sconfiggere le mafie e i poteri forti che si annidano in tutti i livelli istituzionali, non riuscirà nemmeno a liberarci dai Partiti come la Lega Nord-LADRONA e tutti gli atri ancora più ladroni. Se ci riuscisse la nazione dovrebbe fargli una statua tutta d’oro. W l’ITALIA.

  103. nino fiorentino | 19 aprile 2012 at 16:06 |

    Nelle scorse settimane il sindaco di Erice s’è dato un gran da fare per rastrellare randagi dal lungomare di san Giuliano..sono stati accalappiati decine di cani…ma è scattata, puntuale, la denuncia degli animalisti che lamentano l’uso di proiettili narcotizzanti…

  104. tonnarella invasa dai cani randagi che quotidianamente inveiscono in branco i malcapitati ciclisti e i pedoni tanto che gli abitanti della zona per andare a buttare la spazzatura ci vanno armati di bastone o di pietre.E il canile comunale? E la ditta accalappiarandagi che ci costa tanti soldini? Da almeno un mese ho segnalato piu’ volte questo problema al comando dei vigili urbani e mi e’ stato detto che parecchie persone prima di me gia’avevano segnalato il fatto.Visto che la situazione e’ rimasta invariata e considerato il fatto che potrebbe anche accadere qualche disgrazia a chi ci dobbiamo rivolgere per risolvere questa vicenda a San Vito?

    Cordiali saluti

    Michele Frazzetta

  105. Gentile Signor Carella la ringrazio per aver citato il mio post su S.O.S(scritto più di un anno fà) in riferimento allo scriteriato e incompetente modo di allestire fiere, rassegne, mostre e “teatrini” vari, da parte della nostra amministrazione.- P.S.: Signor Carella, purtroppo la gestione degli eventi a Mazara, spesso o quasi sempre, viene affidata a dei valletti in livrea il cui compito principale è quello seguire o precedere la carrozza del padrone.- Cordialmente Pino Triglia.

  106. Faccio un appello a tutti colori i quali, Sindaco in testa, hanno il compito di salvaguardare gli alberi del nostro fantastico Lungomare. Gli alberi ancora oggi incappucciati da una fitta rete verde sono ormai al collasso e nessuno si interessa per liberarli. STANNO SOFFOCANDO e MARCENDO – LIBERATELI – FATELI VIVERE.

  107. Buongiorno,
    ho scoperto da poco il Vs/ sito ed anch’io voglio lasciare un commento, (non sono un mazarese di nascita, sono di Milano,  ma la Vs/ città mi ha affascinato ed alcuni anni fa ho acquistato un’abitazione e vengo regolarmente per farmi 2/3 mesi di relax) faccio riferimento allo scritto del sig.  pino triglia  in cui lamenta la necessità di rilanciare l’economia cittadina, sono pienamente d’accordo su quanto scritto, purtroppo devo constatare che non viene fatto nulla per rilanciare anche la microeconomia, durante l’estate vengono fatte un paio di (chiamate pomposamente) “fiere” del levante e del ponente, ci sono stand di prodotti “cinesi” o similari ho trovato uno stand di prodotti calabresi, ma di siciliano o mazarese nemmeno l’ombra eppure di prodotti culinari o di artigianato locale,  vi sono sul territorio molte realtà valide dall’olio extra vergine fatto con le olive nocellara e tutto quello legato alla trasformazione di prodotti legati alla terra, alle terrecotte ecc.  ecc.
    E’ mai possibile che  la pro loco il comune gli imprenditori locali non facciano nulla per invertire questa rotta, personalmente e posso dire anche di mazaresi e turisti, acquisteremmo volentieri i prodotti  locali trovati e visti in una manifestazione “fieristica”.
    Spero che qualche cosa cambi
    Cordialmente
    Luigi

  108. salvatore quinci | 22 marzo 2012 at 20:03 |

    Sono  il cittadino Mazarese che pago le tasse regolarmente anzi pago pure l addizionale comunale e regionale da più di 20 anni illumino la strada dove abito (via monte cervino ) visto che  quelli che abitano prima e dopo la monte cervino (più fortunati in quanto anno l illuminazione  e credetemi non ce niente di più bello della luce ) VISTO CHE  QUESTA STRADA  E ASFALTATA E STANO FACENDO LA FOGNATURA DELLE ACQUE BIANCHE MI SEMBRA GIUSTO CHE SI FACCIA L ILLUMINAZIONE SIGNOR SINDACO SIAMO FIDUCIOSI SPERIAMO BENE RINGRAZIANDOLA . Mazara 22/03/2012

  109. il semaforo della via bessarione angolo via del mare via venenzuela e’ da giorni che e’ rotto e nessuno dell’amministrazione comunale si prende la briga di farlo sistemare spero che provvediate al piu’ presto prima che costi la vita a qualche persona che magari andando di fretta o non rispettando la segnaletica possa incappare in qualche bruttissimo incidente.grazie

  110. salve a tutti i mazaresi,forse nessuno leggera’  mai questi commenti o meglio forse solo le persone civili ed educate che amano la nostra citta’,per salvare mazara dobbiamo combattere gli incivili e mi sono reso conto che sono tantissimi,e fanno figli sempre di piu’.Cmq io non c’e’ la faccio piu’ a vivere a mazara,macchine in doppia fila,strade senza segnaletica orizzontale,gente che sporca a terra (sigarette,chewngum,carta,cartaccia etc…),non c’e’ verde pubblico,i segnali non vengono rispettati basta vedere via salemi c’e’ un divieto di sosta quanto una casa e la gente se ne fotte,idem via beato giacomo cusmano per farvi uno dei tanti esempi,la cosa che mi rattrista e che i miei amici vivono felici e beati ma come CAVOLO fanno c’e’ da impazzire in questa citta’,spero che qualcuno capira’ da un cittadino che ama veramente la citta’

  111. Gianni Bruno | 6 marzo 2012 at 19:38 |

    Vorrei dire a un essere vivente, che respira che vive, come possa spendere dai 3 ai 5 euro per comprare una bomboletta di vernice spray colore rosso e scrivere sui muri di Mazara NO TAV, vorrei dirgli MA CHE Mi….IA DI AMBIENTALISTA SEI? conserva i soldi per farti curare

  112. Che fine ha fatto la   rotonda?  Un bel vedere?

  113. L’illuminazione in Viale Giangreco, interrotta dal furto dei cavi aspetta da due anni il ripristino. Ma questo sindaco non aveva detto che era il sindaco di Tutti i cittadini? Allora perché discrimina gli abitanti della periferia?

