25-10-2007


   

Mons. Vito Rallo primo arcivescovo mazarese in quasi 1000 anni

Il 28 ottobre 2007 è destinato a rimanere nella storia di Mazara del Vallo. Per la prima volta nella sua storia la Chiesa di Mazara è stata prescelta quale sede per ospitare una solenne cerimonia di Ordinazione Episcopale. Sarà il nostro concittadino Monsignor Vito Rallo, nella Basilica Cattedrale, ad essere elevato alla dignità arcivescovile quale Arcivescovo Titolare di Alba (Numidia, Algeria), per poi assumere l'alto incarico di primo Nunzio Apostolico in Burkina Faso e Niger. Monsignor Vito Rallo nasce a Mazara il 30 maggio 1953 da Giuseppe Rallo e da Maria Barbera, primo di quattro figli: Giacomo, Graziella e Gino. A Mazara frequenta sia il Seminario Vescovile che il Liceo-Ginnasio "Gian Giacomo Adria", dopo gli studi superiori si trasferisce a Roma per gli studi di filosofia e teologia morale, conseguendo il dottorato in "Utroque Jure" presso la Pontificia Università Lateranense con la tesi "Il patrimonio ecclesiastico, con particolare riferimento alla Diocesi di Mazara del Vallo (1093-1860)". Il neoarcivescovo, sacerdote in Mazara del Vallo dal 1° aprile 1979, fa parte dall'88 del corpo diplomatico della Santa sede. Ha prestato la propria opera in Corea del Sud, Senegal, Mali, Capoverde, Guinea Bissau, Mauritania, Messico, Canada, Libano e Spagna. Dal 2004 a oggi è stato osservatore permanente della Santa sede presso il Consiglio d'Europa e parla inglese, spagnolo e francese. «Vivo in questo momento - sono le parole Monsignor Vito Rallo - sentimenti di gratitudine e di serena gioia. Sono grato al Signore per tutti i suoi doni: la fede, il battesimo, l'ordinazione sacerdotale. Ringrazio il Santo Padre per avermi voluto annoverare nel collegio episcopale e per aver nominato questo figlio di Mazara e della Sicilia quale Suo rappresentante presso la comunità cattolica dei suddetti Paesi e presso i Governi di ambedue gli Stati. Tra qualche mese inizierà una nuova tappa nella mia vita e un nuovo servizio alla Santa Sede in due Paesi che richiederanno adattamenti notevoli. Inizio questo nuovo compito con serenità e gioia. Sono sicuro che la fede in Colui che ci chiama a servire i fratelli e le sorelle e a dare il nostro umile contributo per la realizzazione di una nuova umanità, fondata sul rispetto, il dialogo, i diritti dell'uomo e sull'amore, mi sosterrà nel nuovo cammino. La fede, che è fiducia in Dio e amore per Dio e il prossimo, è il motivo e il cardine del nostro impegno missionario, perchè non andiamo per imporre una cultura o una religione, ma per sostenere e proporre un incontro con Cristo, che per noi è il Salvatore, il liberatore e il lievito che fa maturare in meglio tutte le potenzialità dell'uomo, perché Egli rivela l'uomo a se stesso.» «Ai miei concittadini - conclude il neoarcivescovo mazarese - chiedo il sostegno dell' amicizia e il ricordo nella preghiera affinché possa annunziare il Vangelo dell'amore e dell'unità a tutti gli uomini di buona volontà.» Assieme ai più alti prelati del Vaticano, domenica a Mazara ci sarà il segretario di Stato della Santa Sede, cardinale Tarcisio Bertone, che procederà all'ordinazione di Monsignor Vito Rallo, primo arcivescovo mazarese in quasi mille anni, primo a godere della dignità di Nunzio Apostolico e primo ad essere consacrato nella Basilica della sua città. Ad annunciare il proprio arrivo, per citare solo alcune personalità, hanno provveduto, oltre al reverendo Igumeno Filarete Bulekov, rappresentante del patriarcato russo presso le istituzioni europee, il nunzio apostolico in Italia, Giuseppe Bertello; il segretario generale del Consiglio delle conferenze episcopali europee, Aldo Giordano; l'ambasciatore d'Italia presso il Consiglio d'Europa, Pietro Lonardo; l'ambasciatore del Liechnstein, Daniel Ospelt; quelli di Francia e Spagna presso il Consiglio d'Europa, rispettivamente Bruno Gain e Fernando Mansito Caballero e il viceambasciatore della Federazione Russa a Strasburgo, Yacheslav Yegorov. L’appuntamento per tutti i mazaresi è quindi per domenica prossima 28 ottobre alle ore 16,30 presso la Basilica Cattedrale del SS Salvatore.

