19-03-2008   "Alimentazione & Benessere"                                       Mazara del Vallo

                                                                                 

                             
La nutrizionista dott.ssa Susanna Ferro

CIOCCOLATO… 
NON SOLO UNA GOLOSITA'

a cura della nutrizionista 
dott.ssa Susanna Ferro 
tel. 339 1331733 
susannaferro@tiscalinet.it



T
eobroma cacao il nome scientifico del cioccolato, letteralmente "cibo degli dei". Le origini del cioccolato sono infatti molto antiche e vengono fatte risalire al popolo Maya. 

IL CIOCCOLATO NERO RICCO IN POLIFENOLI RIDUCE LA PRESSIONE SANGUIGNA 

Da quei tempi ad oggi il cioccolato oltre che mangiato con piacere, è stato studiato negli effetti sulla salute. La tavoletta di cioccolato fondente a lungo criminalizzata e presa a simbolo del peccato di gola, oggi si rivela come un alleato per la salute delle coronarie. Due studi, presentati al congresso annuale della American Society of Hypertension, analizzano il meccanismo attraverso il quale si esprimerebbe questo effetto protettivo. Negli studi osservazionali l'assunzione regolare di cibi contenenti cacao è associata a più bassa mortalità cardiovascolare. E' stato osservato che alti dosaggi di cacao per almeno due settimane migliorano la funzionalità endoteliale e riducono la pressione sanguigna, per l'azione dei polifenoli contenuti nel cacao. 

Gli effetti benefici sono dovuti alla composizione del cacao e, di conseguenza, del cioccolato: in particolare a sostanze che vanno dai sali minerali, ai flavonoidi, alle ammine biogene, alla teobromina.

I flavonoidi contenuti nel cacao hanno azione vasoprotettrice perché inibiscono l'ossidazione del colesterolo LDL e ritardano l'attivazione e l'aggregazione delle piastrine (coinvolte nella formazione di trombi). Inoltre hanno azione immuno-stimolante perché inibiscono la secrezione di enzimi ad attività infiammatoria. 

Il cacao, grazie al contenuto in polifenoli, contribuisce a favorire il controllo della pressione arteriosa, normalizzandone i toni dovuti a fattori esterni (alimentazione, stress, eccetera). 

CIOCCOLATO PER FAVORIRE LA CONCENTRAZIONE 

Il cioccolato favorisce la concentrazione. Anche se in quantità ridotte rispetto ad altri prodotti alimentari quali tè o caffè, il cacao e il cioccolato contengono teobromina e caffeina, due metilxantine ad azione stimolante: la teobromina è presente in quantità 10 volte superiori alla caffeina (circa 400 mg in 100 g di cioccolato fondente). Entrambe le sostanze hanno un'attività sul sistema cardiovascolare, respiratorio e su quello nervoso centrale. Questo fa sì che, pur se assunto in quantitativi limitati, il cioccolato contribuisca a migliorare l'attività cerebrale (influendo in particolare sull'attenzione).

 

                                                    

  
                                                                                      

 

HOME

 
 

© Copyright 2001-2007  MEDIBA Media Communication Software                                  

Hit Counter