18-09-2007


   

 

Vicenda acqua: il sindaco ricorre alle vie legali per tutelare l'immagine del comune

Macaddino vs RighettiCon riferimento alla nota stampa sulla vicenda "acqua" diffusa ieri dal Circolo delle Libertà "Mazara Viva", firmata dall'ex assessore Isabella Righetti, il Sindaco Giorgio Macaddino comunica di avere dato mandato ai legali del Comune di <<tutelare in ogni sede, legale e civile, l'immagine e l'onorabilità dell'Amministrazione Comunale e dell'Ente Comune di Mazara del Vallo. Non è consentito a nessuno - dichiara il Sindaco Macaddino - procurare allarme ingiustificato tra la popolazione ed usare frasi diffamatorie. Ribadiamo alla popolazione che alla luce della deroga regionale l'acqua proveniente dai pozzi di Ramisella è potabile per tutti, ad eccezione di bambini fino ad un anno e di soggetti sofferenti e debilitati. Attendiamo l'esito delle prove di portata su alcuni pozzi individuati, la cui acqua registra bassi valori di nitrati, in modo da potere miscelare tale acqua con quella proveniente dai pozzi di Ramisella, per superare anche la deroga, che comunque ci assicura al momento la potabilità dell'acqua. Rivolgiamo un ulteriore appello a non creare allarmi ingiustificati>>.

Nota inviata alla Presidenza della Regione Siciliana ed agli assessorati regionali alla Sanità ed alla Famiglia

Egregi Signori, la presente per sottoporVi alcune anomalie riscontrate nella gestione della crisi idrico-sanitaria che, da giugno 2006, colpisce direttamente circa la metà della popolazione di Mazara del Vallo. Come ben sapete, infatti, da allora il parametro "nitrati" ha superato, in un continuo crescendo, la soglia massima consentita prevista dal DL 31 del 2001 per le acque destinate ad uso umano. Il primo cittadino, che ha ammesso di essere a conoscenza dei fatti fin dal principio, ha disatteso tutte le procedure previste nel merito ed ha continuato ad erogare acqua non potabile nelle abitazioni di circa 20 mila residenti, senza avvertirli del rischio cui venivano esposti. Dopo che la vicenda è diventata di dominio pubblico, il sindaco di Mazara del Vallo emette, il 7 giugno 2007 (un anno dopo) una ordinanza che vieta il consumo di acqua potabile nelle aree interessate dalla distribuzione di Ramisella e, ancora successivamente, presenta istanza per ottenere deroga al DL 31 del 2001.
Nonostante il primo cittadino di Mazara abbia pubblicamente riconosciuto di essere a conoscenza dei fatti fin dall'inizio e di non aver minimamente attivano alcuna soluzione al problema né aver dato comunicazione alla cittadinanza, se non dopo esservi stato costretto dalle dimissioni della sottoscritta dalla giunta municipale in data 22 maggio 2007 seguite da esposto alla Procura della Repubblica attraverso la Compagnia dei Carabinieri di Mazara del Vallo sempre da parte della sottoscritta, questa Regione emette una deroga a beneficio del comune di Mazara del Vallo in data 3 agosto 2007, anziché provvedere al commissariamento dell'ente come persino una petizione cittadina che ha raccolto 700 firme aveva richiesto anche a S.E. il Prefetto di Trapani.
La deroga viene concessa dall'Ispettorato Regionale Sanitario considerata "la grave carenza idrica in cui versa la regione siciliana": ci sarà carenza idrica in tutta l'Isola, signori, ma di certo non a Mazara del Vallo dove l'acqua, pur se non potabile, è presente in abbondanza. Inoltre, nonostante l'art. 2 della deroga su indicata reciti "Si fa obbligo al sindaco del comune della città di Mazara del Vallo, di concerto con la AUSL 9 territorialmente competente, di informare la popolazione circa i rischi derivanti dal consumo di tale acqua, specie da parte di soggetti affetti da patologie che possano trovare controindicazione in elevati valori del suddetto parametro. La stessa AUSL dovrà relazionare lo scrivente assessorato regionale alla Sanità, Dipartimento Ispettorato Regionale Sanitario, circa le iniziative intraprese relative alla suddetta campagna di informazione della popolazione interessata" - ecco come il sindaco del comune di Mazara del Vallo ha ottemperato a tale obbligo diffondendo, in data 14 settembre, un comunicato stampa che recita "IL SINDACO INFORMA LA POPOLAZIONE che è consentito l'utilizzo per l'uso potabile dell'acqua proveniente dalla rete idrica comunale servita dall'acquedotto di Ramisella (quartieri Tonnarella e Trasmazaro). L'acqua proveniente dall'acquedotto di Ramisella non può essere impiegata per l'alimentazione dei neonati e dei bambini fino ad un anno, per l'uso abituale come bevanda in soggetti debilitati, defedati, con turbe della crasi ematica." E' questo che si intendeva quando si parlava di informazione tempestiva? Nessun cenno alla chiarezza? Nessun obbligo ad usare termini comprensibili anche da chi non dispone di una cultura medico-scientifica? E perché non si fa alcun riferimento all'uso dell'acqua in questione nelle scuole? Forse chi ha emesso una deroga non sa che tale acqua è in distribuzione in tre plessi scolastici della scuola dell'obbligo che ospitano 1560 minori: 330 nella scuola materna, 630 nella scuola elementare e 900 nella media.
E, ancora, Ill.mi Signori, perché viene protetto un primo cittadino che, per oltre un anno, non muove un solo muscolo per proteggere i suoi concittadini da un qualsivoglia tipo di rischio per la loro incolumità? Si è provveduto ad inviare degli accertamenti presso l'Ente? Si è provveduto a fare chiarezza sul comportamento adottato dalla Asl territorialmente competente dal giugno 2006? E se qualcuno di quei pozzi requisiti non dovesse contenere acqua impiegabile per la miscelazione di quelle attuali, la deroga verrà rinnovata per quanto tempo? Perché potrebbe verificarsi che, alla fine di ottobre 2007, le acque di c.da Ferla risultino molto simili a quelle limitrofe di c.da Inchiapparo, la cui percentuale di nitrato risulta essere altissima da mesi.
Si invita pertanto a voler revocare il suindicato Decreto Regionale di Deroga alla DL 31 del 2001 concesso al Comune di Mazara del Vallo in data 3 Agosto 2007 poiché non motivato nei fatti, inadeguato e disatteso ancor prima di essere pubblicato sulla G.U.R.S. e si invitano il Sig. Presidente della Regione Siciliana ed il Sig. Assessore Regionale alle Autonomie Locali altresì a voler provvedere ad adottare tutte le misure necessarie al fine di giungere al commissariamento del Comune di Mazara del Vallo per manifesta incapacità e malafede del sindaco nel tutelare il diritto alla salute dei suoi 52 mila concittadini.