  114. Appena tre giorni fa alle ore 16,30 sulla via emanuele sansone davanti la banca mi trovo sotto i miei piedi un bel “simpatico topo di discrete dimensioni”
    Mi chiedo e nello stesso istante mi do una semplice risposta ” vivo in un paese dove si pensa a posizionare vasi colorati insignificanti” quindi uno spreco di denaro e di tempo mentre nonsi fa neanche una semplice derattizzazione.
    La civiltà non è fatta di apparenze futili a danno dei cittadini senza neanche pensare all’incolumità salutare dell’essere umano mazarese visto che “qualcuno sta pensando di MIGLIORARE QUELLO CHE CHIAMA IL MIO PAESE” che sta semplicemente sfruttando facendolo sprofondare nell’abisso!!

  115. Andrea, non esiste un modo per far emergere questo problema? A dargli visibilità a 
    Livelllo nazionale? Chiamiamo Striscia?!!? Qualsiasi cosa che possa far cadere i riflettori su Mazara e fare vedere come il popolo mazarese, in parte assuefatto dall’immobilismo delle forze dell’ordine, in parte connivente con questo ormai comune fare che domina il normale comportamento di tanti mazaresi, poco faccia per ribellarsi denunciando. 
    Mi aspettavo un fiume di commenti e invece siamo solo io e te. 
    Ribelliamoci…un giorno in strada ci andranno i nostri figli. Cosa vogliamo lasciargli in eredità?

  116. Pierluca! devo contraddirti per l’ultimo capoverso ha fatto un errore di valutazione. Sono altre le persone intelligenti.

  117. Da anni vivo in quel di Milano ma continuo sempre ad avere a cuore ciò che accade nella mia città natia…dopo aver appreso degli ultimi atti di efferata violenza accaduti in questi mesi, vista l’innefficienza di tutte le forze dell’ordine presenti nel comune propongo per il bene di tutti i cittadini di chiedere l’intervento dell’esercito così come avvenne per i vespri siciliani del 1992.
    Al sindaco Cristaldi, che vanta di amare questa ormai ex ridente città domando: “Cosa aspetta per reagire? Lei deve avere a cuore i cittadini come fossero suoi figli. Pensi a questo piuttosto che pensare a mantenersi lo stipendio.Ritengo di avere davanti una persona intelligente che saprà cogliere la mia provocazione come una spinta per migliorare e migliorarsi.”

    Grazie
    Pierluca Prestifilippo

  118. Ho pensato ,come logica conseguenza dei suoi discorsi ,che il sindaco on.cristaldi volesse ad inizio del suo mandato puntare molto,,e per me logicamente, sulle prospettive turistiche che questa citta’ certamente potrebbe avere e che le consentirebbero di sollevarsi da una crisi economica generale ma sopratutto di settore(marineria).Noto a tutt’oggi, per es., che il litorale di tonnarella con il suo slendido mare “piscina”,come e’ stato definito da alcuni amici stranieri,permane in uno stato di abbandono e degrado che non ci fa’ onore e sopratutto non contribuisce a quel decollo turistico tanto auspicato. In tutte le cittadine di mare,infatti,il litorale decoroso,pulito ed organizzato,rappresenta valida testimonianza dell’attenzione della comunità e dell’amministrazione verso le inclinazioni e le naturali vocazioni del luogo;;tanto più se si pensi che basterebbe tutto sommato un progetto economicamente sostenibile(un piccolo restiling,pulizia e controllo della polizia municipale)per conseguire ritorni di immagine e flussi turistici. Pe tutto questo che, ti assicuro sindaco,e’ condiviso con me da tanti ti invito a guardare oltre il solo lungomare s.vito:c’e’ un’altra spiaggia dall’altro lato che richiede una giusta attenzione! C’e’ tutto il tempo siamo ancora a febbraio!

  119. Nelle palazzine popolari di Mazara due è da una settimana che manca l’acqua,per “sentito dire” sappiamo SOLO che c’è stato un guasto.. NON sappiamo a che cosa,dove, QUANDO torneremo ad avere l’acqua.. NESSUNA informazione ci è stata data!Siamo proprio al di fuori del mondo? Dobbiamo pensare che forse qui non siamo in grado di leggere informazioni,chiarimenti e notizie o di interessarci alla nostra stessa situazione,in questo caso,problematica?? Non viviamo qui come fossimo branchi di lupi…sarebbe OVVIO in un paese civilizzato quale siamo sapere queste cose,non credo che molti sappiano cosa vuol dire vivere senza acqua corrente..ma qui ormai è questione annuale ..GRAZIE E SPERO SERVI A QUALCOSA QUESTO COMMENTO!!

  120. nino fiorentino | 31 gennaio 2012 at 08:30 |

    Quello che dice l’ottimo pino triglia ricalca, pari pari, il contenuto del programma TV ‘ti ci porto io’ andato in onda su ‘La7’ sabato scorso.. E dove, a parer mio, abbiamo fatto un figurone, a parte qualche inquadratura che sarebbe venuta meglio senza giare…

  121. @Andrea Asaro, io comincio a pensare che quella gestionale sia anche peggiore di quella politica, pensa un pò!

  122. Secondo me la cosa che maggiormente non funziona, in codesta Città, è l’Amministrazione Comunale sia politica che gestionale. Funzionassero le due, le altre camminerebbero di pari passo ma fini a quando sarà questo Mazara non decollerà mai.

  123. La mia protesta è rivolta al cattivo stato in cui si trovano i cassonetti della spazzatura e il suolo circostante ad essi di Mazara. La colpa è da attribuire principalmente al comportamento ,a dir poco incivile, dei cittadini che pur di non sollevare il sedere dall’auto lanciano o depositano per terra i sacchetti.
    Questo atto sporca la strada rendendo inaccessibile la zona circostante ai cassonetti.
    I miei propositi a riguardo sono di:evitare i limiti di orario(tanto nessuno li rispetta)e bonificare mediante opportuni lavaggi i cassonetti.
    Ps. Preferisco che i vigili Urbani facciano più controlli!