 

   

Tariffa igiene ambientale, ulteriore riduzione in bolletta per il 2007 
Sino al 40% d'abbattimento per chi e' in regola coi pagamenti 2006 Tia più bassa per quest'anno negli undici comuni dell'Ambito Territoriale Ottimale Tp2

Chi ha regolarizzato la propria posizione coi pagamenti per il 2006 entro il 10 agosto, potrà usufruire di un abbattimento tra il 38 e il 40,40% della tariffa d'igiene ambientale applicata nell'"Ambito Territoriale Ottimale 2" per il 2007. E' questa l'ultima novità approvata dall'assemblea dei soci della "Belice Ambiente Spa", la società di gestione della raccolta dei rifiuti negli undici comuni dell'Ato2: Mazara, Petrosino, Castelvetrano, Campobello, Partanna, Gibellina, Santa Ninfa, Salemi, Poggioreale, Salaparuta, Vita. A dicembre, quando saranno emesse le bollette per la tariffa 2007, gli utenti in regola troveranno una Tia più bassa rispetto a quella che pagavano anni addietro. "Quest'ulteriore abbattimento è stato possibile applicarlo perché abbiamo ridotto i costi di 3 milioni di euro con una politica d'ottimizzazione - ha ribadito il presidente della Belice Ambiente, Francesco Truglio - abbiamo così reso possibile aumentare il tasso di riduzione della tariffa che toccherà, in alcuni casi, anche il 40,40%". Chi è in regola coi pagamenti degli anni precedenti, se per un appartamento di 80 metri quadri con tre persone - nei comuni con una popolazione inferiore a 5.000 abitanti - ha pagato 245,07 nel 2005 e 183,31 euro lo scorso anno, quest'anno pagherà 147,32 euro (147,15 euro, per i comuni superiori a 5.000 abitanti). Per 100 metri quadri nel 2005 ha pagato 264,06 euro, 197,33 euro nel 2006, quest'anno pagherà 161,18 euro (165,19 euro, comuni con più di 5.000 abitanti). Per 130 metri quadri, da 292,53 del 2005 si è passati a 218,34 nel 2006, ed a 181,97 euro per il 2007 (192,25 euro per i comuni con più di 5.000 abitanti). L'abbattimento è anche previsto per gli appartamenti di 150 metri quadri: 314,91 euro nel 2005, 234,05 euro è stata la tariffa applicata per il 2006, 210,29 euro per quest'anno (195,83 euro per comuni superiori a 5.000 abitanti). "Tra le vorticose polemiche sulle società d'ambito in tutta la Sicilia la nostra ha dato risultati di buona gestione - ha ribadito il presidente Truglio - numeri e cifre danno contezza del lavoro svolto, non soltanto diminuendo i costi della società, ma soprattutto applicando le riduzioni sulla tariffa che viene pagata dal cittadino".

 

Una tessera magnetica per ogni utente, cosi' gli sgravi sulla Tia 
A Mazara inaugurato il primo centro mobile per la differenziata. E' la prima tappa del progetto promosso dalla società che gestisce la raccolta dei rifiuti solidi urbani

