15-10-2008   "Alimentazione & Benessere"                                       Mazara del Vallo

                                                                                 

                             
La nutrizionista dott.ssa Susanna Ferro

MITI E LEGGENDE DELLA MANDRAGORA

a cura della nutrizionista 
dott.ssa Susanna Ferro 
tel. 339 1331733 
susannaferro@tiscalinet.it




S
e in questo periodo facciamo una passeggiata nelle nostre campagne tra ulivi "carichi" e vigne silenti è facile incontrare in piena fioritura una delle piante più suggestive della nostra zona: la mandragora. Si presenta con fiori violetti circondata da fitte foglie verde smeraldo. La mandragora appartiene alla famiglia delle solanacee, la stessa di patate, melanzane e pomodori, ma a differenza di queste non è commestibile. Ma ci occupiamo lo stesso di essa, in quanto da sempre è stata oggetto di superstizioni magiche e proprietà afrodisiache e a volte scambiata per verdura selvatica. Mandragora officinalis var. Autumnalis il suo nome scientifico. 

ERVA DI LI STREGHE 
La forma della grossa radice che somiglia al corpo di un bambino ha fatto nei secoli della mandragora assieme a belladonna, giusquiamo e stramonio una delle piante principali componenti delle pozioni magiche delle streghe, i cui principi tossici penetravano nell'organismo attraverso la pelle provocando un sonno profondo. Pianta magica per eccellenza, è stata sempre considerata come il miglior antidoto contro ogni sortilegio. Si sosteneva che, sebbene emanasse odore sgradevole, se conservata in modo idoneo, il suo uso portava alla realizzazione di ogni desiderio in grado di scacciare diavoli e spiriti maligni, godeva di proprietà ipnotiche, analgesiche e afrodisiache. Si diceva anche che odorare o respirare i vapori emanati dalla radice fresca poteva far ammutolire o far diventare pazzi Nel passato le piante medicinali costituivano l'odierna farmacia e i rimedi erboristici comparivano nella pratica comune dei medici dell'epoca. Così dalla mandragora fu prodotto uno dei primi anestetici conosciuti nella storia. Era nota anche come afrodisiaco e Ippocrate la prescriveva in tutte le forme depressive. Attualmente in disuso, da un lato per l'evidenza di alcuni effetti collaterali indesiderati, e dell'altro perché queste piante sono state sostituite nel tempo da farmaci di sintesi. 

I SUOI PRINCIPI ATTIVI 
La mandragora contiene, nella radice fibrosa e nelle foglie, un gruppo di alcaloidi la cui azione è simile a quella dell'atropina che si estrae dalla belladonna, tra cui: Hyosciamina, Scopolamina, Atropina, Mandragorina, Podofillina. Dall'azione di questi alcaloidi sono nate tutte le leggende che hanno tanto sollecitato la fantasia popolare sulle sue proprietà afrodisiache e magiche. 

DALLA MANDRAGORA AL VIAGRA 
Dei suoi poteri afrodisiaci c'è traccia ne "La Mandragola" di Machiavelli. La mandragora compare per la sua efficacia nel favorire il concepimento anche nella Bibbia (Genesi, XXX) 

LA MANDRAGORA NELLA LETTERATURA 
Il teatro, come la letteratura, rappresentano una testimonianza storica dell'importanza e della popolarità di alcuni rimedi erboristici e di alcune visioni della medicina. Nella storia sono frequenti i richiami alle proprietà della mandragora da Michele Scoto (mago di corte e consigliere di Federico II di Svevia), a Cleopatra, e in letteratura andiamo dal classico Romeo e Giulietta al moderno Harry Potter. 

ATTENZIONE AI RIMEDI DELLA NONNA 
La mandragora come altre piante officinali non va usata come metodo curativo alternativo come "rimedio della nonna". E' importante ricordare che l'uso non corretto di tale pianta può risultare pericoloso, se non addirittura letale. Diversi sono i casi di intossicazione grave per avere scambiato la mandragora per "giri" (biete) selvatici, data l'elevata somiglianza delle foglie corrugate di forma ovato-oblunga.

 

                                                    

  
                                                                                      

 

HOME

 
 

© Copyright 2001-2007  MEDIBA Media Communication Software                                  

Hit Counter