  124. La mia protesta non è contro l’amministrazione comunale, bensì contro quei cittadini (che già chiamarli tali è troppo), che continuano a compiere atti di vandalismo nei confronti di opere pubbliche e private, che, apprezzabili o meno, sono frutto del lavoro di persone che le fanno comunque con passione e col cuore, che sia esso il Sindaco con le sue anfore, o che sia un semplice cittadino che ha il piacere di fare un dono A PROPRIE SPESE alla città di Mazara del Vallo. Mio padre, Antonino La Grutta, un piccolo Grande poeta, ha fatto realizzare prima una targa in onore dei pescatori, che è stata oggetto di vandalismo e che tuttavia mio padre (spendendo altro tempo e soldi) ha voluto rifare, e in seguto, una colonna con un benvenuto ai turisti che visitano la nostra città, (spendendo nuovamente tempo e soldi) solo per il piacere di fare, ribadisco, un dono alla nostra città, che stanotte è stata distrutta. Mio padre è un umile pensionato che ha la passione della poesia, ha voluto fare un regalo alla nostra città e ai suoi cittadini, che davvero non meritano nulla…ingrati e incivili. Prima di pretendere, dovremmo per primi noi avere rispetto per la nostra città, e solo così potremmo lamentarci di un’amministrazione che non ci assicura i giusti servizi…

  125. Signor Sindaco, le scrivo per segnalarle un grave disservizio sulla manutenzione della rete fognante che serve la via Messina angolo con via Campobelluccio da parte dell’ufficio competente, tale disservizio sta arrecando gravi disagi alla popolazione ivi residente. Nonostante il sottoscritto abbia gia segnalato il problema più volte alla sua amministrazione ed al servizio di igiene pubblica il problema non è stato ancora risolto nè l’ufficio siè degnato di rispondere alle richieste del sottoscritto, pertanto le chiedo di volersi attivare per risolvere il problema, consistente in una fuoriuscita di liquami dalla strada, più volte segnalato.fiducioso resto in attesa di un sollecito riscontro. Prof. Baldassare Calamia.

  126. Grazie Micol per avermi fatto capire che era ironico (sinceramente non ci ero arrivato)….Pero’ trattandosi di un mezzo di informazione …se l’ironia non e’ evidente  la si potrebbe facilmente considerare pubblicità ingannevole…..oppure informazione priva di fondamento… e forse chissa’ violare  codice un auto regolamentazione o deontologico addirittura una legge dello stato!! QUesto comportamento   la dice lunga sull’affidabilità  di questo  TG…. Ma guardare qualche Tg di TELE-JATO NOO?  Troppa paura di imparare a fare informazione???…Qualunque lettore medio sa per certo che il giornalista racconta i fatti per  creare le opinioni….. i processi alle intenzioni son ben altra cosa  dalle nostre parti si chiamano CHURTIGGHIU…

  127. ringrazio Ivan per avermi fatto capir e il significato delcountdown che da qualche giorno leggo in alto a sx durante il tgvallo.Davvero non lo avevo capito.Adesso mi fa sorridere…Che ironia Sig.Dilluvio.

  128. FINALMENTE SONO INIZIATI I LAVORI DELLA MAZARA-TORRETTA GRNITOLA………………..

  129. Davvero divertente questa nota dell’ informazione locale..Leggendo oggi la home page della piu’  antica TV locale mazarese si legge evidenziato in giallo questa nota       “Mancano 41267 giorni alla consegna del nuovo ospedale di Mazara del Vallo prevista per il 31 dicembre 2013”   ora va bene che il cittadino indigeno ha maturato nel tempo una grande capacità d’attesa a tal punto che in alcuni casi sarebbe meglio  ritornare alle vecchie e sempre affascinanti clessidre ma i conti non tornano.A prima vista mi sembrava che qualcosa non andasse ma facendo due conti   a mente allora dico un anno ha 365 giorni e 6 ore ne mancano due  al 31 dicembre del 2013 pertanto sarebbero 730 giorni e 12 ore meno 6 giorni  già trascorsi del 2012. Penso che forse  avrebbero voluto calcolare le ore  allora rifaccio il conto [(730gg -6gg)x24h]-12h=17388 h…Ora il problema e’  questo evidentemente c’e’ un errore involontario da parte del redattore che ha partorito questa bestialità ma un cittadino che apre il sito e legge che mancano 41267 giorni alla consegna di un servizio essenziale cosa vi sembra che debba pensare??? Almeno che invece di mancare  2 anni alla consegna non ne manchino 41267/365= 113 allora la data da mettere sarebbe quella 31 dicembre 2125 e comunque l’informazione sarebbe comunque  errata….

  130. antonio licata | 5 gennaio 2012 at 23:05 |

    ho visitato il nuovo sito del comune ed ho notato che quando un atto amministrativo viene pubblicato non contiene mai gli allegati, i dettagli che per legge devono essere pubblici salvo i dovuti omissis per il rispetto della privacy

  131. Dal 01/01/2010 le Pubbliche Amministrazioni devono garantire le indicazioni dell’articolo 32 della legge n. 69 del 18 giugno 2009, le “Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile” per garantire al cittadino una maggiore trasparenza dell’operato dell’intera macchina pubblica, impongono l’adozione dell’albo pretorio online come l’unico strumento di pubblicità legale degli atti e provvedimenti amministrativi.
    Gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale di ogni amministrazione pubblica sono assolti esclusivamente, a far data dal primo giorno dell’anno, quindi, con la pubblicazione sul sito web dell’ente stesso o su quello di altre amministrazioni. Chiedo al Gentilissimo Direttore di Mazara on line di ricordare all’amministrazione Comunale che ha l’obbligo della pubblicazione degli atti, e che ciò è omesso da Ottobre 2011 .Tale situazione è da ritenersi molto grave, in quanto sottrae al cittadino la possibilità della trasparenza degli atti amministrativi. VITO REINA .

  132. cerco disperatamente segnalatori ambientali….. ne avete notizia????

  133. Si pprega ll’amministrazione ddi iintervenire pulendo i ttombini ddi c.so uumberto pper eeliminare ll’annoso pproblema ddella ppresenza ddi ppozzanghere aai bbordi ddella strada dopo ogni ppioggia.

