Trapani. Una giornata in barca a vela per “Cogliere la Realtà e Alimentare i Sogni”

MANIFESTAZIONE. Si è svolta in data 9 settembre 2017 la “passeggiata” in mare promossa dal Club Rotaract di Trapani in collaborazione con l’A.S.D. Oxygene, l’A.S.D. Aquarius Nuoto e la Lega Navale di Trapani.

Dopo un briefing pre-partenza, sette piccoli “guerrieri” del Reparto di Oncoematologia Pediatrica di Palermo sono salpati dal pontile della Lega Navale di Trapani a bordo dell’imbarcazione Maja dell’A.S.D. Oxygene insieme ai due istruttori Enrico Riccobene e Alessandro Scarpitta, lo staff medico e i soci del club. A seguire, sull’imbarcazione privata “Orion”  di Emanuele Piccitto, sono stati accolti i genitori dei bambini; mentre su altri tre gommoni abbiamo avuto il piacere di godere della compagnia dello staff dell’A.S.D. Aquarius Nuoto che ha voluto essere partner della giornata omaggiando i partecipanti con borsone e cappello.

Tutto l’equipaggio della Maja ha avuto modo di indossare una t-shirt con la scritta “crew”, sponsorizzata dalla tipografia GECA.

In piena sinergia l’intero equipaggio dell’imbarcazione ha collaborato come un vero e proprio team. Tutti i ragazzi, infatti, grazie alla bravura e disponibilità degli istruttori, hanno avuto la possibilità di svolgere attività proprie dell’attività velica governando l’imbarcazione durante la navigazione.

Nonostante un po’ di timidezza iniziale, possiamo dire che si è instaurato un rapporto di complicità e spirito di avventura che ha reso la “passeggiata” in mare una vera e propria festa nel blu.

Sono esattamente questi i momenti in cui si ritrova il gusto della vita, l’emozione della libertà di giocare.  L’idea era quella di “vivere una giornata all’insegna della spensieratezza e del divertimento”, l’obiettivo è stato pienamente raggiunto.

Durante una sosta presso l’isola di Levanzo i ragazzi hanno avuto la possibilità di potersi sono tuffati in mare, giocando, nuotando e ridendo insieme al Primario del reparto, il dott. Paolo D’Angelo, lo Psicologo, il dott. Nicolò Taormina, genitori e soci del club. Non è mancato il tempo, dopo il pranzo a bordo, di ascoltare musica e ballare i pezzi delle hit dell’estate.

Queste sono le attività di puro servizio nei confronti della società, di chi da solo non ce la fa. Come afferma Alessandro Vona : “Quando iniziai a pensare a questa attività lo scorso aprile credevo che fosse molto difficile da realizzare viste le burocrazie del caso, a tal punto da non riuscire a concretizzare mai nulla. Un giorno d’aprileincontrai Enrico e gli chiesi se tutto ciò si potesse realizzare. Lui fin dal primo momento ha sposato l’idea, mi ha supportato ed è stato un grande motivatore. E così, dopo aver sentito il parere dei miei soci, contattai il reparto e proposi questa attività.

Lo staff di Palermo ha accolto con molto entusiasmo l’idea ed è stato sin da subito
disponibile anche considerando i benefici che questo sport dà a questi ragazzi. Da lì in pochi mesi abbiamo organizzato una di quelle giornate singolari che ricorderemo sempre. È proprio il caso di dirlo: Ogni principio è forte, ogni desiderio viene a fine!!! Quando si pensa a queste attività spesso si parte con l’idea di regalare qualcosa agli altri, ma non è mai abbastanza rispetto al sentimento di benessere e arricchimento morale che i sorrisi di questi bambini regalano a noi. Sono molto soddisfatto di aver letto la contentezza nei loro volti, nei volti dei loro genitori. Vorrei dire grazie da parte di tutto il Club Rotaract di Trapani ad Enrico ed Alessandro dell’A.S.D. Oxygene, abili istruttori ed educatori, all’A.S.D. Aquarius Nuoto per aver sostenuto la nostra attività, ad Emanuele per la disponibilità e alla Lega Navale per la splendida accoglienza. Senza la loro collaborazione, tutto ciò non si sarebbe potuto realizzare. E soprattutto allo staff medico che ci ha collaborato fin dal primo istante”.