Mazara. Chiesti interventi urgenti per il Fiume Delia

AMBIENTE. “Abbiamo nuovamente segnalato all’Assessorato regionale Territorio e Ambiente e agli organi preposti le criticità che sono emerse a causa delle abbondanti piogge della scorsa settimana lungo gli argini del Fiume Delia. Abbiamo chiesto che vengano rese pienamente funzionali le chiaviche dislocate lungo il percorso del Fiume e che si proceda con la massima attenzione allo scarico delle acque dalla Diga Trinità in presenza di eventi atmosferici con abbondanti precipitazioni, al fine di evitare che le acque possano invadere i terreni limitrofi e riversarsi al Depuratore Comunale che si trova proprio a valle”.

Lo ha detto il Sindaco di Mazara del Vallo on. Nicola Cristaldi, dopo aver inviato una lettera all’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente – Dipartimento Ambiente a ad altri Enti competenti rappresentando le criticità emerse lo scorso fine settimana lungo le sponde del Fiume Delia a causa delle abbondanti piogge. Tematiche già affrontate e fatte presenti dal Vice Sindaco Bonanno e dall’ingegnere capo, Stefano Bonaiuto, nel corso di una riunione in Prefettura per discutere delle problematiche legate alla Diga Trinità.

Nella lettera si fa esplicito richiamo alle criticità emerse lo scorso fine settimana a causa delle abbondanti piogge che si sono riversate sul nostro territorio e alla contestuale apertura delle saracinesche della Diga Trinità, cosa che ha provocato un innalzamento della portata del Fiume Delia con inondazione di alcuni terreni limitrofi le sponde. Gli inconvenienti sono dovuti oltre che alla mancata manutenzione delle chiaviche, i canali di raccolta e smaltimento delle acque, dislocate lungo le sponde del fiume, anche dalla totale assenza di manutenzione dell’alveo che risulta invaso da sterpaglie e canneti che ne ostruiscono il regolare deflusso e dalla duna di sabbia che si è creata alla foce che rappresenta un tappo al normale scorrere delle acque.

comunicato stampa