  134. Sono stato in silenzio,non perche’ i problemi di Noi residenti del centro storico e riguardanti il nostro diritto alla quiete notturna siano stati risolti,tutt’altro. Soltanto ci siamo armati di tanta pazienza.Ma
    qiest’ultima,si sa,ha un limite. Tutte le ns.denuncie,gli esposti ecc.a tutte le
    Autorita’ civili,religiose,politiche e militari,aria fritta e semplice.Non e’ cambiato nulla.I gestori dei bar del centro storico continuano imperterriti a fare quello che vogliano:sonorita’ musicali altissime,orari di chiusura chissenefrega,ora si mettono pure a friggere,con relativo maleodore;il vomito dei ragazzi e delle ragazze in bella vista davanti alle ns.porte!!! .Ma e’ possibile che in un paese civile? non esista una soluzione(buon senso e rispetto) che consenta agli uni (i residenti!) di dormire durante la notte ed agli altri (quelli che offrono diverimento – ma poi che divertimento e’ ubriacarsi e fare baccano – di lavorare? Semplice:rispettando le
    regole e facendole rispettare.Anche perche’ dormire due/tre ore per notte e la mattina successiva alzarsi per andare a lavorare non e’ certamente salutare.
    pietro ajello

  135. Salve mi chiamo P. Quinci, nato a Mazara nel 1958, ma abito da 30 anni a Roma, come me migliaia di altri concittadini siamo stati costretti per lavoro ad abbandonare la nostra meravigliosa terra di origine, nei momenti
    bui della vita e col passare degli anni il desiderio di ritornare nella terra di origine si acuisce sempre più, ci scalda il cuore ritornare una volta l’anno a Mazara è sempre nei nostri pensieri con i ricordi e gli affetti dei nostri cari.Il punto è: Mazara si ricorda dei suoi “figli” SPARSI NEL MONDO? Chiedo alla spettabile amministrazione comunale di “istituire” “LA GIORNATA DELL’EMIGRANTE” o qualcosa del genere(possibilmente nel periodo estivo) Vi ringrazio

  136. GIORNO 20/10/2011 PASSEGGIANDO PER IL COMUNE SENTO DELLE PERSONE PARLARE RIGUARDO IL CANILE COMUNALE DI MAZARA DEL VALLO .
    SI PARLAVA DELL’EVENTUALE GESTIONE PER CONTO DEL COMUNE SPOSTANDO DEI IMPIEGATI DA DOVE SONO PER INSERIRLI NEL CANILE COMUNALE ….
    ORA IO MI CHIEDO E MAI POSSIBBILE UNA COSA DEL GENERE DEI IMPIEGATI COMUNALI MESSI DENTRO UN CANILE SENZA UNA MINIMA ESPERIENZA DI GESTIONE SENZA CONOSCERE LA MORFOLOGIA E LA PISCOLOGIA CANINA … SARA UN VERO E PRORIO GENOCIDIO PER GLI IMPIEGATI PERCHE I CANI RANDAGGI HANNO UN ALTRA TESTA RISPETTO AL CANE CHE SI TIENE IN CASA …. SONO SPAVENTATI E QUINDI AGGRESSIVI SE TENDONO LE ORECCHIE BASSE VULDIRE CHE SONO PRONTI A MORDERE SE HANNO IL PELO ALTO VULDIRE CHE HANNO PAURA E POSSONO MORDERE E TANTE ALTRE POSTURE CHE SE NON SI SANNO INTERPRETARE POSSONO ESSERE MOLTE PERICOLOSE PER GLI ADDETTI HAI LAVORI .CON CIO’ CONCLUDO DICENDO SIETE RESPONSABBILI ED AFFIDATEVI A GENTE COMPETENTE E CAPACE DI SVOLGERE QUESTO LAVORO IN MANIERA LUNSIGHIERA E COERENTE NEL RISPETTO DI QUESTE POVERE ED INNOCCENTI BESTIOLE

  137. Cosa non va’ a Mazara???…………. Conviene piuttosto dire “Quale cosa e’ che invece va bene?”
    Spiaggia Pulita Inverno /estate…… Pulizia Citta’………Viabilità………Aria fritta……….

  138. Voglio denunciare una cosa a parer mio molto grave. E’ da alcuni giorni che l’area del marciapiede e della strada contigua davanti la scuola Gorgorosso è diventata una discarica a cielo aperto. Oltre ai cassonetti stracolmi, con i sacchetti della spazzatura ormai sparsi per strada e fatti a brandelli dai gatti ,con il contenuto che ormai è arrivato ovunque , ci sono materassi abbandonati, ante di mobili, insomma di tutto e di più. Uno schifo, in una zona dove passano centinaia di bambini, che per scansare questo scempio sono costretti a camminare per strada.Non è la prima volta che questo succede. Com’è possibile che davanti ad una scuola la spazzatura non venga raccolta per una settimana? E’ vergognoso. Che si provveda subito o quantomeno si tolgano questi cassonetti da lì e si trovi loro un’altra ubicazione, lasciando libero e pulito quel tratto di marciapiede.

  139. Area Ex Ospedale
    Signor Sindaco.- Uno dei “grandi contenitori vuoti” del centro cittadino è l’ex Ospedale, la cui destinazione avrebbe dovuto essere definita da tempo, con partecipazione e senza lasciare spazi a notizie più o meno vere su cessioni e destinazioni definite in particolari salotti. L’area in questione è strategica. Essa è posta a un centinaio di metri da piazza della Repubblica. Proprio per questa sua posizione centrale e per la grande volumetria si può pensare ad un ambito polifunzionale, che ospiti servizi e attività, in grado di rivitalizzare e riqualificare il centro cittadino???.- Firmato Pino Triglia.

  140. i lavori sul lungomare hopps, zona cedimento strada, sono iniziati, con totale chiusura al traffico pedonale. bene. ma perchè nessuno ha provveduto a sistemare un divieto di sosta in modo tale da consentire ai pedoni di proseguire la passeggiata nella massima sicurezza, anzichè  essere costretti a camminare  al centro strada?

  141. per una volta voglio complimentarmi con il servizio di nettezza urbana che ci ha fatto trovare i cassonetti di via del mare puliti la mattina del 15 agosto! conoscendo i mazaresi so che questo è stato quasi un miracolo

  142. BUON GIORNO SPERO CHE QUESTO MESSAGGIO SIA LETTO,IO HO UNA ATTIVITA IN VIA MARSALA 59 LI CISONO TUTTI I TONBINI OTTURATI E LODORE DA FARE PAURA ACHI MI POSSO RIVOLGERE PER SISTEMARTE QUESTO POBLEMA QUANTO MI HANNO DETTO CHE NON CISONO SOLDI PER FARE QUESTI LAVORI?ALLORA QUESTO INVERNO COSA DEVE SUCCEDERE?

