Mazara. Concluso il festino di San Vito. Positivo il bilancio

foto ivan randazzo

MAZARA DEL VALLO. Con l’auspicio che si dia avvio al processo di beatificazione del gesuita Giovanni Matteo Adami, nato a Mazara del Vallo nel 1576 e martirizzato a Nagasaki in Giappone nel 1633, si è conclusa l’edizione 2016 del Festino di San Vito dedicato quest’anno ai Gesuiti.

La giornata conclusiva del Festino è stata aperta ieri dalle celebrazioni eucaristiche in Cattedrale; nel pomeriggio il Simulacro del Santo Patrono di Mazara del Vallo è stato trasportato in processione nel piazzale Quinci e da lì imbarcato, come da tradizione, su un peschereccio, l’Afrodite. Nel corso della traversata in mare, accompagnata da decine di imbarcazioni, è stato reso omaggio al Simulacro del Cristo collocato a 18 metri di profondità in un tratto di mare compreso tra San Vito e Bocca Arena, da parte dei sub dell’associazione “Blue Deep”. L’omaggio florerale è stato reso anche a tutti i caduti in mare.

Il simulacro di San Vito, una volta sbarcato, è stato condotto in processione nella chiesa di San Vito in Urbe. Il Festino si è quindi concluso con i giochi pirotecnici.

L’Amministrazione Comunale ed il Consiglio Comunale sono stati rappresentati dall’Assessore Anna Monteleone e dal presidente Vito Gancitano, presenti alle cerimonie conclusive unitamente ad Autorità civili, militari e religiose.

Il bilancio del Festino di San Vito 2016 è più che positivo sia per la sentita partecipazione ai riti religiosi che per l’alto livello delle manifestazioni e delle drammatizzazioni culturali.

L’Amministrazione Comunale rinnova il plauso ed il compiacimento al prof. Giovanni Isgrò ed ai suoi collaboratori per la consueta professionalità e l’impegno dimostrati.

comunicato stampa

 

Be the first to comment on "Mazara. Concluso il festino di San Vito. Positivo il bilancio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*