Un badge elettronico personale, una scheda magnetica che consente l'accesso al centro mobile per la differenziata, per conferire plastica, vetro, alluminio, scarti di potatura ed ingombranti. Si è inaugurata oggi al centro di raccolta della "Belice Ambiente" di contrada Serroni a Mazara del Vallo il primo centro mobile per la differenziata della "Belice Ambiente Spa", la società che si occupa della raccolta dei rifiuti nell'"Ambito Territoriale Ottimale 2". La stazione mobile è la prima che la società inaugura - in collaborazione con l'associazione temporanea d'impresa "Accardi-D'Angelo" che si è aggiudicata la gara d'appalto lo scorso agosto - negli undici comuni dell'AmbitoTp2 e rimarrà allestita nel centro di Mazara. Altre due, invece, saranno utilizzate - in forma sperimentale - negli altri comuni del territorio, in giornate prestabilite e in zone prossime a condomini. Il centro fisso è ospitato all'interno di un contaneir innovativo, dotato dei raccoglitori per carta, vetro, plastica, alluminio, batterie scariche, schede di pc ed inerti. All'ingresso un totem computerizzato consente l'identificazione da parte del cittadino. La registrazione è gratuita, alla fine della quale verrà rilasciato un badge (tesserino magnetico) con la foto, che, ad ogni conferimento, si potrà utilizzare per l'identificazione. "Dopo che l'utente viene identificato - ha spiegato Vincenzo Accardi, tecnico del progetto - avviene la pesatura del rifiuto differenziato. La procedura viene poi chiusa col rilascio di una ricevuta nominativa, dove saranno indicati i rifiuti conferiti, il peso e il codice europeo". Il conferimento per la raccolta differenziata consentirà l'accumulo di un punteggio, che, a fine anno, consentirà uno sgravio sulla Tia, già a partire da quella applicata nel 2008. "L'utente potrà ottenere sino al 15% di riduzione sulla tariffa - ha detto il presidente della società, Francesco Truglio - un risultato che consentirà ai cittadini di risparmiare su quanto dovuto". Col conferimento presso il centro mobile, la società risparmierà sul servizio di raccolta porta a porta, "così le somme recuperate saranno investite nell'abbattimento della tariffa", ha ribadito Truglio, al quale è stata rilasciata la prima tessera magnetica, col conferimento di 5 chili di plastica. Alla cerimonia d'inaugurazione hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco di Mazara, Giorgio Macaddino, il presidente del consiglio comunale di Mazara, Giampiero Giacalone e i consiglieri d'amministrazione della società, Nicola Asaro, Nino Termini e Giovanni Pellegrino. Per il rilascio del badge l'utente potrà presentarsi soltanto col codice fiscale. Il centro mobile di raccolta rimarrà aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 14. Per il ritiro della differenziata negli altri comuni dell'"Ato Tp2" è comunque attivo il numero verde 800.529791, attivo dalle 8 alle 14.



    

Scomparso assicuratore di 51 anni

MAZARA. È scomparso o si è allontanato volontariamente il 51enne Vincenzo Gunnella, agente assicurativo che si occupa di disbrigo pratiche? È quanto stanno cercando di accertare i carabinieri a cui la sorella martedì ha denunciato la scomparsa. Celibe, incensurato, sconosciuto alle forze dell’ordine, pare senza problemi economici e lavorativi, il 51enne, ha detto alla sorella, che non ha più sue notizie dal 18 ottobre, che il 4 ottobre sarebbe partito con un amico, di cui non ha fatto il nome, per una crociera che lo avrebbe portato in Tunisia e in Marocco. Dopo 10 giorni, quando Gunnella non è ritornato, i familiari gli hanno telefonato apprendendo da lui stesso che si sarebbe fermato un altro paio di giorni in Marocco. Preoccupata per il prolungarsi della vacanza la sorella, qualche giorno dopo, gli ha ritelefonato apprendendo in quella circostanza che il ritorno era stato nuovamente posticipato. E’ stato quando Gunnella non è stato più rintracciabile sul telefonino che i familiari hanno deciso di rivolgersi ai militari che hanno subito avviato una indagine. Nel tentativo di trovare tracce che conducano a Vincenzo Gunnella e per capire se sia partito o meno i carabinieri ieri hanno perquisito la casa dove il 51enne abita da solo davanti la quale è stata trovata la sua auto. Inoltre, i carabinieri stanno accertando se sono stati staccati biglietti a suo nome, se sono stati prelevati soldi dal suo conto corrente. [fonte La Sicilia] (ml)