  143. Signor Sindaco Nicola Cristaldi, noto con tristezza la poca attenzione verso i problemi del sociale.
    Io credo che governare una città significa prima di tutto responsabilità verso i più deboli, gli ultimi, i disabili, i socialmente fragili, i “senza voce” per i quali è necessario prevedere una speciale attenzione!!!…le nuove povertà, le famiglie con la fame sulla porta e naturalmente anche verso le giovani generazioni che oggi più che mai sono toccati nel profondo da una crisi che è culturale prima ancora che sociale ed economica e che mina le fondamenta della nostra città e del nostro paese.- Signor Sindaco, ma lei la cura per queste “voci sofferenti” ce l’ha???
    Mi congratulo con lei per tutte quelle iniziative che in parte hanno dato lustro alla nostra città dall’inizio della sua sindacatura….ma lei non deve lasciare indietro nessuno, anzi, lei dovrebbe creare le condizioni per unire la cittadinanza e non per dividerla tra buoni e cattivi o tra bianchi e neri.- Questa è la città che lei ci aveva promesso e questa è la città che noi vogliamo.- Firmato non un gatto e nemmeno un cane, ma una Triglia!!!

  144. marialuisapresti | 23 luglio 2011 at 09:36 |

    La mia è una “good New”!!! Volevo comunicare a tutti i lettori di Mazaraonline che finalmente sono in corso i lavori di urbanizzazione (marciapiedi e asfalto!!) di Via Schuman e dintorni. Gli abitanti del quartiere ringraziano. Finalmente potremo togliere le foto da questa pagina!!

  145. Signor Sindaco, avendo letto con attenzione il programma dell’estate mazarese ho notato che tra le tante altre cose il 6 agosto a partire dalle ore 20,00 in piazza della repubblica si svolgerà il Blues & Wine Soul Festival 2011 o meglio un concerto con una degustazione enogastronomica. Considerato che la prima tranche dell’estate mazarese dal punto di vista musicale e stata poco significativa, mentre quella enogastronomica è stata delirante per il palato.- Io le chiedo se è possibile conoscere indicativamente gli indirizzi di questi “percorsi eno-mangerecci”, onde evitare spiacevoli sorprese, come nel caso della Fiera del Ponente.- Concludo facendo notare al Signor Sindaco che i miei suggerimenti di carattere eno-gastronomico sono sempre stati costruttivi e di notevole spessore, ma come lei sa: l’arte non è acqua ! ! ! – Firmato “Una Triglia”.

  146. Tonnarella? sporca; Pista ciclabile? scomparsa; Semaforo via Bessarione incrocio Mario Fani? rotto da mesi; Erbacce ai cigli dei marciapiedi? alberelli come nuovo decoro; Marciapiedi? dissestati e con voragini molto pericolose; buche nelle strade? a iosa; Buio? a volontà e dappertutto (i lungomari, porto, via bessarione, via del mare, via america solo per citare qualche via); Cassonetti maleodoranti lungo il percorso della processione della Madonna? a favorire es. vecchia dogana (odorati da mezza cittadinanza) Vigili? non so se ne esistano a Mazara; Parcheggi zona balneare? molto selvaggiamente proprio per turisti. Mi sono pure stufato di fare elenchi ma in compenso? Corso Umberto pedonale? bellissimo specchietto per allodole e per “ammuccaficu”. A me sembra un pò poco e molte di queste cose non c’entrano nulla con il biancio non approvato è solo questione di saper amministrare, cosa che manca agli amministratori pro-tempore. Suggerisco uno scranno in parlamento su cui dormire. Invito gli altri difensori d’uffico a visitare le città a vocazione turistica di altre regioni d’Italia.

  147. nino fiorentino | 12 luglio 2011 at 15:09 |

    @ alessandro giacalone: questo spazio di M.o.L. è dedicato proprio alla segnalazione delle cose che non vanno. E qualche volta è pure servito allo scopo. Leggevo l’altro giorno che il Comune di Udine ha predisposto un spazio simile nel sito istituzionale dell’Amministrazione e che l’iniziativa consente di intervenire in tempo reale, o comunque rapidamente, ogniqualvolta viene segnalato un problema.Un funzionario intervistato sull’iniziativa ha dichiarato “perchè mandare in giro vigili urbani o tecnici comunali quando grazie alla collaborazione dei cittadini il territorio comunale può essere monitorato in continuazione?” Ma lassù, nel Friuli, gli ammistratori sono ancora convinti di essere stati eletti per risolvere i problemi dei cittadini….

  148. Meglio le cose “ad muzzum” che il niente totale. Lo dico e lo ripeto siamo sempre a lamentarci. Allora era meglio C.so umberto aperto al traffico, vero? Ma mi faccia il piacere…..

  149. Siamo proprio alle solite! fino a quando avremo amministratori che fanno le cose “ad muzzum” è nostro obbligo lamentarci. Non si amministra la cosa pubblica promuovendo iniziative senza un’organizzazione decente perchè se devono continuare con i proclami e con le cose fatte senza senso è meglio che si dimettano lasciando lavorare chi ne ha le capacità non solo a chiacchiere.

  150. Siamo alle solite, sempre a lamentarci!

  151. giusto l’appunto della Sig.ra Vita però qualcuno dovrebbe far notare agli amministratori di questa città che prima di promuovere certe iniziative forse sarebbe stato giusto creare percorsi alternativi per ciclisti o piste ciclabili. Una delle pochissime piste esistente da anni, quella di Tonnarella, quest’anno è addirittura scomparsa.

  152. Non so se qualcuno, passeggiando per il centro, ha notato che, a mazara, è arrivata la moda della bicicletta. E’ sicuramente una bella cosa, specialmente per lo scorrimeto del traffico , l’inquinameto ed è certamente una gran bella cosa vedere tanta gente che gira per il centro storico in bicicletta. Ma qualcuno (virgili urbani) vuole spiegare ai soliti incivili che andare in bicicletta non dà il diritto di scorazzare dappertutto infischiandosene dei pedoni e dei sensi unici, di fare i “bombazza” della situazione con grave pericolo per i bambini che camminano tranquilli, che anche i ciclisti sono obbligati a osservare il codice della strada e che sono soggetti a multe?

  153. pino triglia | 4 luglio 2011 at 10:35 |

    Al Signor Sindaco e a tutti gli organi preposti all’amministrazione della città di Mazara del Vallo, chiedo se gli avvenimenti degli ultimi giorni come: Lo stalking nella capitaneria di porto di Mazara del Vallo, le rapine ai danni di signore anziane, i gridi di allarme dei residenti di “Mazara due”, gli abusi sui minori, lo “smarrimento” della diocesi mazarese, il commissariamento politico, l’auto pirata con un morto, le residenze ai mafiose e il suicidio o omicidio per impiccagione di un extracomunitario….sono argomenti di cronaca da Rai Uno oppure potrebbero indirettamente influenzare la vocazione turistica di Mazara???.- Firmato Pino Triglia.