 

 

Trasporto pubblico urbano: concessione del servizio all'ast per i prossimi tre anni

A seguito delle conferenze di servizio del 13 agosto e 7 settembre scorsi, tra l'Amministrazione Comunale e l'Ast, questa mattina la Giunta Municipale di Mazara del Vallo ha deliberato la concessione del servizio di trasporto pubblico all'Ast per i prossimi tre anni. In particolare, il servizio si rende necessario per i collegamenti del centro cittadino con la zona dell'Affacciata, Mazara Due e Borgata Costiera, utile soprattutto per gli studenti, e con le zone di Tonnarella e Bocca Arena. La delibera, immediatamente esecutiva, permetterà la stipula del contratto e l'attivazione del servizio entro pochi giorni. L'accordo raggiunto, a fronte di una richiesta di Euro 4,00 a Km, prevede la corresponsione di € 3,50 a Km all'Ast, da parte dell'Amministrazione Comunale. Per il primo anno di esercizio sarà la stessa Ast a riscuotere gli introiti dei biglietti. Questo il costo: € 0,90 a corsa con acquisto a terra; € 1,00 a corsa con acquisto a bordo; € 10,00 abbonamento settimanale; € 35,00 con abbonamento mensile. Per i trasgressori previste sanzioni di € 15,00 con conciliazione ed € 25,00 in caso di riscossione coatta. Presso gli uffici Affari Sociali di piazza della Repubblica è possibile prendere visione del bando per il rilascio dei tesserini gratuiti ad anziani. Il bando scade il 24 settembre. Ulteriori particolari saranno resi noti dopo la sottoscrizione del contratto, prevista per i prossimi giorni. <<Ancora qualche giorno di pazienza - dichiara l'Amministrazione Comunale - ed il servizio di trasporto pubblico urbano riprenderà regolarmente>>:


Inizio anno scolastico: messaggio dell'amministrazione comunale

In concomitanza con l'inizio dell'anno scolastico 2007/2008, l'Assessore comunale alla Pubblica Istruzione, prof. Vito Calcara, a nome del Sindaco e dell'Amministrazione Comunale, ha inviato un messaggio di auguri "per un proficuo anno scolastico" a tutti i dirigenti scolastici, personale docente e non docente, alunni delle scuole cittadine di ogni ordine e grado. "Consapevoli del delicato compito e delle responsabilità che hanno le Istituzioni scolastiche nell'accompagnare i vari percorsi educativi e nell'affrontare adeguatamente le tematiche, che investono gli alunni e di conseguenza le loro famiglie - scrive nel messaggio l'Assessore Calacara - siamo certi che i Docenti sapranno compenetrarsi nella vita degli allievi e rimovuovere le cause di eventuali demotivazioni nei confronti dello studio". Il messaggio, che si conclude con la formulazione dei migliori auguri di buon lavoro, "confida nelle risorse umane e professionali della scuola mazarese per il sereno svolgimento del compito educativo".


 

Portatori di handicap, parcheggi accanto le scuole
Sollecitati interventi da parte del Comune allo scopo di agevolare i disabili

Inizia il nuovo anno scolastico e vengono subito segnalati da consiglieri comunali ed associazioni i primi problemi soprattutto per i soggetti portatori di handicap. In una nota inviata al sindaco Giorgio Macaddino, infatti  il consigliere comunale di Alleanza nazionale Vito Asaro chiede l'immediato intervento dell'amministrazione comunale per delimitare, nelle vicinanze degli ingressi degli Istituti scolastici di ogni ordine e grado, lo spazio necessario per alcuni stalli per le soste o fermate provvisorie per le auto che sono munite del cartello indicatore «H». Specialmente in alcune scuole, secondo il consigliere di An, la presenza di poco spazio per le auto mette soprattutto in difficoltà i mezzi con soggetti portatori di handicap. E sulla stessa linea dell'esponente politico mazarese interviene anche l'Associazione regionale "Parva Domus" presieduta da Salvatore Sanci."Occorre- dice il suo responsabile provinciale- che le scuole che non l'avessero ancora fatto provvedano subito alla delimitazione degli spazi con le linee gialle, delimitazione che certamente non comporta grandi oneri di natura economica". Ed infine, l'associazione chiede all'amministrazione comunale di fare una verifica non soltanto per l'eventuale mancanza degli scivoli per l'ingresso a scuola, ma anche per i marciapiedi che circondano, in taluni casi, gli edifici scolastici. (GdS ando)
 

 

Metano nella via Dell'Arno - Un vertice per i lavori 

Una conferenza di servizio per poter avviare l'iter per la realizzazione dei lavori di metanizzazione nella via fiume Arno e strade limitrofe. Il presidente del consiglio comunale Giampiero Giacalone, in pratica, si è preso l'onere di portare avanti una richiesta che era stata avanzata recentemente da una delegazione di abitanti della via fiume Arno che si era recata al comune per sollecitare le autorità istituzionali dell'Ente a procedere con urgenza al lavori di realizzazione della rete di metanizzazione. Il presidente del consiglio comunale ha quindi sottoposto il problema all'assessore ai Lavori Pubblici Ignazio Figuccia. Peraltro, l'urgenza della realizzazione dell'installazione della rete metanifera è motivata anche dal fatto che i lavori verrebbero realizzati ancor prima della sistemazione della sede stradale, lavori che se fatti successivamente, comporterebbero di conseguenza un ulteriore impegno finanziario perle casse della pubblica amministrazione. Adesso sarà l' amministrazione comunale a prendere le eventuali decisioni al riguardo. (GdS ando)


 

