Mazara. Progetto “Librar-si: la biblioteca in comunità”.

PROGETTO. Ha preso il via ieri mattina nella Comunità terapeutica “Casa dei Giovani” a Borgata Costiera l’iniziativa “Librar-si: la biblioteca in comunità”. L’inaugurazione della sala letture della biblioteca della Casa dei Giovani, intitolata alla memoria di Giovanni Clemenzi un ospite della Comunità venuto a mancare lo scorso anno, è stato il primo evento del progetto.

La biblioteca in comunità, ideata da Cati Mangiaracina, dalla dottoressa Alba Di Giorgi, dagli operatori e dai Dirigenti della comunità, è stata sostenuta in tutte le fasi della sua attuazione dall’Amministrazione Comunale, attraverso l’Assessore comunale alla Pubblica Istruzione Adele Spagnolo.

Il progetto è nato dalla convinzione che la condivisione di un patrimonio culturale comune rappresenti, anche in una situazione di disagio, un’esperienza di crescita personale e di attenzione all’altro ed inoltre un’opportunità di comunicazione e scambio.

“Librar-si” vuole creare incontri, dialoghi tra la città e la comunità, normalmente separate da uno spesso strato di isolamento e convinzioni errate. Un fitto palinsesto di incontri culturali favoriranno l’accesso e la partecipazione dei cittadini: reading teatrali, incontri con autori, laboratori di scrittura creativa, di attività teatrali e di animazioni ed ancora progetti di educazione all’immagine, fotografia e pittura.

Alla giornata inaugurale del progetto hanno partecipato inoltre: l’Assessore alle Politiche Sociali, Anna Monteleone, il parroco della chiesa di San Giuseppe, Don Lèon, i Dirigenti della Comunità “Casa dei Giovani”, Biagio Sciortino e Gino Cirincione ed un gruppo di alunni del I Circolo didattico Daniele Ajello plesso “Poggioreale” guidato dalle insegnanti Francesca Spagnolo e Teresa Di Marco.