20-08-2008   "Alimentazione & Benessere"                                       Mazara del Vallo

                                                                                 

                             
La nutrizionista dott.ssa Susanna Ferro

QUANDO ANCHE L'INTESTINO 
VA IN VACANZA

a cura della nutrizionista 
dott.ssa Susanna Ferro 
tel. 339 1331733 
susannaferro@tiscalinet.it



L'estate è un periodo particolare per l'intestino. In vacanza spesso insorgono irregolarità intestinali e stitichezza. Il viaggio stesso, le modificazioni dello stile di vita e il diverso regime alimentare ne sono spesso la causa. Anche gli spazi ristretti di una camera di albergo, di una barca, i bagni comuni di un campeggio, dove spesso non è possibile avere la privacy abituale, contribuiscono al fastidioso disturbo. 

SOLUZIONI 
SEGUIRE UN'ALIMENTAZIONE RICCA DI FIBRE 
Per contrastare l'intestino pigro l'alimentazione corretta è la cura più efficace. La dieta gioca un ruolo di primo piano nella prevenzione della stitichezza. Innanzitutto è importante introdurre una quantità adeguata di cibo, perché questo possa opportunamente stimolare la muscolatura intestinale. Gli alimenti più indicati nell'esercitare quest'azione sono quelli ricchi di fibre come le verdure e la frutta fresca. Di fibre se ne devono assumere almeno 30 g al giorno. Il che si traduce nel mangiare frutta al mattino e agli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio, e nell'accompagnare i 2 pasti principali con ortaggi e verdure. Questi cibi, masticati lentamente, consumati ad orari regolari opportunamente aggiunti alla dieta, aiutano a combattere la stitichezza. 

BERE 
I liquidi sono fondamentali nel mantenere le feci morbide. Si devono bere almeno 6-8 bicchieri (1,5-2 litri) di liquido al giorno a cominciare dal mattino a digiuno. La temperatura dell'acqua per aumentarne l'assorbibilità deve essere ne troppo fredda ne troppo calda. Le zuppe, le spremute vengono considerati come liquidi. 

ATTIVITA' FISICA 
Anche il movimento può essere d'aiuto, favorendo la motilità intestinale, a volte rallentata in vacanza. E' molto importante eseguire quotidianamente un'attività fisica, anche solo sotto forma di piccole passeggiate, semplici esercizi o meglio ancora il nuoto che contribuiscono a mantenere un buon tono della muscolatura intestinale. Se si suda molto, bisogna compensare con una corrispondente introduzione di liquidi. 

I CIBI DA EVITARE 
Tutti i cibi grassi a cominciare dal cornetto del mattino, gli insaccati, le fritture, i cibi piccanti che infiammano la mucosa intestinale, i formaggi, il cioccolato, la carne alla brace, il riso e la farina raffinata. Se le feci sono dure bisogna immediatamente ridurli o eliminarli. 

COSA È LA FIBRA 
Dal punto di vista nutrizionale, la fibra è un insieme di composti non digeribili 

QUALI SONO GLI EFFETTI DELLA FIBRA SULL'ORGANISMO 
- Nella bocca - stimola la salivazione e costringe a una masticazione più prolungata, attivando una sensazione di sazietà - Nello stomaco - la maggiore secrezione gastrica conferisce ulteriore volume al cibo (anticipando la sensazione di sazietà), lo rende più viscoso, allunga i tempi di svuotamento gastrico (ulteriore senso di sazietà) - Nell'intestino tenue - specifiche frazioni della fibra rallentano l'assorbimento senza creare tuttavia una situazione di malassorbimento. Con altri ormoni intestinali riducono il picco glicemico del dopo pasto, nonché riducono l'assorbimento di colesterolo alimentare. - Nel colon - le fibre subiscono fermentazione batterica con eliminazione di azoto e energia a beneficio della colonia batterica. Le fibre che non sono fermentate invece assorbono notevoli quantità di acqua rendendo più soffice il residuo fecale. L'aumento di peso delle feci può essere ottenuto con quantitativi diversi di alimenti a seconda dello specifico contenuto in fibra. Ad esempio si può raddoppiare il peso delle feci aggiungendo alla propria razione alimentare 47 g di crusca o 400 g di pane integrale o 680 g di carote bollite 1500 g di mele.

 

                                                    

  
                                                                                      

 

HOME

 
 

© Copyright 2001-2007  MEDIBA Media Communication Software                                  

Hit Counter