Sabato 22 settembre: manifestazione per la pace con video di Prem Rawat

"La pace: un messaggio senza confini" -Questo il titolo della manifestazione, promossa dall'Amacus, che si terrà sabato 22 settembre alle ore 19 nell'Atrio del Seminario Vescovile. La manifestazione avrà come momento centrale la presentazione video del messaggio di pace di Prem Rawat, meglio conosciuto come "Maharaji", conferenziere di fama mondiale. Nominato nell'ottobre 2006 "Ambasciatore di Pace" da Pierre Weil, rettore dell'Università Internazionale della Pace, Prem Rawat, nato in India, ha presentato il suo messaggio a più di 7,5 milioni di persone, in oltre 250 città di 50 nazioni al mondo, suscitando una profonda riflessione sui temi fondamentali dell'esistenza in persone di ogni credo religioso e stato sociale. Il suo messaggio viene oggi tradotto in 70 lingue e diffuso in 88 paesi. La promozione e la divulgazione del suo messaggio, interamente finanziata da donazioni volontarie, è condotta anche grazie all'attività de La Fondazione Prem Rawat. Lo scorso 26 aprile Prem Rawat è stato ospite d'onore e relatore in un incontro tenuto nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani (una delle sedi del Senato) a Roma.

 

Uffici comunali: da oggi riprendono i rientri pomeridiani

Da oggi gli uffici comunali tornano ad osservare il normale orario lavorativo, con due rientri pomeridiani settimanali: dal lunedì al venerdì: ore 8 - 14; martedì e giovedì ore 15-18. Tale orario è in vigore fino al 30 giugno, mentre nei mesi di luglio, agosto e metà settembre non si osservano i rientri pomeridiani.



 

Ancora ladri in azione nel quartiere Bocca Arena 

Furti a raffica nel quartiere Bocca Arena. Ieri sera intorno alle 10.30, si e' verificato l'ennesimo lutto in uno dei tanti appartamenti presenti nel quartiere. Per fortuna quando i ladri sono entrati in casa non c'era nessuno. I proprietari erano fuori. I ladri hanno rotto porta e finestra e messo sottosopra l'appartamento. Non sono riusciti a trovare nessun oggetto di valore. I proprietari quando sono rientrati in casa hanno trovato la bruna sorpresa. Il fatto e' stato denunciato al commissariato di polizia. "Nonostante le ripetute richieste fatte sia all'amministrazione comunale che alle forze dell'ordine - dicono gli abitanti - niente e' cambiato. Viviamo sempre nella paura che ci possa capitare qualcosa. I furti si ripetono quotidianamente. In una settimana se ne sono verificati quattro. Chiediamo maggiore sicurezza e soprattutto vigilanza da parte delle autorita' competenti. Ci rendiamo conto - aggiungono - che tutti fanno orecchie da mercante e che il convegno sulla sicurezza non e' servito a nulla perche' niente e' stato fatto". (GdS mq)



 

Polemica dopo il grave incidente stradale«Vigili in ritardo» «Siamo pochi»

È sempre in prognosi riservata e ricoverato all’ospedale «Abele Ajello » Calogero Guccione, l’ottantenne che domenica, poco prima delle 12,15, lungo la Statale 115, in contrada Zano, mentre si trovava alla guida della sua Polo ed era impegnato in un sorpasso - secondo quanto accertato dai carabinieri intervenuti sul posto - si è schiantato contro un camioncino Iveco che trasportava uva e proveniva dal senso di marcia contrario. Nell’impatto la Polo si è accartocciata e l’anziano è rimasto incastrato nell’abitacolo. Per estrarlo è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Castelvetrano sul cui arrivo con diversi minuti di ritardo (non imputabili comunque a loro, ndr) si è innescata una grande polemica. Domenica, infatti, il distaccamento di Mazara è stato chiuso per carenza di personale, le tre unità in servizio sono state trasferite a Trapani e alle emergenze ha dovuto rispondere il distaccamento di Castelvetrano i cui uomini, che hanno fatto il possibile per arrivare prima possibile, al momento della chiamata dell’incidente stavano tornando da un altro intervento effettuato a Salemi dove ieri era chiuso pure il distaccamento volontario. I problemi relativi alla carenza di personale tra i pompieri nel Trapanese non sono nuovi, sono molto gravi e non è raro che i distaccamenti, soprattutto di Mazara e di Castelvetrano, vengano chiusi quando non si raggiungono le 5 unità in servizio. Aperta condanna al provvedimento del comandante provinciale di chiudere nuovamente il distaccamento di Mazara è giunta dai segretari di categoria regionale Confasal, Salvatore Ingrasciotta e provinciale Uil Giuseppe Cardinale che negli ultimi anni hanno più volte criticato le scelte del dirigente. «Nonostante i ripetuti solleciti - dicono Ingrasciotta e Cardinale che oggi sottoporranno la questione all’attenzione del sottosegretario all’Interno Rosato che visiterà la sede provinciale dei vigili del fuoco - il comandante provinciale non ha mai distribuito il personale sul territorio come si deve».  [fonte La Sicilia] (ml)