  154. Segnalo che il litorale di Tonnarella ogni fine settimana viene regolarmente invaso da sacchi di spazzatura,bottiglie,scarti di ogni genere frutto dei bivacchi che consietudinariamente avvengono ogni sabato e domenica.La spiaggia,la mattina successiva risulta una discarica a cielo aperto.Pur ritenendo tutto cio’frutto della profonda inciviltà che contraddistingue i nostri concittadini,ritengo che l’amministrazione comunale con gli organi a cio’preposti (vigili urbani) dovrebbe vigilare con costanza e dotare il litorale con cartelli (in bene evidenza) che segnalano il divieto di abbandonare rifiuti e relative sanzioni pecuniarie.Cio’,per quanto ovvio, è in atto da sempre in tutti i posti turistici e non,dotati comunque di spiaggia fruibile ai cittadini.Tali località evidendemente hanno organi ammininistrativi molto sensibili a problematiche di questo tipo.A Mazara viceversa, convivere con i rifiuti sembra essere inevitabile visto che nessuno mai,da anni,ha dimostrato un minimo di attenzione.Vivo a Mazara ormai da 20 anni e ogni estate e’la stessa storia.

  155. Siamo al 13 giugno e ancora le spiagge (sia quella di San Vito, sia Tonnarella), bene comune dei mazaresi, fonte del nostro turismo e orgoglio, non sono state pulite e disinfettate!!!!!!!!!!!!!!!!
    Comune dove sei???? Svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  156. via santa maria di gesu’ (vicino CREDEM) tombino molto pericoloso ciao ciao

  157. L’estate scorsa, mese di agosto, ho segnalato, dietro input di un graduato dei VV.UU., la presenza di un tombino completamente otturato all’angolo fra la via Tripoli e via Mattana. Nello stesso periodo un altro abitante della via ha segnalato la stessa cosa a un dirigente dell’ufficio tecnico comunale. Nel frattempo è stato comunicato con notizie di stampa che era stata incaricata, con congruo pagamento,  una ditta per ripristinare le caditoie ostruite o danneggiate. Sono passati parecchi mesi da quella notizia. Sono ritornato a Mazara per le feste pasquali e il tombino è sempre ostruito. A chi bisogna rivolgersi perchè finalmente si possa NON AVERE più l’acqua, che molto maleducatamente abitanti della zona buttano per strada, davanti la porta di casa? Spero vivamente che l’Amministrazione Comunale prenda visione di questo scritto per risolvere anche  questo “piccolo” inconveniente-  

  158. angie marino | 15 maggio 2011 at 16:53 |

    Gentile redazione, concordo con Adamo. P.S. perchè non pubblicate una foto delle lastre di marmo sconnesse e pericolose anche per chi passa a piedi sotto il ponte. L’altro giorno davanti a me un signore ha frenato di scatto ed io lo stavo tamponando. Grazie per la foto così qualche collaboratore del Sindaco la può vedere e mandare gli operai per l’asfalto nuovo

  159. nino adamo | 15 maggio 2011 at 10:17 |

    urgente riparare le lastre di marmo sotto il ponte della Via mattarella, via ducezio adesso sono veramente pericolose per gli scooter e e le biciclette, ma il sindaco non ci passa da sotto il ponte per andare a Tonnarella?

  160. FAI LEGGERE IL MIO COMMENTO PUBBLICATO SU MAZARA ON LINE IN RISPOSTA ALL’APPROVAZIONE DELLA TIA 2005/2009

    http://www.mazaraonline.it/public_html/?p=23963

  161. a proprosito di eternit: a Padenghe sul Garda, un’amica compra un appartamento in un residence, prima del rogito si accorge che la serra davanti ha una tettoia di eternit; fotograva e va all’ASL e al Comune, precisa all’immobiliare che non avrebbe proceduto al rogito se il tetto restava lì. Morale dopo una settimana il tetto è stato sostituito! E’ così difficile pensare che tutto ciò possa accadere anche in Sicilia e a Mazara? Appena a Mazara invierò le foto dell’eternit davanti alla finestra della mia camera da letto, in via Origliano.
    Grazie

  162. Al Sig. Sindaco del comune di Mazara del Vallo e all’Assessore dei Lavori Pubblici:

    Le voglio segnalare una sistuazione di pericolo per la pubblica incolumita’ in un tratto di strada denominata Via Pittore Manzu’ in cda Santa Maria del comune del Mazara del vallo, e precisamente il tratto di strada che parte dalla stada provinciale Mazara – Salemi angolo rosario Ballatore e la chiesuola con l’incrocio che porta verso il colorificio Chiraema. Faccio presente che il tratto di strada è molto fatiscente per la viabilita degli automezzi, in quanto ogni mattina questa strada è percorsa da molta gente che porta i figli a scuola, presso gli istituti Industriale, Commerciale e Istituto D’Arte. Si precisa che si rischia di fare danno agli automezzi e principalmente alle persone che la percorrono, quindi si chiede con massima URGENZA di intervenire per la sistemazione del manto stradale. Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti. Cordialmente

    Angelo Ignazio

  163. ninni marrone | 30 aprile 2011 at 15:04 |

    qualcuno mi sa dire cosa per smaltire in regola due tettoie di eternit e due recipienti di acqua di eternit risalenti agli anni 60? Il mio muratore mi ha allargato le mani, molti li rompono a pezzi e li gettano vicino ai cassonetti, ma è questa civiltà? A mazara c’è un ufficio tutela ambientale?

  164. vito lupo | 30 aprile 2011 at 11:13 |

    vedo finalmente con ammirazione gli operai del comune lavorare a Tonnarella, ma i muretti li lasciate a terra così come sono?

  165. intanto volevo ringraziare chi di dovere perchè adesso l’illuminazione di “quarara” ha i tempi giusti…..poi volevo rispondere al sig…fiorentino che nn è giusto chei commercianti si prendano possesso di un territorio che nn gli appartiene e che sarebbe giusto provvedere anke in qel caso tipo pagando il passo carrabile….cmq quello fa parte della poca civiltà ke abbiamo….. abbiamo la presunzione che tutto ci spetti di diritto ed invece nn è così. Per sintetizzare io dico solo che le autorità preposte nn devono attendere ke il cittadino “denunci ” ma devono attuare le leggi ke già esistono….solo così impareremo ad essere CIVILI….

  166. nino fiorentino | 20 aprile 2011 at 09:14 |

    per angie cava. gli stessi commercianti onesti che mettono cassette o vasi davanti alle loro botteghe per non farvi parcheggiare nessuno? Non sarà il caso di mandare anche lì i vigili urbani?