Per la gestione della flotta primi impegni per Mazara

«Sul Piano di gestione relativo al comparto pesca mazarese vi è unità di intenti fra marittimi, classe armatoriale ed istituzioni». Lo ha detto Nicola Lisma, presidente emerito dell’Associazione Imprese Pesca Mazara, al termine della riunione, tenutasi ieri mattina presso la sede di Federpesca a Roma, per avviare l’adozione di uno specifico Piano di gestione inerente la flotta di Mazara. Ai lavori, guidati dal presidente di Federpesca Luigi Giannini, hanno partecipato il direttore del Dipartimento Pesca del Ministero delle Politiche Agricole, dott. Saverio Abate, il presidente della Provincia D’Alì, il sindaco Macaddino, il presidente del Consiglio Giacalone il presidente della Camera di Commercio di Pace, il comandante della Capitaneria di Porto di Mazara cap. Giuseppe Sarchese, il direttore del Cnr di Mazara Salvo Mazzola, i vertici siciliani della Federpesca e le organizzazioni sindacali. «Purtroppo all’incontro in Federpesca - ha detto Lisma - era assente l’assessore regionale alla Pesca Antonino Beninati. Ma siamo sicuri che l’unione generale sulle problematiche del settore potrebbe consentire la sottoscrizione di un documento a favore della flotta peschereccia mazarese che porti beneficio a tutto l’indotto. Nei prossimi giorni incontreremo anche l’assessore Benenati». [fonte La Sicilia] (fm)



 

Senato, passi avanti in favore della pesca

Il presidente della IX Commissione permanente del Senato, sen. Stefano Cusumano, ha comunicato che la Commissione ha esitato favorevolmente gli emendamenti per la finanziaria 2008 che riguardano la pesca. Fra gli emendamenti è stata sottolineata la necessità di equiparare il regime Iva della pesca a quello dell’agricoltura, considerato che esiste già uno stanziamento di 12 milioni di euro che è a rischio di perenzione, di uniformare il regime Irap della pesca marittima a quello della piccola pesca e dell’agricoltura, di prevedere la sospensione degli studi di settore della pesca per un triennio a partire dall’anno di imposta 2008, alla luce dei consistenti aumenti del costo del gasolio, l’esigenza di una definitiva soluzione in relazione all’uso delle Bluebox sui pescherecci in materia di accollo delle spese.



Notizie dal Consiglio Provinciale. il Consigliere Girolamo Pipitone (AN) ha minacciato di occupare l’aula 

il consigliere Girolamo PipitoneIl Consigliere Silvano Bonanno (UDC) ha presentato un atto di indirizzo che, come precedentemente concordato in sede di dibattito in aula, sostituisce l'ordine del giorno dello scorso mese di marzo in materia di ordine e sicurezza pubblica. Con questo documento, considerato che in provincia di Trapani gli atti vandalici e la criminalità organizzata sono in continua espansione e che nei cittadini, nonostante l'impegno e la dedizione delle forze dell'ordine, vige un senso di insicurezza che attanaglia il nostro territorio, il Consiglio Provinciale impegna il Presidente della Provincia Regionale di Trapani ad assicurare all'organismo già istituito presso la Prefettura (Osservatorio Provinciale per la Sicurezza), la presenza necessaria in sede di convocazione operativa dello stesso, ciò al fine di adempiere alle esigenze derivanti dal problema dell'ordine e della sicurezza pubblica che continua a rappresentare uno dei temi più rilevanti nel dibattito politico nazionale e che ha raggiunto alti livelli di attenzione anche a livello locale così come testimoniato dalla cronache quotidiane che riferiscono di continui crimini.
Bonanno, inoltre, ha chiesto all'Amministrazione Provinciale notizie dettagliate sul campo olimpionico di tiro a volo di Mazara del Vallo, che risulterebbe in stato di abbandono, sulla S.P. Mazara - Torretta Granitola, sull'immobile "S. Francesco" di Mazara del Vallo, sugli atti Airgest non ancora ricevuti ed ha sollecitato la nomina di un Assessore (di qualsiasi colore politico) che rappresenti direttamente la città di Mazara del Vallo.
Ha invece minacciato di occupare l’aula in segno di protesta il Consigliere Girolamo Pipitone (AN) il quale, per l’ennesima volta, ha lamentato il rifiuto, da parte dei responsabili dell’ATO “Belice Ambiente”, di fornirgli la documentazione da tempo richiesta, impedendogli di fatto di esercitare le sue prerogative di Consigliere Provinciale in materia di controllo sulle Società partecipate. Tutto questo mentre la stampa riporta ogni giorno sempre nuove notizie di gravi disfunzioni del servizio, sul rifiuto dei cittadini di pagare bollette sempre più esose e ingiuste, sugli alti costi dei Consigli di Amministrazione degli ATO che vengono pagati dalle famiglie.




