Mazara. Inaugurata la mostra ‘Dove Sta Andando l’Arte Contemporanea’

MOSTRA. “La Galleria d’Arte Contemporanea ‘Santo Vassallo’ è diventato un vero punto di riferimento per l’arte. La mostra curata dal prof. Scimeca che coinvolge 11 artisti di livello internazionale è sintomatico di quanto sia cresciuta e dell’importanza che la nostra galleria ha assunto. Ringrazio Scimeca e tutti gli artisti che hanno deciso di esporre le proprie opera a Mazara del Vallo, in una bellissima mostra che sono certo sarà apprezzata dai molti visitatori”.

Lo ha detto il Sindaco della Città, on Nicola Cristaldi nel corso della cerimonia di inaugurazione della mostra: “Dove Sta Andando l’Arte Contemporanea”, evento organizzato dal prof. Filippo Scimeca, scultore e pittore, ordinario di Scultura dell’Accademia delle Belle Arti di Brera. Alla cerimonia inaugurale, molto partecipata, erano presenti anche 4 degli 11 artisti che espongono le loro opere: Milo, Anna Rita Cacciatore, Luca Bonfanti. Presente inoltre il presidente del Consiglio Comunale, Vito Gancitano il responsabile di ContainerLab Valerio Lombardo e i genitori del compianto Santo Vassallo.

“Ringrazio il Sindaco Cristaldi – ha aggiunto il prof. Scimeca – per avermi dato la possibilità di organizzare tale evento. Le mostre di questo periodo – ha continuato Scimeca – faranno storia, perché questo è un momento di verità in quanto arriva da un decennio di crisi nerissima e di molti fasulli, siano essi operatori artistici, critici d’arte o galleristi che hanno già cambiato mestiere. Ogni artista presenta alla mostra di Mazara porta avanti un proprio personale messaggio. Grazie a Mazara e grazie per l’onore di poter esporre in un luogo intitolato a Santo Vassallo, al quale sono stato particolarmente legato e che ho avuto modo di apprezzare come artista e come splendida persona”.

Alla Galleria Santo Vassallo è possibile ammirare, fino al 31 Maggio 2017, le opere di: Maryam Bakhtiari, Luca Bonfanti, Anna Rita Cacciatore, Domenico Gabbia, Milo Lombardo, Vilma Maiocco, Vincenzo Pellitta, Barbara Pietrasanta, Stefano Pizzi, Salvatore Provino, Filippo Scimeca.

Ogni artista è presente con 5 proprie opere, quindi, complessivamente sarà possibile per i visitatori soffermarsi ad ammirare 55 dipinti, sarà possibile quindi osservare undici piccole personali che assieme concretizzano una grande collettiva.