  167. avrei un altra lamentela da fare,non capisco perchè i vigili urbani non prendono provvedimenti con i venditori ambulanti non in regola,si piazzano dove meglio credono creando a volte anke disordini al traffico, e non solo, domenica 17 in via S.Pietro c’era un bel camioncino che vendeva fragole,ma la domenica nn dovrebbero riposare anke loro? se io mi fermo in divieto di sosta vengo multata* (esempio*) ……..e quindi perche’ sanzionare solo parte dei trasgressori? abbiamo delle leggi….allora perchè non si attuano?rendiamo giustizia ai commercianti onesti che pagano le tasse

  168. volevo segnalare che l’illuminazione di contrada bocca arena viene “spenta” al pomeriggio e attivata la sera quando già è buio…..si spera soluzione soprattutto x lo spreco diurno

  169. luca adamo | 17 marzo 2011 at 12:14 |

    s.o.s. per la preziosa sabbia di Tonnarella. le stradine della via Fata morgana e la stessa strada principale sono piene di sabbia volata per lo sciocco e tutta sabbia che si perde, perchè non si inizia adesso a spostarla verso il mare. ho vissuto a lungo in Emilia Romagna, in alcune località la sabbia d’inverno la ammucchiano e la coprono con degli enormi teloni e d’estate la disinfettano per spargerla . quando c’è scirocco a Tonnarella l’indomani gli operai del comune devono essere presenti per spostare di nuovo la sabbia verso il mare

  170. nino fiorentino | 14 marzo 2011 at 10:16 |

    Questi orari significano solo una cosa: disprezzo totale per i cittadini che devono recarsi a scuola od al lavoro…ma non si poteva proprio fare diversamente? Ma veramente un’amministrazione non può imporre ad una ditta privata modalità di lavoro più rispettose dei pubbici bisogni piuttosto che dei comodi privati, in questo caso della ditta?

  171. nino alagna | 13 marzo 2011 at 20:46 |

    questo ponte è una fonte non esauribile di appalti per la manutenzione. Gli operai che ci lavorano saranno contenti. Per la chiusura visto che durerà dei mesi interi suggerirei di limitare le ore di lavoro: inizio alle ore 8.30 e fino alle ore 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30 o fino al buio. stiamo allerta chissa cosa succederà quando dovranno appaltare i lavori fino a Torretta, se mai succederà. saranno eliminate tutte le curve pericolose?

  172. Abito da oltre 15 anni nella C.da San Nicola, ovvero comunemente chiamata “QUARARA”, da alcuni giorni la Provincia sta provvedendo, ed era ora, a rendere decoroso il ponte tra di Bocca Arena , poichè all’epoca della realizzazione, chi amministrava la Provincia, ha pensato bene di crearlo in ferro e non in altra lega che impedisse la corrosione causata dalla salsedine………..ma va bè ormai acqua passata………… I lavori in corso stanno creando ENORMI disagi agli abitanti, poichè la viabilità viene interrrotta tutti i giorni dalle 7,30 a.m. fino alle 17,00 p.m.circa, e gli abitanti sono costretti, dunque, a fare un giro assurdo per recarsi sul posto di lavoro, a scuola ecc…. Mi sembra paradossale poichè sul ponte si stanno effettuando solo lavori di pitturazione e quindi basterebbe che chiudessero al traffico solo una corsia e semplicemente installare dei semafori provvisori che regolamenterebbere il passaggio delle auto. Non mi pare di chiedere troppo, mi rivolgo all’Amministrazione locale affichè interceda con la Provincia, visto che hanno autorizzato i lavori e visto che gli operai che sono sul posto mi hanno riferito che dureranno almeno un mese. Tutto ciò è ingiusto!

  173. Posso segnalare qualcosa che funziona? FINALMENTE HANNO TOLTO LA BARACCA DI PIAZZA MOKARTA!!!

  174. pino triglia | 22 febbraio 2011 at 19:40 |

    Il mio primo intervento in una seduta aperta al pubblico del consiglio comunale di Mazara.- Sono arrivato alle 17.10 di lunedì 21 febbraio, mi sono iscritto a parlare e ho atteso in giudizioso silenzio il mio turno dalle fino alle 21.55, allorquando il presidente indicava gli ultimi 4 nomi(tutti consiglieri) degli aventi diritto a parlare, tra i quali io non c’ero, allora mi sono ribellato e chiesto aiuto e raccomandazione al consigliere Mauro che gentilmente è andato dal presidente Marino e ha esposto il mio disappunto. Il consigliere mauro ritorna e mi dici che la lista era già stata chiusa, ma che il presidente mi avrebbe dato solo 2 minuti però dovevo stringere, io accetto e aspetto la chiamata. Dopo questo episodio ha parlato il consigliere Pecunia, poi ancora ha parlato il consigliere Frazzetta e immediatamente dopo il vescovo saluta, ringrazia l’aula e va via ed io a questo punto stizzito mi avvio verso l’uscita per la mancata chiamata… quando in lontananza ma già fuori, ho sentito “ È chiamato a parlare il signor Pino Triglia, ne ha facoltà”, troppo tardi, ma grazie lo stesso.- Firmato Pino Triglia.

  175. amelia marrone | 20 febbraio 2011 at 12:33 |

    si avvicina la primavera a Tonnarella se voglio portare mia figlia a passeggiare sulla spiaggia è impraticabile/ ma il Sindaco non aveva detto che Tonnarella sarebbe stata fruibile tutto l’anno? L’amministrazione ha una PULISCISPIAGGIA parcheggiata, perchè nessuno la utilizza? Quando c’era l’altro Sindaco si vedeva all’opera più spesso? adesso dov’è finita?