  

Osservatorio politico socio-culturale  "Vivere la Città"               

Nel corso di una nutrita assemblea di cittadini, giovani, donne, imprenditori, liberi professionisti, commercianti ittici, e sportivi della nostra città, si è costituito l'OSSERVATORIO POLITICO, culturale denominato "VIVERE LA CITTA". L'assemblea ha discusso soprattutto dell'attuale situazione politica locale e sulle prospettive della stessa nella nostra città. Ne è convenuto che bisognerà ridisegnare il futuro di MAZARA del VALLO, ma soprattutto bisognerà individuare le nuove strategie per rilanciare l'economia per dotare MAZARA di veri Servizi ai cittadini ed ai turisti, voler dare un ordine alle imprese, e inoltre realizzare i progetti di rilancio del centro storico, per potenziare l'ospedale, per dare alle nostre economie uno slancio di modernità. Si è discusso inoltre dello stato di disagio che i piccoli commercianti ittici si stanno trovando con l'importazione del pescato estero, ma soprattutto dal disagio derivante del fermo biologico dove gli stessi si ritrovano con un fermo forzato per le loro imprese, senza alcun introito da parte dello stato, coscienti che sarà dura battaglia, ma che sarà condotta con impegno degli stessi, e con il supporto dell 'ON CRISTALDI. Si è discusso inoltre del problema dell'acqua inquinata per migliaia di famiglie e attività a trasmazzaro, che dura da mesi, creando disagi ed allarme, ricevendo da l'attuale soluzione al problema con "la deroga regionale" che sa più di presa in giro per i cittadini, che di reale risoluzione. Sono molte le evidenze scientifiche che legano l'inquinamento con il tasso di nitrati elevati, all'incremento della malattia. Considerata l'evoluzione che sta interessando i partiti politici, e in generale la politica della nostra città al fine da seguire il percorso che dovrà aiutarci per i prossimi cinque anni, abbiamo convenuto di istituire un osservatorio politico che vorrà essere luogo di dibattito e di elaborazione socio-culturale ma che vorrà svolgere il tutto con le migliori energie della nostra Città. Molte sono già le adesioni al costituendo osservatorio, dando già la disponibilità e la fattiva collaborazione a presiederlo è stato chiamato Pietro Ingargiola - già vice-presidente della giunta del sindaco Vella. 



   

Stefania Fiorentino eletta presidente della sezione Italia dei Valori di Mazara

Domenica al Cine Teatro Rivoli, si è celebrato il I Congresso comunale di Italia dei Valori. Sono intervenuti il sen. Fabio Giambrone, in qualità di commissario regionale di Italia dei Valori, l’assessore presso il Comune di Alcamo Vincenzo Lucchese e le varie rappresentanze locali del partito dell’ex magistrato Di Pietro. Durante la giornata è intervenuto anche il sindaco Macaddino che ha espresso ampia apertura nei confronti di Italia dei Valori riferendo anche come, dopo l’interessamento del sen. Giambrone, il ministro alle Infrastrutture Di Pietro sembra intenzionato a porre fine all’annoso problema della "sopraelevata", l’incompiuta più vecchia d’Italia, facendo si che finalmente si completino le opere. Eletta per acclamazione Stefania Fiorentino presidente cittadino. [fonte La Sicilia] (fm)



 

Niky festeggia gli 11 anni con gli studenti mazaresi

«Buon compleanno Niki» questo l’augurio di dieci bambini con le quali Niky Frascisco ha festeggiato domenica scorsa il suo undicesimo compleanno. Niky è un bambino che, a causa di una forma di asma «intrinseca», trova beneficio solo vivendo in mare. I suoi genitori, Paola e Paolo, hanno deciso così di lasciare Bellinzago Novarese, e così durante l’anno, i tre accompagnati dal loro piccolo cane si spostano lungo i porti italiani con la loro goletta «Walkirye» di 26 metri. Così Niki ha stretto diverse amicizie con ragazzi della propria età. Proprio alcuni di loro, studenti di alcuni istituti mazaresi, hanno voluto far sentire la propria vicinanza al loro amico viaggiatore organizzando una festa per il suo undicesimo compleanno. Alla festa hanno preso parte anche due bambini di Lampedusa, residenti di inverno a Palermo, conosciuti durante lo scalo della goletta nell’isola in occasione della manifestazione O’ Scia di Baglioni. Niki e suoi due genitori sono molto legati alla Sicilia tanto che il ragazzino frequenta, attraverso videoconferenza, il V anno della scuola elementare Francesco Riso di Partanna-Mondello grazie al progetto- pilota «Niky e la scuola vagabonda ». [fonte La Sicilia] (fm)