 

Calcio: Il Mazara spreca e il PetrosinoMarsala fa catenaccio, alla fine 0-0

gabriele pecorellaTre espulsi, cinque ammoniti, un rigore sbagliato da Vitale, un gol fatto da Milanesio ma annullato per presunto fuori gioco. Ecco il film di una partita che il Mazara avrebbe potuto vincere già nei primi 20 minuti se avesse giocato con la testa oltre che con i muscoli. Il PetrosinoMarsala ha portato via dal "Nino Vaccara" un punto preziosissimo e forse non previsto nella tabella di marcia della squadra di Marcello Manca L'allenatore Filippo Cavataio ha mandato in campo una formazione con tre attaccanti e un centrocampista avanzato come Pecorella ma ha dovuto fare i conti con un centrocampo zoppo anche per le condizioni fisiche di Lo Bue, sostituito al 60' con Calvaruso. Da questa sostituzione è venuto fuori un nuovo assetto tattico con Pecorella a centrocampo ed il nuovo entrato Calvaruso sull'out destro.È sembrata una squadra più equilibrata ma ormai l'ansia di non farcela, la stanchezza ed il nervosismo non hanno fatto altro che il gioco degli ospiti ed in particolare del portiere Rustico che si è esaltato in due - tre interventi che hanno evitato la sconfitta. Il Mazara parte forte. Al 1' minuto duetto Erbini - Ligotti che alza sopra la traversa. Al 6' buona occasione per Ligotti che tira però debolmente sul portiere, un minuto dopo Rustico para un bel tiro di Erbini ed al 9' il portiere si esibisce in un altro intervento su tiro di Piccolo. Ad avere il pallino del gioco è sempre il Mazara ma la sua azione appare appannata e senza sbocchi. Nel secondo tempo i gialloblù partono nuovamente all'assalto della porta di Rustico. In una di queste azioni, Erbini entra in area e viene atterrato. Siamo al 57'. L'arbitro, tra le proteste dei giocatori, indica il dischetto del rigore. Batte Vitale ma la sfera va fuori. Al 90' Mllanesio da dentro l'area mette dentro di sinistro, sarebbe il gol liberatorio per la tifoseria mazarese ma l'arbitro non è di questo parere ed annulla per un presunto fuori gioco di Ligotti (GdS sg)

MAZARA: 0 TAMBURELLO, LA GRUTTA, BONSIGNORE(72’ RANDAZZO), MANAZZA, PICCOLO, MILANESIO, LIGOTTI, LO BUE(60’ CALVARUSO), ERBINI, PECORELLA, VITALE

PETROSINOMARSALA: 0 RUSTICO, SALEMI, BONGIORNO, CERAOLO, CANGIALOSI(80’ DE MARIA), VILLAFRANCA, CAROLLO(72’ SAFINA), NERI, SANSICA, PUTAGGIO(60’ ALTAMURA), GALFANO

ARBITRO: PANCALDO TRIFIRO’ DI MESSINA

 

Cavataio: «Abbiamo creato pochi spazi»

Alla fine della partita diverso era lo stato d’animo dei due allenatori. «Sono soddisfatto dei miei ragazzi - ha sottolineato Marcello Manca - Hanno colto un risultato utile contro una buona squadra. Abbiamo sofferto sui calci piazzati. Sul gol annullato al Mazara? Il guardalinee aveva da tempo alzato la bandierina, anzi dobbiamo recriminare su un netto rigore su Galfano a noi però non concesso». Sconsolato invece Ciccio Erbini: «Siamo stati sfortunati, anche bravo Rustico in diverse occasioni. Non abbiamo capito la decisione del guardalinee sul gol annullato. Ma era difficile loro avevano alzato una muraglia». Ancor più drastico Cavataio: «Difficile giocare a calcio in queste condizioni, loro si sono serrati tutti in difesa. Da parte nostra abbiamo creato pochi spazi spesso eravamo in nove dietro la palla. Ci stanno anche queste partite, come si è visto anche le altre pretendenti alla vittoria del campionato hanno sofferto ».  [fonte La Sicilia] (fm)