  176. Gianni bruno | 17 febbraio 2011 at 20:52 |

    Gent.le Direttore, carissimi concittadini oggi 17 febbraio alle ore 17:45  notizia ANSA la distilleria bertolino di Partinico è stata condannata a pagare 2 milioni di euro al comune di Partinico per avere inquinato le falde acquifere del proprio territorio. auguri

  177. Si parla tanto di citta’ paese e tanto altro ma le periferie di Mazara non fanno parte della citta’ di Mazara del Vallo?Parlo delle contrade S. Maria, contrada affacciata ,contrada Terrenove e tante altre abbandonate completamente…addirittura gli abitanti della contrada Terrenove non conoscono la via di dove abitano dato che l’hanno cambiata 4 volte senza riferirlo a nessuno o almeno scriverlo sui muri….per non parlare della pulizia non ho mai visto fare disinfettazione in quelle zone e poi non parliamo della strada nei pressi del poligono di tiro quando piove allagamento totale….MENEFREGHISMO TOTALE

  178. Al Sig. Sindaco Nicola Cristaldi e di riflesso anche al presidente del consiglio di Mazara del vallo e suoi consiglieri:- Con la presente vorrei far notare agli organi responsabili che il tratto del lungomare Mazzini crollato il mese di dicembre ancora non ha subito rilevanti e significativi lavori di ripristino.- Allora, io mi chiedo: ma la riunione di emergenza dello staff di Protezione Civile al Palazzo di Città a seguito del crollo a cosa è servita?- La richiesta fatta dal comune per l’immediato ripristino del tratto crollato alla protezione civile per la salvaguardia del litorale e per tutelare la pubblica incolumità era una “bufala”?… e l’imperativo monito dei famosi 5 giorni, oltre la quale il Comune avrebbe provveduto in via sostitutiva alla realizzazione dei lavori era una presa per i “fondelli”?.- Signor Sindaco la nostra “famosa” spiaggia in città ferita al cuore, piange, ma non si vede, perché le sue lacrime si mescolano con le acque del mare sottostanti.- Firmato non un gatto e nemmeno un cane, ma una Triglia!!!

  179. E’ da tre giorni ormai che sembra primavera inoltrata. Un sole caldissimo, un mare che sembra uscito da una cartolina dei tropici, nemmeno un soffio di quel maledetto vento che in questo periodo spesso flagella le nostre coste….A Mondello in una giornata come questa la spiaggia è presa d’assalto, qui è un sacrilegio anche solo pensare di potere andare, a febbraio, a marzo, ma anche ad aprile e maggio,a prendere un pò di sole in spiaggia, portare i bambini a giocare con la sabbia, specialmente quelli, e sono tanti ormai, che soffrono di sinusiti, riniti, adenoiditi, e avrebbero bisogno di andare al mare tutto l’anno, tempo permettendo. Ma è davvero così complicato iniziare a pulire questa benedetta spiaggia gìà verso febbraio-marzo, in maniera che sia fruibile già magari da aprile? Anche per quel turismo da week end di primavera che da noi sarebbe fattibilissimo considerata la presenza di uno scalo low cost come Birgi. Perchè pensiamo sempre alle cose irrealizzabili quando quelle a portata di mano vengono ignorate? Ma forse è un sogno troppo grande pensare di potere già andare al mare, quando stamattina, 7 febbraio, c’erano gli operai che al lungomare stavano togliendo le luminarie di Natale, in una giornata che, se non guardavi il calendario poteva tranquillamente sembrare una mattina di maggio…

  180. Mazara, un’ idea per rilanciare la piccola economia cittadina: Una delle idee per la crescita di questa città che non sfrutta le proprie ricchezze naturali sono: Lo sviluppo della vocazione turistica attraverso le sue bellezze naturali, culturali, eno-gastronomici come: il mare, le spiagge, il Satiro, le sue chiese, il centro storico, la cucina, l’agricoltura, la pesca e in particolare il suo gambero rosso il cui destino gastronomico sta solamente nelle nostre mani.
    Purtroppo in quest’ultimo ventennio abbiamo smarrito il senso organizzativo e la cultura della bellezza. Ora si può! Il degrado ha pervaso e condizionato la capacità di programmazione. Ma più in basso di così non possiamo scendere. Mazara può diventare una delle città siciliane più appetibili turisticamente.
    A mio parere per rilanciare il turismo a Mazara e cominciare a produrre ricchezza non servono le chiacchiere, occorrono meno conferenze e più fatti concreti, come per esempio:
    -Creare un comitato consultivo capace di proporre progetti e sottoporli all’attenzione del Sindaco e del consiglio comunale affinché non rimangono solo progetti.
    -Corsi di formazione per gli addetti ai lavori del settore turistico(in collaborazione con il comune, la provincia, la regione, la camera del commercio e l’ufficio di collocamento, pro loco…
    -Attuare un piano paesaggistico, poiché una città a vocazione turistica deve edificare ed urbanizzare in maniera armonica senza devastare il territorio.
    -Promuovere una cultura turistica cominciando dalle scuole elementari.
    -Sviluppare quel senso civico e di accoglienza che noi gente del Sud non conosciamo bene. L’accoglienza è l’elemento di base di un turismo di qualità: Il prodotto turistico è un prodotto particolare, in cui la componente umana è fondamentale.
    -La valorizzazione del nostro patrimonio monumentale, artistico e culturale.
    -Chiudere al traffico buona parte del centro cittadino.
    -La capacità di offrire beni e servizi, come per esempio un servizio di trasporto pubblico puntuale e adeguato.
    -Rendere più accogliente e bella la nostra città, attraverso la pulizia e spazi verdi.
    -Una segnaletica turistica molto curata nei dettagli.
    -La realizzazione di parcheggi in un numero accettabile.
    -Ottenere il presidio Slow Food per il gamberone rosso per poter facilitare il decollo della piccola economia in modo da creare ricchezza.
    Progettare il turismo in una città come Mazara è come cercare di vendere la merce al mercato. Bisogna offrire i prodotti, le delicatezze e la eno-gastronomia attraverso gli elementi che più ne identificano la territorialità: La pescaturismo(il turismo che fa bene al mare), La curina, “Lu pisci ovu”(per pasqua o periodo “ovale”), La zabbara, La cucuzza longa, Il “miglio zero”, La busiata(rigorosamente fatta a mano), La ricotta di pecora e “zabbina”(a Miragliano), Lu pisci fujutu!!, “Li trunza”, “Li babbaluci”, Li muluna, l’Agghia, La cipolla rossa, “Il fuoco lento”, “li Muccunetta” delle suore del convento di San Michele arcangelo, “Il gusto della strada”, Il carciofo spinella, “Le serate ghiotte di pesce povero”, “Porte aperte al Satiro”, “Le scuole del gusto”, “Milinciani tunni e longhi”, “La tavolata del mare”, “Li lubbii(fagioli), Un carnevale delle “Porkerie”, Il cannolo al “Garibaldi”, “La festa delle lische(reschi)”, “Una mazara del gusto”…
    Tutti questi suggerimenti fanno parte di un progetto le cui finalità ci permetterebbero di esaltare e festeggiare le nostre eccellenze, mirate inoltre a muovere tutto l’indotto produttivo, creando economia. Un’idea non sempre deve essere originale, l’importante è che sia realizzabile o come dice qualcuno “cantierabile”.- Firmato Pino Triglia.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*