 

Rinviata la «Festa della Sulana» 

A causa delle pessime condizioni meteorologiche, la seconda giornata della manifestazione «Festa della Sulana», prevista per domenica scorsa a piazza del Popolo di Borgata Costiera, è stata rinviata a sabato alle 18. L’evento, la cui attuazione è stata affidata dal Comune all’associazione «Il Viaggiatore Touring Assistance», prevede la creazione di un villaggio enogastronomico, degustazioni di prodotti tipici e tradizionali della nostra terra. «Viste le intemperie climatiche di ieri - ha spiegato l’assessore all’Agricoltura Vito Calcara - ci è sembrato doveroso rinviare l’evento a sabato prossimo per permettere la partecipazione massiccia dei cittadini».




 

«I 350 alloggi popolari possono essere venduti»

«È necessario che il Comune venda i 350 alloggi popolari di Mazara Due, anche agli occupanti abusivi, considerata la situazione di potenziale bancarotta dell’Ente a causa dello sforamento del patto di stabilità per l’indebitamento con lo strumento di finanza derivata «swap«. Lo ha proposto l’Istituto Il Duemila. «Sono pochi gli abitanti che pagano gli affitti, moltissimi sono abusivi. Non si comprende la ragione per cui è stato prima ridimensionato e poi soppresso l’Ufficio Casa istituito nel 2001 per regolarizzare i contratti degli alloggi. È uno spreco colossale per la finanza ed anche un inquietante problema politico, tollerare l’abusivismo». Infine Il Duemila ribadisce: «L’unica soluzione è quella di vendere gli alloggi anche agli abusivi occupanti, la legge regionale lo consente fino al 31 dicembre. Così il Comune incasserebbe una somma superiore ai nove milioni di euro».



 

La v° commissione consiliare (p.i, cultura, turismo e sport, politiche giovanili) interviene sui fatti relativi all'incontro di calcio Mazara- Trapani

La V° Commissione Consiliare permanente di Mazara (P.I, Cultura, Turismo e Sport, Politiche Giovanili), presieduta da Giacomo Mauro e composta dai Consiglieri Di Maria, Marino P, Nuccio, Pinta, Asaro V, Gancitano, ha preso in esame i fatti relativi all'incontro di calcio Mazara-Trapani, tenutosi a porte chiuse lo scorso 7 Ottobre. Tenuto conto della rigida normativa scaturita dopo l'incontro di calcio Catania-Palermo della scorsa stagione; visto che la partita Mazara-Trapani e' stata inquadrata a livello di rischio IV°; considerato che nella stessa giornata un uguale incontro di calcio, Fiorentina-Juventus, e' stato pure inquadrato a rischio IV°, cosi' come Inter-Napoli il giorno precedente, ed addirittura qualche settimana prima Genova-Milan, non si capisce la diversa interpretazione normativa, stante che a Mazara si e' giocato a porte chiuse, mentre i Prefetti delle Citta' di Firenze, Milano e Genova hanno autorizzato lo svolgimento degli incontri di calcio a porte aperte con il divieto di ingresso esclusivamente alle tifoserie ospiti. "Forse le tifoserie mazarese e trapanese, si chiede la V° Commissione, sono le piu' pericolose d'Italia?" . Ed ancora "Quali sono le motivazioni che hanno indotto gli Organi preposti a non allinearsi alle decisioni dei Colleghi delle Citta' sopraccitate?". Ad avviso della V° Commissione Consiliare permanente non si puo' penalizzare l'intera Citta' di Mazara del Vallo, che attendeva sportivamente quest'evento dopo tanti anni in cui il calcio e' stato relegato ad evento marginale. "Quali provvedimenti verranno adottati per l'incontro di ritorno?". La V° Commissione Consiliare auspica che per tale evento verranno adottati gli stessi provvedimenti.

 

 

Hit Counter