 

SATIRO CUP: concluse con successo le regate

satiro cupSi è svolta dal 13 al 16 settembre la terza edizione della manifestazione velica "Satiro Cup". L'evento sportivo, organizzato dal Club Sail con i partners dello Yacht Service ed in collaborazione con l'Associazione Diportisti Nautici Mazaresi (Adina) e la Sezione locale della Lega Navale Italiana, ha visto la partecipazione di diversi team velici siciliani e provenienti dalle maggiori località marittime italiane. Alvarosky dell'armatore Siculiana Francesco del Cus Palermo ha vinto per la seconda volta il trofeo del Satiro, mentre al secondo posto si è classificato Nino di Giovanni Calandrino del Club Adina di Mazara ed al terzo Bluenose di Ciaravino Luigi del Club LNI di Trapani. Sono state stilate anche delle classifiche per tutte le categorie dei partecipanti: Regata, Crociera/Regata, Crociera, Minialtura, Diporto. «Devo dire - spiega il patron Battista Calandrino - che anche quest'anno il nostro mare ci ha dato la possibilità di fare una manifestazione bellissima. Il vento non è stato fortissimo ma gli equipaggi si sono divertiti ed hanno avuto la possibilità di regalare con diverse condizioni di mare. Un'affluenza notevole di appassionati da tutt'Italia che ha partecipato con grande entusiasmo. Faremo tesoro delle critiche per organizzare il prossimo anno una manifestazione ancora migliore». La dottoressa Giuseppina Adamo della Medateam Consulting che ha collaborato alla riuscita della manifestazione soddisfatta conferma: «Una ottima occasione per fare conoscere il meraviglioso scenario del mare di Mazara del Vallo ed approfittando della Satiro Cup far degustare ai concorrenti i prodotti tipici della nostra realtà. Mi auguro che per il prossimo anno si possa organizzare una manifestazione ancora più bella ed importante con un numero ancora maggiore di equipaggi. D'altronde la bravura e la grande professionalità degli organizzatori si è vista durante queste giornate di regate.» I ringraziamenti dell’organizzazione vanno ai giudici “Ermanoo Basile & C.”, all’equpe dei posa boa ed assistenza, ad Adina e Lega Mavale Italiana, alla Capitaneria di Porto, a Comune, Provincia e Regione, alla sig.ta Pinta di Televallo, alla dr.ssa Giuseppina Adamo della Medateam Consulting , agli sponsor tecnici, a Franky di Villa delle Rose e a tutti i partecipanti.
    
Classifiche:

TROFEO DEL SATIRO

1°  ALVAROSKY     SICULIANA FRANCESCO     CUS PALERMO    GRAND SOLEIL 40RC
2°  NIGNO             CALANDRINO GIOVANNI     ADINA MAZARA   DUFOUR 34
3°  BLUENOSE       CIARAVINO LUIGI             LNI TRAPANI       DIVA 40

CROCIERA

1°  ABRAXAS         CASTELLI NICOLO'           ADINA MAZARA   GIB SEA 372 MASTE
2°  CAROL             FERRUA LUCA                 PLANET SAIL BRA  OCEANIS 381
3°  MI VIDA           CALANDRINO/NANIA         ADINA MAZARA   DUFOUR 455

CROCIERA/REGATA

1°  ALVAROSKY     SICULIANA FRANCESCO     CUS PALERMO    GRAND SOLEIL 40RC
2°  NIGNO             CALANDRINO G/ REINA     ADINA MAZARA   DUFOUR 34
3°  BLUENOSE       CIARAVINO LUIGI             LNI TRAPANI       DIVA 40

DUFOUR CUP

1°  NIGNO             CALANDRINO G/ REINA     ADINA MAZARA   DUFOUR 34
2°  CRISTALLINA    FLACCOMIO                   SC PALERMO       DUFOUR 44
3°  BONITO           FORNICH PEPPE              CV MARSALA       DUFOUR 40 

MINIALTURA

1°  PORCELLI         CIARAVINO LUIGI            LNI TRAPANI       ZIP 25 ILC
2° ACQUAZZURRA   CIARAVINO LUIGI            LNI TRAPANI       ZIP 25 ILC

DIPORTO

1°  NIGNO             
2°  NUT
3°  LA ROBY

 

Hit Counter